C’ POSTA PER TE/ Oggi, 14 febbraio 2015, non va in onda: ecco perché. La commuovente storia della scorsa puntata con protagonista Luca Argentero

- La Redazione

C’è posta per te oggi non va in onda: Canale 5 teme la finale della 65esima edizione del Festival e trasmette il film “Il principe cerca moglie”, con Eddie Murphy

defilippi_occhiali439
Maria De Filippi conduce Uomini e Donne

Tra i momenti più emozionanti della scorsa puntata di C’è posta per te c’è stata sicuramente la storia che ha visto protagonista Luca Argentero. Luca è stato protagonista di un regalo fatto da Lara a suo marito, un uomo che prima di sposare lei aveva perso la moglie per una malattia terribile proprio il giorno della nasciata di sua figlia, ora adottata adalla coppia. Lara ha scelto Luca Argentero per la sua interpretazione nel film “Solo un padre”, uno dei film preferiti dle marito. L’attore ha abbracciato il marito di Lara dopo il lungo monologo che come sempre precede i regali e ha avuto per lui parole di stima che hanno esaltato l’amore tra lui e la moglie. Argentero ha inoltre regalato alla coppia un viaggio in Grecia su una barca privata completa di skipper e cuoco e ha infine agurato a moglie e marito “buon vento”.

Oggi, sabato 14 febbraio 2015, tutti gli appassionati dello show dei sentimenti condotto su Canale 5 da Maria De Filippi, Cè posta per te, rimarranno decisamente delusi: la quinta puntata della trasmissione è stata rimandata a sabato prossimo e oggi, dunque, non verrà trasmessa. Mediaset questa settimana ha cambiato i palinsesti a causa della temuta concorrenza della kermesse canora più famosa dItalia in onda su Rai 1. Stasera, infatti, ci sarà la diretta dallAriston con la finale del Festival e si scoprirà chi sarà il vincitore di questa 65esima edizione, condotta da Carlo Conti. Cè posta per te tornerà con il suo appuntamento regolare settimana prossima, sabato 21 febbraio 2015: nel frattempo, Canale 5 stasera propone la visione della pellicola Il principe cerca moglie, diretto da John Landis e interpretato da Eddie Murphy.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori