ESTATE IN DIRETTA/ Si discute di utero in affitto e madri surrogate. Ascolti e riassunto ultima puntata (oggi, 24 agosto 2015)

- La Redazione

Estate in diretta torna in onda anche oggi, lunedì 24 agosto 2015, sul piccolo schermo di Rai 1 sotto la guida di Eleonora Daniele e Salvo Sottile: nell’attesa, ecco cosa è successo venerdì

estate_in_diretta
Estate in Diretta

Oggi, lunedì 24 agosto 2015, andrà in onda su Rai 1 una nuova puntata di Estate in diretta. In attesa di scoprire quali saranno gli argomenti trattati, diamo uno sguardo agli ascolti registrati venerdì. La puntata è stata seguita nella prima parte da un milioni e 369 mila telespettatori, per uno share del 12.16% e nella seconda da un milione e 496 mila con uno share del 18.57%. Ecco che cosa è successo: buone notizie per Giuseppe, il ragazzo che giovedì aveva raccontato di essere stato cacciato via da uno stabilimento catanese perché gay. Forse anche per voler mitigare ciò che era successo nella scorsa puntata che aveva mostrato un Adinolfi fortemente critico verso lesposizione dei fatti, vengono mandate in onda le scuse da parte della proprietà. La vicenda sembrerebbe essere infatti accaduta in seguito a un forte nervosismo causato da una lite. Episodio quindi concluso nel migliore dei modi con grande contentezza sia da parte di Giuseppe che per Vladimir Luxuria che ricorda limportanza di coltivare la pace nelle relazioni interpersonali.

Si apre la possibilità di parlare di madri surrogate, grazia alla storia Americana di Allison che con laiuto della gemella Dawn ha coronato il suo sogno di diventare per la seconda volta madre. Marta Flavi rimane un po combattuta per quello che viene cinicamente chiamato utero in affitto, soprattutto pensando alle donne che portano avanti la gravidanza di un figlio che non sarà mai loro. Momenti di angoscia per una ragazza che dopo un diverbio con il fidanzato – e in preda a un momento isterico- si è gettata verso i binari della metropolitana di Milano. Intervento tempestivo, come evidenziato dalla terapeuta Annamaria Malucelli, in cui le forze dellordine sono riuscite a togliere la donna dai binari poco prima che arrivasse la metro. Sui binari passa anche lalta tensione, dice uno dei poliziotti intervistati, e la donna non è riuscita a toccarli e a rimanere folgorata. Si parla quindi di badanti e dei raggiri agli anziani da parte di alcuni rappresentati della figura sempre più richiesta nel territorio italiano. Vari i matrimoni fra anziani e giovani badanti per motivi poco chiari che hanno portato lo Stato a voler tutelare maggiormente una fascia debole del paese con delle Leggi antibadanti che regolamentino al meglio le pensioni di reversibilità.

In studio lavvocato Gassani, matrimonialista, sorride pensando a quegli anziani convinti di aver avuto la capacità di conquistare donne di molto più giovani. Situazione per cui la Malucelli evidenzia una sorta di alzheimer emotivo, una regressione sentimentale in cui luomo riscopre la sua tendenza narcisa di un tempo. Nuove notizie per il caso di Martina Levato che secondo le indagini psichiatriche avrebbe progettato il disegno di maternità in concomitanza con il piano vendicativo attuato ai danni del giovane sfigurato dallacido. Al telefono Livia Polodoro, presidente milan center for food law ad policy, sottolinea la correttezza della scelta del Tribunale dei Minori che ha dato la possibilità sia ai genitori che ai nonni di coltivare un rapporto col neonato. Concorde anche Paolo Gambescia che aggiunge lessenzialità di una procedura attenta e che consideri il tempo per prendere una decisione corretta. Annamaria Giannini, criminologa, si chiede se i genitori siano capaci di allevare Achille nel migliore dei modi. Diversa la posizione di Ester Palma, Corriere della Sera, che crede che sia lontana lipotesi di un cambiamento in meglio dei genitori. Torna a far parlare anche il caso di Elena Ceste: Boninconti avrebbe aggredito alcune guardie carcerarie. La Giannini preme sulla mania di controllo delluomo e sulla conseguente ira e l’avvocato Natale Fusaro anticipa che questo evento comprometterà in maniera decisiva la possibilità di usufruire di benefit in caso di condanna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori