L’ULTIMA CASA A SINISTRA / Su Italia 1 il film diretto da Denis Iliadis con Aaron Paul (oggi, 11 agosto 2015, ore 23.25)

- La Redazione

L’ultima casa a sinistra, trama del film in onda martedì 11 agosto 2015: Italia 1 propone in seconda serata la pellicola diretta da Denis Iliadis con Aaron Paul.

Foto-Mediaset
Mediaset

Nella seconda serata di oggi, martedì 11 agosto 2015, c’è spazio per ‘L’ultima casa a sinistra’ nel palinsesto di Italia Uno. Pellicola diretta nel 2009 dal regista Denis Iliadis, che rappresenta però il rifacimento di un vero e proprio film d’autore, girato all’inizio degli anni settanta da Wes Craven. Un horror – thriller in piena regola che ha fatto scuola, e che viene dunque riportato con atmosfere moderne sul grande schermo dei nostri giorni. Un’operazione solo apparentemente nostalgica, ma capace di mostrare l’attualità delle trame di Wes Craven, maestro nel genere del thriller surreale, spesso capace di sfociare nell’orrore, ma anche nella riflessione sociale. ‘L’ultima casa a sinistra’ inizia sulla scena di un’efferata evasione. Infatti Krug Stillo (interpretato da Garret Dillahunt), fugge dalla prigione nella quale è rinchiuso grazie all’aiuto della sua ragazza, Sadie (interpretata da Riki Lindhome) e del fratello Francis (interpretato da Aaron Paul). Per la fuga però vengono uccisi dai tre degli agenti della polizia penitenziaria che avevano in custodia Krug. Nel frattempo, l’ignara famiglia Collingwood si reca nella propria abitazione in riva al lago per trascorrere un periodo di vacanza. Tutto procede per il meglio, fin quando la figlia della coppia, Mary, si reca a comprare delle sigarette dal ragazzo che gestisce lo spaccio del paese, Justin (interpretato da Spencer Treat Clark) che offre anche della marijuana alle due ragazze come gesto di convivialità. Justin chiede alle ragazze di accompagnarle nel motel dove sta soggiornando, e lì Paige e Mary trovano Krug, Sadie e Francis. I tre sono in realtà parenti di Justin, e raccontano la storia dell’evasione di Krug alle due giovani. La situazione precipita visto che, per coprire la propria fuga, Krug decide, sempre scortato da Sadie e Francis, di prendere in ostaggio le due ragazze. Nella fuga il gruppo ha però un incidente stradale, che offre a Paige e Mary l’occasione di fuggire: Sadie e Francis riescono però a raggiungere le ragazze, e a riportarle da Krug che scatena su di loro tutta la sua furia. Prima il criminale uccide brutalmente Francis, poi si accanisce su Mary violentandola. La ragazza riesce a raccogliere le proprie forze e a provare un ultimo, disperato tentativo di fuga, e si getta nel lago. Krug spara verso di lei dei colpi di fucile, e la colpisce alla schiena, lasciandola praticamente priva di vita a galleggiare sull’acqua. Krug, Sadie e Francis riprendono la loro fuga, ma vengono sorpresi da un violentissimo temporale che li costringe a cercare riparo. Scelgono una villa fingendo di essere campeggiatori in difficoltà, ma non sanno che si tratta proprio dell’abitazione sul lago di John (interpretato da Tony Goldwyn) ed Emma Collingwood (interpretata da Sara Paxton), ovvero i genitori di Mary. I due sono molto ospitali con i fuggitivi ignorando la terribile verità, ma all’interno della villa Justin, che non aveva mai lasciato i banditi in fuga, vede una foto di Mary e comprende così la vera identità della coppia. Roso dai tremendi sensi di colpa, Justin decide di lasciare un indizio per i genitori, smarrendo volontariamente una collanina che Mary aveva perduto durante la violenza subita. Ma la ragazza in realtà si è salvata dalla morte nuotando fino alla riva verso casa sul lago: il padre John riesce a salvarla estraendole con mezzi di fortuna le pallottole dalla schiena, mentre la madre, ritrovata la collanina, scopre che ospiti in casa sua ci sono in realtà gli aguzzini della figlia. I coniugi Collingwood riescono così a tendere una trappola a Francis, uccidendolo con una martellata in pieno cranio, e a Sadie, uccisa con un colpo di pistola, rubata allo stesso Krug che riesce però a sfuggire alla coppia e a nascondersi all’interno della loro casa. John ha con Krug una terribile collutazione, e proprio quando sembra ormai destinato a soccombere a causa della forza sovrumana del criminale, viene aiutato dalla moglie e da Justin, che mandano ko il bandito. John si vendicherà prima recidendo il midollo spinale di Krug, lasciandolo completamente paralizzato. Quindi, per finirlo, infilerà la sua testa all’interno di un forno a microonde, facendola esplodere e completando la vendetta su seviziatore della propria figlia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori