FARGO 2/ Anticipazioni puntata 5 gennaio 2016: Otto Gerhardt esce di prigione per un controllo medico

- La Redazione

Fargo 2, anticipazioni puntata 5 gennaio 2016: Otto Gerhardt esce di prigione per un controllo medico, Simone ha un incontro amoroso con Mike Milligan e si lascia sfuggire del nonno…

fargo_R439
Fargo

Il piccolo schermo di Sky Atlantic manderà in onda oggi, martedì 5 gennaio 2016, un nuovo episodio della seconda stagione di Fargo. Si tratta del quarto, dal titolo “Fear and Trembling”. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: i Gerhardt stabiliscono che Floyd (Jean Smart) ha preso le redini della famiglia in attesa che Otto (Michael Hogan) si riprenda, e discutono ancora con i loro uomini sull’espansione di Kansas City. La matrona pensa che l’unica soluzione sia cedere ma Dodd (Jeffrey Donovan) continua a credere che debbano colpire la mafia rivale. Floyd vuole che le venga giurata fedeltà e riesce a convincerli a non fare la prima mossa, ma di attendere che siano i mafiosi di Kansas City a decidere se iniziare una guerra o meno. Intanto, Bulo (Brad Garrett) scopre che Rye (Kieran Culkin) ha ucciso un giudice e che subito dopo è scomparso. Mike (Bokeem Woodbine) crede che sia fuggito e viene nuovamente incaricato di trovarlo prima che lo facciano i Gerhardt. Nello stesso momento, lo sceriffo Larsson (Ted Danson) informa Lou (Patrick Wilson) che l’impronta trovata sull’arma ha trovato dei riscontri e che appartiene a Rye. Subito dopo, il detective va a Fargo per collaborare con la polizia locale e viene informato che i Gerhardt sono molto temuti oltre che riconosciuti come criminali incalliti. Lou chiede anche informazioni su Hank e i fratelli Kitchen ma viene avvisato che si sta addentrando in una situazione pericolosa. Hanzee (Zahn McClarnon) continua a cercare Rye e prova a carpire qualche dettaglio da Simone (Rachel Keller). La ragazza gli fornisce un indirizzo in cui si potrebbe nascondere lo zio ed Hanzee la spinge ad accompagnarlo. Lo sceriffo invece porta dei volantini con la foto di Rye al salone dove lavora Peggy (Kirsten Dunst). Betsy (Cristin Milioti) fa delle ipotesi sulla scena del crimine e suggerisce al padre che il killer potrebbe essere stato investito. La collega di Peggy sta per parlare dell’incidente che il marito ha avuto con il daino ma la donna riesce a deviare il discorso. Subito dopo, Peggy preleva il marito dalla macellerie e lo sprona a sistemare l’auto al più presto prima che qualcuno si avvicini troppo a loro. A Fargo, la Polizia ferma Skip (Mike Bradecich) e lo interroga riguardo alla causa che aveva in corso con la giudice uccisa. Lou vorrebbe torchiarlo un po’ ma il collega Ben Schmidt (Keir O’Donnell) lo convince a lasciarlo andare. Skip raggiunge l’appartamento di Rye ma trova Simone ad attenderlo. La ragazza lo convince ad entrare e insinua che sia lui il socio di cui parlava tanto Rye. Hanzee decide di portarlo dai Gerhardt e di torturarlo per farlo parlare. Nello stesso momento, i Blumquist organizzano un finto incidente per togliere l’auto di mezzo e avere una scusa per farla riparare senza dare sospetti. Lou e Schmidt decidono di andare a parlare direttamente ai Gerhardt ma l’accoglienza si rivela ostile fin dal primo istante. La famiglia si rifiuta di rispondere ad ogni domanda e Lou finisce per scontrarsi con Dodd. L’uomo viene frenato solo da una chiamata di Hanzee che richiede immediatamente la sua presenza. I due sono costretti ad allontanarsi e tornare verso Fargo. Sulla strada del ritorno, i due passano di fronte al negozio di Skip e Lou decide di seguire il suo istinto ma rimane da solo. All’interno trova Hank e i fratelli Kitchen che lo aspettano a fucile spianato. Il detective è convinto che sappiano dove si trova Rye mentre i mafiosi credono che possa essere lui a condurli dal Gerhardt. La tensione sale alle stelle e nessuno dei quattro vuole cedere. Alla fine Lou decide di lasciar perdere ed Hank esce dal negozio con i suoi uomini ma senza mai abbassare le armi. Quella notte, Dodd raggiunge Hanzee in un cantiere abbandonato e si arrabbia con Simone perché si è intromessa in affari che non la riguardano. Il Gerhardt fa poi delle pressioni su Skip ma non riesce ad ottenere nulla. A quel punto Hanzee spinge Skip verso una buca dove viene fatto sdraiare e sommerso da catrame fresco.

Nel quarto episodio di Fargo 2, intitolato “Fear and Trembling” Otto Gerhardt viene fatto uscire per un controllo medico che verifichi eventuali progressi sulla sua malattia. Intanto, Simone ha un incontro amoroso con Mike Milligan e si lascia sfuggire che il nonno sta per essere visitato. I fratelli Kitchen eliminano tutti gli uomini impiegati per proteggere Otto e lasciano solo l’anziano illeso, abbandonandolo nel parcheggio della clinica. Nel frattempo, Floyd ed i due figli incontrano Bulo e gli fanno una controproposta per il suo piano di espansione. La famiglia vorrebbe infatti essere un’alleata più che sottomessa alla mafia di Kansas City. Tuttavia Bulo è titubante, soprattutto perché Dodd è troppo aggressivo ed impulsivo, come dimostrato in precedenza durante il loro primo incontro. Bulo informa comunque i superiori ma riceve un rifiuto per la partnership e viene richiesta la resa totale dei Gerhardt. A Luverne, Hanzee riesce a risalire ai Blumquist e trova la fibbia di una cintura nel loro camino. Anche Lou sta parlando con la coppia, esponendo i suoi sospetti sul loro coinvolgimento nella morte di Rye. Ken e Peggy sono però convinti a non collaborare, anche quando vengono avvisati che i Gerhardt sono molto pericolosi. All’azienda di famiglia, Floyd istruisce i figli e tutti i suoi uomini sull’inizio della guerra contro Kansas City.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori