LO SHOW DEI RECORD/ Commento e analisi puntata 24 marzo 2015: ricettacolo di vecchi e stanchi recordmen?

- La Redazione

Lo Show dei Record, commento e analisi 24 marzo 2015: il programma condotto da Gerry Scotti sembra aver perso il suo smalto, con record che sembrano già visti e ridondanti

gerry-scotti
Gerry Scotti

Un nuovo appuntamento de Lo show dei record si è concluso tra la ridondanza di alcune prove e l’esigua spettacolarità di altre. La scorsa puntata Gerry era riuscito a ottenere con i suoi recordmen uno share del 15,6%, un risultato discreto che però non era bastato a eguagliare La dama velata. La fiction targata Rai riuscirà a bissare il successo rubando telespettatori a Mediaset anche stavolta? Staremo a vedere. Una puntata un po’ sottotono quella dei guinness che appare un mero contenitore di record logori e inflazionati, primati delle più arcane discipline e bizzarri personaggi dalle abilità uniche sembra si stiano estinguendo, almeno in casa Scotti che da un po’ sembra essere il ritrovo degli abituali amici di Gerry. Niente parkour, salti in alto o nel vuoto, le uniche cose a volare stasera sono le lavatrici lanciate dai soliti giganti guerrieri e il corpo di Iceman schiantato contro le lastre di ghiaccio. Per il resto nessun clima di euforia a riempire lo studio, l’impressione è che i due uomini tigre Zydranus e Thor non sappiano più cosa sollevare, trascinare o lanciare. L’unico a sconvolgere è stato il mangiatore di spade, l’unico a incuriosire spider man l’arrampicatore, per il resto c’è sapore di deja vu: se non sono le trecce come l’altra volta è la barba a trainare veicoli e se non si salgono al contrario gli scalini si salgono con le mani, per non parlare della solita coppia più alta del mondo di cui non ne possiamo più, a meno che non decidano di raggiungere vette più elevate. Le donne, infine, confinate alla sfida a base di arti marziali e alla deleteria prova del reggiseno più veloce. Il piccolo Scotti fa il suo solito inserto senza conferire grande valore aggiunto alla puntata. Gerry ha deciso di andare in pensione, forse è ora che anche i suoi affezionati recordmen lo facciano. (Chiara Temperato)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori