CLAUDIO LIPPI / Ultime notizie, dopo il malore: Salvati si interroga sulla veridicità dei tweet del presentatore (oggi, 6 Gennaio 2016)

- La Redazione

Claudio Lippi, le ultime notizie dopo il malore: Dimesso il 7 gennaio prossimo il presentatore potrebbe essere presto invitato in televisione per fare chiarezza su diverse questioni.

claudiolippi
Claudio Lippi

Negli ultimi due giorni si è parlato molto della situazione legata a Claudio Lippi, che dopo aver accusato un malore il 31 dicembre ed essere stato ricoverato a Matera è stato protagonista di una serie di tweet polemici su Matteo Renzi. Questi poi sono stati smentiti dallo stesso Lippi che sottolineava come fossero causa di un hacker o di un bontempone. Sulla quetione si è pronunciato anche il noto autore televisivo Marco Salvati sul suo profilo di Twitter. Queste le sue parole: “Dubbi sulla veridicità delle parole di Claudio Lippi perchè leggo che l’account non è verificato. Le nostre carriere sono in mano a ragazzini”. Clicca qui per il tweet.

Nonostate il malore che lo ha colto la notte di capodanno, Claudio Lippi non sembra ispirare agli utenti del web la dovuta comprensione che ci si aspetterebbe e dopo il tweet dedicato a Matteo Renzi gli utenti di Twitter si sono divertiti molto a prenderlo in giro. Tra le burle di cui è stato oggetto Lippi c’è anche quella più classica, la supercazzola. Un cinguettatore gli prepara la trappola: “Claudio non mollare! Oltre a Renzi, ti metterò in contatto anche con il tuo grande amico di sempre!”. Al “chi sarebbe?” del conduttore televisivo la risposta non si è fatta attendere: “Stoca**o”. Clicca qui per vedere lo screenshot della conversazione.

La richiesta di Claudio Lippi di parlare con il premier Matteo Renzi, che sembrava inizialmente opera di un hacker, si è poi rivelata effettivamente nata dal conduttore che “in un momento di noia” ha deciso di scrivere il tweet indirizzato al presidente del Consiglio. Un desiderio curioso che ha scatenatol’ironia degli utenti di Twitter, che hanno riproposto la domanda cambiando il membro del governo a cui richiedere udienza e le ragioni per cui ottenerla: “#ClaudioLippi ho la laringofaringite vorrei parlare con la #Madia posso? #mapercheno”, “#ClaudioLippi ho solo un po’ di raffreddore, posso parlare con la #Boschi?”, “Ho la bua, potete dirlo a @matteorenzi sono amico di #ClaudioLippi grazie”. C’è anche chi gli consiglia di chiedere un incontro a qualcuno più “altolocato”: “Caro #ClaudioLippi secondo me hai più bisogno di incontrare @Pontifex_it”, “#ClaudioLippi non è poi riuscito a trovare #Renzi. Oggi prova con il #Papa”.

Claudio Lippi potrebbe essere dimesso già oggi dall’ospedale di Matera dove è ricoverato dallo scorso 31 dicembre in seguito ad un malore che lo ha colpito poche ore prima dell’inizio della trasmissione “L’anno che verrà” che avrebbe dovuto condurre con Amadeus e Rocco Papaleo. Dopo alcuni giorni di silenzio e di massimo riserbo sulle condizioni del conduttore, nelle scorse ore, è stato lo stesso Claudio Lippi a rincuorare il suo pubblico sulle sue condizioni. Dopo essere stato in osservazione ed essere stato sottoposto a tutti gli esami del caso, Claudio Lippi è fuori pericolo e potrebbe tornare a casa già oggi. Sarà questo il regalo della Befana per il conduttore?

Claudio Lippi a breve verrà dimesso dall’ospedale di Matera dove è ricoverato dal 31 dicembre scorso, giorno in cui un malore l’ha costretto a saltare la diretta de L’anno che verrà su Rai Uno. Il presentatore è stato al centro di numerose voci in questi giorni, soprattutto incentrate su alcuni tweet apparsi sul suo profilo di Twitter e indirizzati al Premier Matteo Renzi. Si presume quindi che all’uscita dall’ospedale quando si sarà ristabilito il presentatore sarà ospite in televisione nei salotti più famosi per spiegare cosa davvero è accaduto, non che debba delle spiegazioni ma siamo sicuri che la sua professionalità lo porterà a parlare anche per tranquillizzare i tanti fans che ha accumulato in anni di onorata carriera. Possibile quindi che sarà magari ospite del salotto di Barbara D’Urso.

Claudio Lippi, dopo il malore che lo ha colpito la notte di Capodanno, potrebbe essere dimesso nelle prossime 48 ore. Il conduttore, dopo alcuni giorni di silenzio, è tornato a parlare prima tramite Twitter e poi rilasciando alcune interviste in cui ha spiegato quello che gli è successo. Ancora ricoverato presso l’ospedale di Matera, Claudio Lippi sta decisamente meglio e nelle prossime ore dovrebbe lasciare l’ospedale per tornare a casa. Nei prossimi mesi, poi, il conduttore dovrebbe iniziare un nuovo progetto sulle reti Sky di cui, però, non si conoscono ancora i dettagli. Il pubblico, nel frattempo, aspetta la sua prima uscita pubblica.

Claudio Lippi ha avuto un malore l’ultimo dell’anno, saltando l’appuntamento con la trasmissione di Rai Uno. Dopo questo evento per alcuni giorni non sono arrivate sue notizie che hanno fatto pensare male. Alcuni tweet nei confronti di Renzi avevano lanciato poi un ulteriore allarme, poi messo a tacere dalle parole dello stesso Lippi e da un hacker inopportuno. Per fortuna invece il presentatore sta bene e probabilmente sarà dimesso già il sette gennaio prossimo. Non tutti sanno però che la sua carriera è iniziata nel mondo della musica. Lo stesso Lippi racconta a Tv2000 in un’intervista di due anni fa che è stato uno dei primi a cui fecero riproporre famosi brani stranieri nella lingua italiana cosa che all’epoca non era cosa così diffusa. Nel suo racconto poi il presentatore spiega anche il rapporto difficile col padre quando inizialmente decise di iniziare questa carriera addirittura da minorenne. Clicca qui per il video dell’intervista a Tv2000 dove Claudio Lippi si racconta.

Claudio Lippi avrebbe dovuto condurre insieme ad Amadeus e Rocco Papaleo lo show della notte di San Silvestro di Rai Uno nello splendido scenario di Matera, se non fosse stato colpito a poche ore dall’inizio della diretta da un malore. Ora Lippi si trova nell’ospedale della città lucana, in condizioni buone, in attesa di essere dimesso il prossimo 7 gennaio. Una notizia che è stata al centro dell’attenzione pubblica anche per la discussa questione dei tweet rivolti a Matteo Renzi. In attesa di poter rivedere il buon Lippi, vogliamo ricordare come l’esordio nel mondo dello spettacolo sia avvenuto nelle vesti di cantante e per questo vi vogliamo proporre il video di una canzone dello stesso Lippi, Per ognuno c’è qualcuno. Clicca qui per ascoltare la performance del Lippi cantante.

Continuano a far discutere i tweet pubblicati sul profilo di Claudio Lippi con i quali il conduttore ha chiesto un incontro con Matteo Renzi. Il conduttore che ha confermato di voler conoscere il Premier, è diventato il bersaglio del popolo del web che sta attaccando il conduttore per aver sollevato un caso solo per visibilità. “Ho abboccato al 100% al tweet di Claudio Lippi pensando a gravi rischi da denunciare per struttura pericolante e cose simili”, “Caro Claudio Lippi secondo me hai più bisogno di incontrare il Papa”, “Claudio Lippi non è poi riuscito a trovare Renzi. Oggi prova con il Papa”, “Claudio Lippi sei il peggio ma magari volevi una spintarella in Rai?”, scrivono gli utenti del social network.

Un uomo, un perché direbbero dalla Gialappa’s: Caludio Lippi, che tra l’altro con i Gialappi ci ha condotto il mitico Mai dire gol. Dopo il malore di Capodanno, la questione “tweet Renzi” dall’ospedale nella giornata di ieri, tra un hacker e un dato di realtà, con il presentatore simpatico che rimane ancora all’interno della struttura ma verrà dimesso a breve, come spiegato qui sotto. Un uomo, un perché, nel senso che continuano le sue dichiarazioni da ieri sul fatto che vuole incontrare il premier Renzi perché lo stima un grande comunicatore con il quale prima o poi vorrebbe discuterne. Anche questa mattina in un’intervista al Corriere.it ribadisce il concetto e apre altri scenari: «Smentisco di ave detto quelle cose, io ho solo fatto un tweet, quello iniziale in cui gli chiedevo un incontro, tutto il resto ritengo sia stata opera di un hacker visto che sono poco tecnologico. Questa mattina all’improvviso nella mia stanza è piombata l’intera equipe medica e poi ha telefonato anche il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, che diceva che l’aveva contattato Renzi. Boh chissà cosa starà pensando il Premier dopo quel tweet, “lo staranno ammazzando il povero Lippi”, io invece sto bene e tornerò presto a Roma per la Befana». Rimangono alcuni dubbi su altri tweet visto che ad esempio ancora no sono stati cancellati dal presentatori, ma intanto l’avviso per i fan è importante a fine intervista: Da 50 anni bazzico la Rai e oggi siamo davanti ad un’altra trasformazione. «Ma perché continuano a comprare programmi da fuori, anziché produrli direttamente? Nessuno mi risponde. E io preparo uno show per Sky». Cosa sta preparando l’eclettico Claudio Lippi?

Ieri Claudio Lippi ha chiarito, parlando con ANSA, la questione del tweet relativo al premier Renzi e anche di tutti gli altri, di cui non ha riconosciuto la paternità: oggi, per tutti i fans dell’artista, arrivano altre buone notizie. Dopo il malore che lo ha colpito appena prima di Capodanno e che gli ha impedito di condurre L’anno che verrà al fianco di Amadeus e Rocco Papaleo, Claudio Lippi sarà dimesso giovedì 7 gennaio dall’ospedale di Matera. Lo ha comunicato all’ANSA ieri Giancarlo Calculli, il medico primario della cardiologia-Utic: ha inoltre sottolineato che non è da escludere che Lippi possa lasciare la degenza anche il 6 gennaio, dal momento che ha completato tutti gli esami necessari per la dimissione. Ai fans non resta che incrociare le dita e fare di nuovo un bel in bocca al lupo al conduttore.

La giornata di ieri è stata la prima in cui finalmente le condizioni di Claudio Lippi, dopo il malore che lo ha colpito la notte di Capodanno e lgli ha fatto saltare la conduzione dello speciale di Rai 1 con Amadeus, sono venute allo scoperto, in qualche modo almeno. È nato tutto infatti da un tweet che è comparso sul profilo dell’artista in cui si diceva “Se qualcuno ha modo di mettermi in contatto con Renzi vorrei parlare con lui”: da qui poi tutta una serie di notizie e altri tweet sempre dallo stesso profilo che però sembravano più opera di un hacker che non effettiva realtà. E la conferma arriva direttamente da Claudio Lippi, che in serata decide di raccontare all’agenzia Ansa, al telefono direttamente dall’ospedale dove è ancora ricoverato a Matera, l’intera vicenda. «Mi piacerebbe incontrare il premier Renzi, perché sono incuriosito dal suo modo di comunicare. Ma sul mio profilo Twitter ho scritto un unico messaggio, che adesso neanche si trova più. Non era un appello, ma una richiesta», riferisce l’artista che accusa poi qualche hacker o semplicemente qualcuno che mentre era in sala operatoria ha usato il suo telefono. Tutto risolto dunque, con la spiegazione che arriva sempre tramite Ansa e dove Lippi dice anche delle sue condizioni in netto miglioramento. «Ho scritto in un momento di noia, ora sto meglio, aspetto di essere finalmente dimesso dopo il rammarico di aver dato forfait ad un appuntamento al quale tenevo molto. E mi sono incautamente avventurato in qualcosa che non immaginavo potesse diventare un’arma a doppio taglio. Vorrei incontrare Renzi, mi interessa come comunicatore, anche perché non mi appartiene giudicarlo sotto altri profili. Lavoro da 50 anni e mi sono sempre interessato alla comunicazione, nelle sue varie applicazioni, e sono incuriosito dal modo di comunicare del premier: non sapendo come raggiungerlo, ho pensato di usare un canale che utilizza spesso». Ora si attenderanno le sue prime parole fuori dall’ospedale, ma la bella notizia per tutti i fan è che Claudio sta bene e a breve dovrebbe uscire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori