LE REGOLE DEL DELITTO PERFETTO/ Riassunto puntata finale prima stagione: chi ha ucciso Rebecca?

- La Redazione

Le regole del delitto perfetto, riassunto puntata finale prima stagione: Frank ha ucciso Lila e Sam si è sbarazzato del corpo. Ma la nuova domanda è: chi ha ammazzato Rebecca?

le-regole-del-delitto-perfetto_R439
Le Regole del Delitto Perfetto 2 - prima visione Tv su Fox

Lultimo episodio di questa prima stagione de Le regole del delitto perfetto si apre lì dove si era conclusa la prima parte del season finale, ovvero nell’appartamento di Wes (Alfred Enoch), con Rebecca (Katie Findlay) legata e imbavagliata in bagno. Annalise (Viola Davis) è giunta da poco e deve fronteggiare le voci di tutti, che parlano all’unisono. Infine non vuole altro che sentire il parere di Wes, che è il più vicino alla ragazza. Lui, con la morte nel cuore, le dice che la crede colpevole, e ora tocca alla professoressa occuparsi di tutto. Entra in bagno e chiude la porta alle sue spalle. Prova a parlare con la ragazza, ma lei urla aiuto. Si passa a un flashback, che vede Sam (Tom Verica) uscire dalla propria auto, per poi rispondere a una telefonata di Lila (Megan West), che sta impazzendo perché ha voglia di stare con lui, che invece è a Yale per una lezione. Lei però, data anche la giovane età, è molto emotiva e vorrebbe che lasciasse tutto e tutti solo per stare con lei. Aveva intenzione di usare Griffin per la questione del bambino, ma ora non c’è altra scelta che Sam.

Lui si rifiuta e allora lei passa al piano b, ovvero le minacce, dicendogli che avrebbe potuto rovinarlo, raccontando ogni cosa ad Annalise. Si torna al presente, dove la professoressa dice al gruppo di ragazzi di trasferire Rebecca a casa sua. Annalise la guarda negli occhi e le dice di smettere di fare la bambina. La questione è fin troppo seria e sa che ci sono in ballo delle vite. Le dice di star buona o Frank (Charlie Weber) provvederà a sbatterla nel seminterrato. Dice poi ai ragazzi di liberarla, e ovviamente il gruppo quasi impazzisce alla richiesta. Nessuno si fida di lei, neanche Wes, ma a comandare la nave è pur sempre Annalise. Bonnie (Liza Weil) riceve una chiamata da Frank, mentre è a letto con Asher (Matt McGorry), perché Annalise è nel suo ufficio nel tentativo di ricordare tutto della notte in cui litigò con Frank in merito alla storia con Lila. Si torna al 29 di agosto, con Sam che torna da Yale e chiama Annalise. I due parlano del lavoro di lui, e Bonnie la sente parlare al di là della porta di come lui potrebbe lasciarla sola in casa, a chilometri di distanza, per prendere quest’opportunità al volo. Nel frattempo Lila è arrivata a casa Keating e bussa forte alla porta d’ingresso. Vuol dire tutto ad Annalise di Sam, ma Bonnie le si para davanti e le suggerisce, con le cattive, di togliersi di torno. Tutto il gruppo, tranne Asher, è in ufficio, e si tenta di trovare una falla nella confessione di Rebecca. Stavolta Annalise vuol fare le cose per bene, nonostante il sequestro. Intende capire se sia stata davvero lei, avvalendosi della legge, una volta tanto. Il processo va avanti tutta la notte senza risultati. Il giorno dopo sono tutti a pezzi e si presenta alla porta l’avvocato dell’accusa contro Nate (Billy Brown), che dice d’avere un appuntamento con Annalise. Lei dice d’essere andata da Nate dopo la discussione con Sam. Fecero sesso e poi lei tornò a casa sua.

Nate l’ha seguita per assicurarsi che stesse bene. Nate entrò in casa e lui e Sam si picchiarono. Rebecca intanto parla con Connor (Jack Falahee) e prova a metterlo contro Wes, ma nessuno pare cascare nei suoi giochi mentali. Quando però sono tutti distratti Rebecca prende il cellulare di Michaela (Aja Naomi King) e manda un messaggio. Alla fine Frank manda via tutti i ragazzi e resta solo a parlare con Rebecca. La notte dell’omicidio Sam va alla confraternita e vede Lila. La bacia e le dice d’amarla, ma soprattutto che lascerà Annalise e tutto il resto delle frasi scontate di circostanza. Laurel (Karla Souza) intanto è terrorizzata all’idea che Rebecca possa farli sbattere tutti in carcere. Parla con Frank e gli dice che se necessario dovrà ucciderla, e lui se la prende molto. Annalise parla da sola con Rebecca e le dice che entrambe hanno rovinato l’innocenza di Wes. Rebecca alla fine confessa, dicendo d’aver ucciso Lila, ma è chiaro scherzi. Nata parla con Annalise e le dice d’aver capito il suo gioco, ovvero parlare di una rissa per giustificare le impronte sull’anello di Sam, e lei gli dice di fidarsi. Sul fronte Rebecca però si arrende, e sa di non poter dimostrare nulla. E’ tempo di lasciarla andare. Una volta giunta in casa però si rende conto che la ragazza non c’è più. Wes giura di non essere stato lui. Annalise gli crede e lo accarezza come una vera madre, e capisce che lui ha bisogno di credere che non sia stata Rebecca a uccidere Lila. Laurel esce con Michaela.

Una notte solo tra ragazze e lei le dà il suo anello. Lo ha avuto per tutto questo tempo e dice d’averlo trovato nell’auto di Connor. Si scopre inoltre che Oliver (Conrad Ricamora) ha mentito in merito al test fatto contro le malattie sessualmente trasmissibili. Non è risultato negativo. Flashback di Rebecca che cerca Lila sul tetto. La chiama e sente vibrare il cellulare. Cerca ovunque, fino a guardare nel tank colmo d’acqua e lì trova il suo cadavere. Si torna indietro a quando Sam la lascia lì. Scende giù e fa una telefonata. Chiama Sam e gli dice che deve occuparsi di questa situazione, perché glielo deve. E’ stato dunque Frank a ucciderla. Wes va finalmente via dalla casa di Annalise, che gli promette di trovare Rebecca. In realtà scende nel seminterrato, dove c’è Frank ma soprattutto il cadavere di Rebecca, e nessuno dei due si dice colpevole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori