PEPPE VESSICCHIO/ Chi è il direttore d’orchestra all’Arena di Verona 2015 (oggi, 3 giugno)

- La Redazione

Chi è Peppe Vessicchio, maestro d’orchestra, compositore e arrangiatore, che parteciperà ad “Arena di Verona 2015-Lo spettacolo sta per iniziare”.

vessicchio_peppe_r439
Peppe Vessicchio

Nella spettacolare serata dedicata alla presentazione della stagione lirica, intitolata “Arena di Verona 2015-Lo spettacolo sta per iniziare”, condotta da Paolo Bonolis, Belen Rodriguez ed Elena Santarelli, sarà il Maestro Peppe Vessicchio a dirigere l’Orchestra di Verona nell’esecuzione dei segmenti musicali pop, rock e jazz. Peppe Vessicchio, maestro dorchestra, compositore e noto arrangiatore molto conosciuto in tv, è nato il 17 Marzo del 1956 a Napoli, ed è proprio nella città partenopea che inizia la sua attivissima carriera sin da giovanissimo, collaborando con cantanti come Edoardo Bennato, Peppino Di Capri, Nino Buonocore e tanti altri. Dopo aver lavorato con questi grandi nomi della musica alla realizzazione dei loro dischi, inizia ben presto una nuova ed interessantissima collaborazione, stavolta con Gino Paoli, scrivendo a quattro mani successi passati alla storia come “Ti lascio una canzone”, “Coppi” e “Cosa farò da grande”. La carriera in musica del maestro Vessicchio sembra non conoscere interruzioni ed incertezze, e così nella sua maturità artistica continua a curare gli arrangiamenti di brani famosi appartenenti ai nomi più conosciuti nel panorama musicale italiano quali Ornella Vanoni, Syria, Biagio Antonacci, Avion Travel, Ivana Spagna, Max Gazzè, Zucchero, Andrea Bocelli e molti altri. La sua passione per la musica lo porta a lavorare spessissimo in televisione, dove il grande pubblico ha potuto ben presto conoscerlo ed apprezzarlo attraverso trasmissioni storiche come “Viva Napoli”, “Club 92”, “Buona Domenica”, “Note di Natale” e la maratona di solidarietà “30 ore per la vita”, associazione della quale diviene socio. Le soddisfazioni lavorative non mancano: una su tutte la direzione in mondovisione dal Cremlino del concerto in memoria del decennale della scomparsa di John Lennon. Nel 1990 il maestro Peppe Vessicchio inizia una nuova e proficua esperienza lavorativa che unisce la musica alla tv. Nasce così la sua fruttuosa collaborazione con la kermesse musicale di “Sanremo”, della quale fa parte ormai ininterrottamente da ben 25 anni, e nella quale ottiene quattro premi come miglior arrangiatore: nel 1994, nel 1997, nel 1998 e nel 2000, quando la giuria speciale è presieduta dal tenore Luciano Pavarotti. Notoriamente taciturno e riservato, Vessicchio è stato spesso “vittima” delle gag di Luciana Littizzetto, che sul palco dell’Ariston ha sostenuto di essere rimasta letteralmente “folgorata” dal maestro arrivando addirittura a tagliargli un pezzettino della sua folta barba grigia per avere con sé un ricordo dell’uomo. Pochi sanno, inoltre, che Peppe Vessicchio ha fatto una brevissima incursione nel cinema a soli 26 anni. Era il 1982 ed il maestro d’orchestra interpretò l’autista di un carro funebre nel film “Gigi il bullo” interpretato, tra gli altri, da Adriana Russo ed Alvaro Vitali. Impegnato fino allo scorso anno nel talent show di Maria De Filippi “Amici”, in onda su Canale 5, il maestro Vessicchio ha espresso in una recente intervista profonda ammirazione ed interesse per questa esperienza così diversa rispetto al passato, ritenendola “unoccasione importantissima per migliorarsi”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori