L’eredità / Nessuna vincita nell’ultima puntata del programma di Carlo Conti

- La Redazione

Il riassunto della puntata del 24 aprile de “L’Eredità”. Nel preserale condotto da Carlo Conti la campionessa Olimpia spreca l’opportunità di portare a casa 40.000.

carlo_conti_R439
Foto InfoPhoto

La puntata de l’eredità si apre con un simpatico siparietto tra la campionessa Olimpia, proveniente da Bari e Carlo Conti, secondo la pugliese molto simile al santo protettore della città. Dopo la lettura di una poesia dedicata a Papa Francesco, la parola passa al primo sfidante della serata, Andrea, che lavora da diversi anni in una fabbrica che produce stoffa. La fidanzata lo definisce il classico ragazzo della porta accanto, e indica tra i difetti il fatto di essere molto prepotente e permaloso. Per lui la possibilità di raddoppiare passa per il “Quanti sono?”, il gioco in cui bisogna indovinare quanti sono gli oggetti che vengono chiesti dal conduttore, ma Andrea spreca l’opportunità. La palla passa a Rachele, studentessa al liceo classico, che vorrebbe proseguire gli studi per diventare criminologa e profiler. L’accompagnatrice è l’istruttrice di equitazione, che la descrive come bravissima, ma molto pignola. Per poter raddoppiare, Rachele deve vedersela con la coniugazione dei verbi, ma proveniendo da un liceo classico la ragazza ha vita facile. Marco è invece un rappresentante di vini, e spiega che il vino ha sempre cosa da raccontare, nel momento in cui viene versato nel bicchiere. Il concorrente deve indovinare se i paesi sono sopra o sotto l’equatore, ed anche lui riesce a raddoppiare. Arriva il turno di Cinzia, laureata in letteratura straniera col massimo dei voti, che sostiene di essere fidanzata con Leonardo di Caprio, e di essere molto gelosa quando lo vede amoreggiare con altre attrici! I mestieri sono l’argomento delle sue domande per il raddoppio, ma al concorrente non riesce l’impresa. Si passa dunque a Carmelo, che dice di essere stato aiutato tantissimo dalla sorella che lo ha interrogato ripetutamente prima della sfida. Bionde e brune però, non gli portano fortuna, mentre i proverbi permettono alla campionessa di raddoppiare. Dopo la prima fase, si accede alla seconda, ovvero al “Vero o Falso”: lungo turno di gioco, che vede l’eliminazione di Carmelo in seguito alla sfida lanciata da Cinzia. Subito dopo è ancora una volta Cinzia a rischiare l’eliminazione, ma la ragazza riesce a salvarsi ancora una volta, visto che Rachele non supera la sfida della piramide. La scossa vede protagonista Alessandro Del Piero, e a prenderla è la campionessa, che sconfigge Andrea nella sfida decisiva. Nel gioco successivo, “il bivio”, Cinzia viene nominata da Olimpia, ed anche in questo caso la campionessa riesce a trionfare e a rimanere sul suo trono. Olimpia può dunque accedere alla gara finale, quella della ghigliottina! In palio vi sono inizialmente 160mila euro, che scendono in fretta a 40mila euro; Olimpia ha un solo minuto per pensare alla parola vincente. La risposta fornita però, non è quella corretta e il rammarico della campionessa è immenso, tanto da sostenere che un errore del genere non riuscirà mai a perdonarselo: Olimpia rivela infatti di avere pensato alla parola esatta, ma di aver deciso di cambiarla senza un motivo valido proprio un attimo prima di scriverla.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori