THE MENTALIST 7/ Anticipazioni puntata 29 aprile 2015: la squadra protegge la testimone di un omicidio

- La Redazione

The Mentalist 7, anticipazioni puntata 29 aprile 2015: Patrick e Teresa devono proteggere una testimone di omicidio, ma lui le dà delle coordinate sbagliate per tenerla lontana dal pericolo

the_mentalist_phixr
The Mentalist
Pubblicità

Anche per oggi, mercoledì 29 aprile 2015, Premium Crime rinnova in prima serata lappuntamento con la settima stagione di The Mentalist: verrà trasmesso lottavo episodio, intitolato Il bianco dei suoi occhi. Un assassino uccide un testimone chiave nel processo contro Kelvin Bittaker, omicida anchegli: ma per sua sfortuna non riesce a terminare il lavoro e Lily Stoppard, altra testimone, rimane viva e viene messa sotto protezione dellFBI. Ben presto il team di Jane e Patrick capisce che tutta la famiglia Bittaker è coinvolta: la madre prende le decisioni, ma il killer professionista è stato assunto tramite un videogioco utilizzato dai figli. Grazie allesame attento della tecnologia, riescono a risalire al killer, che però scappa: Teresa organizza unabile strategia utilizzando Lily come esca, ma proprio quando il suo intervento sarebbe più prezioso, si accorge che Patrick le ha dato delle coordinate sbagliate per tenerla lontana dal pericolo. Loperazione finisce bene, ma tra i due le cose si incrinano

Pubblicità

Teresa (Robin Tunney) scopre che è stato emesso un mandato di cattura ai danni di suo fratello, testimone oculare di un omicidio. Qualcuno ha picchiato a morte Nathan Barnes, figlio di un giudice, circa una settimana fa, e ora non si riesce a trovare suo fratello. A parlarle di tutta questa storia è Julie Sandoval, alla quale Teresa dice di poterlo rintracciare. Riceve una telefonata da suo fratello Stan, che gli dice che Jimmy, il fratello più giovane e ricercato, è a Chicago. Lisbon deve partire e Patrick (Simon Baker) si offre di accompagnarla. Vanno entrambi in casa dei genitori di lei, da dove mancava da quando sono morti. Vedono birra e pizza, e dunque Jimmy è stato lì di recente. Jane si guarda intorno e le dice d’essere un po’ invidioso. Lui da piccolo non ha mai vissuto in una casa. Entrando in camera di lei, Jane viene attaccato da un ragazzo. Lisbon sale di corsa e questi scappa dalla finestra. Lei lo ha visto di sfuggita, ma sa che non era suo fratello. I due vanno a casa di Stan, dove questi fa il nome di Woody Squire, ex fidanzato di Lisbon. L’uomo dice anche d’aver ricevuto una telefonata dal fratellino, che però gli ha chiesto di non dire nulla. Stan non le ha detto nulla perchè credeva il fratello se la sapesse cavare, ma poi dice che ha ripreso a giocare a carte, e dunque potrebbe avere dei debiti da saldare. Si spiegherebbe così l’intruso in casa dei genitori. Teresa chiede a Jimmy di chiamare alcuni amici del fratello e provare a rintracciarlo. Arriva una chiamata da Wiley (Joe Adler) e dice d’avere informazioni sull’omicidio. Jane vuole parlargli e gli dà una descrizione dell’uomo che lo ha aggredito. Aveva un tatuaggio distintivo e puzzava di Aqua Velva. Vanno in una sala biliardo, dove trovano TJ, un vecchio amico, che nega d’averlo sentito, ma Jane afferra il cellulare e scoprono una telefonata. Sanno di dover andare al lago, e finalmente ecco il fratellino. Lisbon gli dice del mandato. I rapporti con Lisbon però sono compromessi e Jane chiede di parlargli da solo. 

Pubblicità

Ottiene la sua fiducia, dicendogli di andare con loro, ma che la sua testimonianza non servirà, perchè prenderanno l’assassino. Aggiunge di sapere chi fosse l’uomo e cosa cercasse, ma di non averlo detto a Lisbon. Si torna a Houston e Jimmy parla di una partita a poker e di Nathan, visto insieme a Charli McGillis, una certa Vicki e un tale Ben. La gara era gestita da George Holiday, pezzo grosso del crimine organizzato, al quale Nathan doveva 150mila dollari. Ora il piano è quello di introdursi nel mondo di George, e dunque del poker, anche se Patrick non crede il criminale abbia ucciso Nathan, perché così ha perso i suoi soldi. Si parla con la fidanzata di Nathan, che dice come sua madre, il giudice, si fosse espressa contro Ben in un processo. Usando Teresa come esca per George, Jane è dentro.

Intanto Stan viene pestato, e grazie a Jimmy Teresa scopre che il fratello deve 30mila dollari a uno strozzino. Jane vuole Jimmy al tavolo, perchè così farà comparire tutti i sospetti in un solo posto. La partita inizia ed è sorvegliata da Cho (Tim Kang), Wiley e Vega (Josie Loren). Jane gioca solo per analizzare gli altri, e infine Teresa inizia un piccolo show da sensitiva, dicendo di percepire la presenza di Nathan, ucciso lì, e che l’omicida sta giocando e ha un asso in mano. Jane ha passato un asso a tutti. Cho va da Charlie in bagno e gli di sapere che è stato lui e che ora Jane sta informando George, il quale crede Charlie stia facendo il doppio gioco. Charlie racconta che la sua fidanzata lo tradiva con Nathan, che si presentò al tavolo da gioco con una sua maglietta, con tanto di iniziali incise. Seguì Nathan all’esterno e lui negò tutto, ma Cho gli spiega che gli fu solo offerta una maglietta perché la sua s’era sporcata di caffè. Lo ha ucciso per nulla dunque. Si torna a Chicago per la festa del figlio di Stan. Teresa gli dice di sapere ormai tutto e di potergli prestare quanto basta per gestire la cosa e non farsi pestare ancora. I due fratelli le dicono d’apprezzare Jane e di non rovinare tutto con lui. Sono stati giorni folli e Teresa ringrazia Jane d’esserle stato accanto. Alla fine lo guarda negli occhi e gli dice di amarlo. Lui è molto felice e le dice d’essere sorpreso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori