VIRUS – IL CONTAGIO DELLE IDEE/ Gli interventi di Renzi e di Berlusconi. Replica e riassunto puntata 28 maggio 2015: video streaming

- La Redazione

Virus – Il contagio delle idee, replica e riassunto puntata 28 maggio 2015: come vederla in video streaming dal sito di Rai.tv. Gli interventi singoli di Silvio Berlusconi e Matteo Renzi

Virus_Nicola-Porro
Virus - Il contagio delle idee

Nella puntata di giovedì 28 maggio 2015 di Virus – Il Contagio delle idee, condotto da Nicola porro su Rai 2, sono presenti in studio quali ospiti di serata il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi ed il Presidente del Consiglio Matteo Renzi nonché segretario del Partito Democratico. Nel classico preambolo di inizio puntata, Porro sottolinea come il dibattito sarà incentrato sulle prossime elezioni regionali e nello specifico si andranno a valutare le proposte concrete di Berlusconi e Matteo Renzi. Si incomincia con Berlusconi, il quale sottolinea che allinizio nel 1994 quando lui è sceso in campo dando vita a Forza Italia, non avrebbe mai pensato che sarebbe rimasto in politica per un periodo di tempo così lungo per poi passare alla stretta attualità facendo presente come i provvedimenti che sta prendendo questo Governo lo preoccupino molto.

Berlusconi parla dellinnovazione portata da internet e dai social network facendo presente di non sapere se esso sia uno strumento in grado di far ottenere un maggior consenso popolare ma comunque aggiunge di aver apprezzato il consenso ottenuto con Instagram. Berlusconi poi sottolinea il timore che la pressione fiscale possa raggiungere nel prossimo anno il 45% e questo sarebbe un grande problema per la produttività, e quindi attacca il sistema Europa visto come una entità burocratica influenzata pesantemente dalla Germania. Poi il leader di Forza Italia fa presente come le prime cose che farebbe in ottica tassazione sarebbero quelle di togliere le tasse sulla case e quella sulle successione. Berlusconi poi parla di alcuni eventi accaduti durante il suo Governo, rimarcando di essere stato lui a far eleggere Mario Draghi alla presidenza della BCE ed inoltre che la guerra in Libia ad un certo è diventata impossibile evitare vista la mancanza di una chiara leadership aggiungendo di essere riuscito ad ottenere una serie di buoni accordi con Gheddafi. Berlusconi fa presente che lunico modo per arrivare ad una modernizzazione dellItalia sia quella di permettete una rivoluzione liberare, riformare la giustizia e prevedendo una riforma fiscale adeguata.

Il leader di FI poi parla di De Luca facendo presente come non abbia nulla da dire in quanto continua ad essere garantista e quindi attacca Renzi per la questione delle Legge Elettorale e di come sia venuto meno al patto del Nazareno imponendo una serie cambiamenti che non sono stati giudicati equi. Poi parla di Fitto facendo presente come il suo addio sia stato un qualcosa di positivo per il partito e quindi etichetta Renzi come un politico che banda al proprio tornaconto personale. Berlusconi ipotizza una possibile vittoria in quattro regioni da parte del centrodestra per poi aggiungere che anche in futuro Salvini e la Meloni da soli non riusciranno mai ad avere i voti necessari per poter pensare di andare al Governo. Parlando di politica estera, Berlusconi vede in Putin il principale leader in Europa aggiungendo che lIraq sia un Paese molto complesso che può essere governato soltanto da un dittatore non sanguinario.

Berlusconi sottolinea come lui sia costantemente alla ricerca di imprenditori che vogliano entrare in politica ma per il momento non è riuscito in tale intento aggiungendo come spetti alla gente decidere chi possa essere il nuovo leader del centrodestra e concludendo dicendo che il proprio programma possa essere sintetizzato con lintenzione di prevedere meno tasse possibili. In studio arriva Renzi che sottolinea come lui non stia facendo campagna elettorale bensì occupandosi dei problemi del Paese, per poi sottolineare come il vero punto delle regionali non sia lesito della contesa elettorale bensì riuscire a gestire al meglio la Sanità e tutte le infrastrutture. Poi parla in particolare della corsa in Liguria dove si dice certo che vincerà il Pd anche se poi lamenta il fatto che una parte di sinistra stia facendo di tutto per far vincere Toti e Salvini.

Renzi poi parla di come questo Governo stia tentando di rimettere in moto questo Paese e che probabilmente ora ci troveremmo in una situazione migliore nel caso in cui il Jobs Act fosse stato attuato ad esempio nel 2004. Renzi parlando di De Luca rimarca come sia stato un sindaco eccezionale per la città di Salerno e che nel caso dovesse Governare la Campania farà senza dubbio un ottimo lavoro. Poi sulla lotta alla criminalità, Renzi rimarca come essa possa essere attuata anche predisponendo il miglioramento del Paese in vari ambiti come lavoro, scuola e via dicendo mentre sui sindacati fa presente come occorra una legge sulla rappresentanza. Renzi elenca quello che ha fatto il Governo nel corso di questo anno ammettendo come ci sia ancora molto da fare per migliorare la situazione del Paese ma che comunque si sta procedendo sulla strada giusta. Quindi si parla di come agevolare il compito ai cittadini rispetto al fisco e del problema della eccessiva spesa pubblica sia a livello statale che locale. Renzi chiude facendo presente come cè voglia di migliorare leconomia con un piano industriale e che non pensa che si possa ripetere il risultato elettorale conseguito dal Pd alleuropee dove arrivò al 40,8%.

Replica Virus – Il contagio delle idee, puntata 28 maggio 2015: come vederla in video streaming – E possibile vedere o rivedere la puntata di Virus – Il contagio delle idee trasmessa ieri grazie al servizio di video streaming proposto da Rai.tv, cliccando qui.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori