CANDICE RENOIR 4 / Anticipazioni del 6 ottobre 2016: il Comandante cambia look?

- La Redazione

Candice Renoir 4, anticipazioni del 6 ottobre 2016, su Fox Crime in prima Tv assoluta. Il Comandante assiste ad una lite furiosa; tensioni in arrivo fra Candice e Sylvie. 

candice_renoir_facebook
Candice Renoir 4, in prima Tv assoluta su Fox Crime

Nella prima serata di oggi, mercoledì 6 ottobre 2016, Premium Crime trasmetterà due nuovi episodi di Candice Renoir 4, in prima Tv assoluta. Andranno in onda la terza e quarta puntata, dal titolo “Il peggior nemico è nel nostro cuore” e “Meglio prevenire che curare“. Prima di scoprire  le anticipazioni, ecco cos’è successo la settimana scorsa:Candice (Cécile Bois) continua a fare dei sogni su Antoine (Raphaël Lenglet) e sul fatto che anche se torturata, il suo braccio destro più fidato la lascerebbe da sola. Al risveglio, rimane comunque il senso di vuoto lasciatole dal Sergente, ora nella squadra giudiziaria di Montpellier. D’altra parte, la vita sentimentale del Comandante sembra andare bene. Si è trasferita insieme ai figli in una casa che dà sull’acqua e David (Stéphane Blancafort) ha ormai gettato l’ancora nel porto proprio di fronte a lei. Nel frattempo, la squadra deve anche risolvere uno strano caso di omicidio, dove inizialmente viene sospettato il figlio della vittima. In più, Chrystelle (Gaya Verneuil) confida al nuovo collega di aver notato un comportamento strano nel Comandante e di credere che sia collegato sia all’abbandono della squadra da parte di Antoine che a quello precedente di J.P. L’ex Sergente invece avvia una relazione con il suo nuovo capo, ma qualcosa lo fa comunque continuare a pensare a Candice. Il Comandante invece è convinto che il colpevole sia comunque qualcuno della famiglia e scopre che il delitto potrebbe essere collegato con l’affitto di alcuni appartamenti. Più tardi, Candice si imbatte per caso in Antoine ed entrambi si accusano di aver abbandonato l’altro. Eppure i due non riescono a risolvere, anche se dovranno collaborare alle indagini per lo stesso caso. Il Comandante però rivela a Chrystelle di aver sorpreso Antoine a rubare il fascicolo su Victor Alonso (Eric Tatin), la vittima. Candice inizia ad indagare su un caso di stupro che vede come accusato una sua vecchia conoscenza. Tuttavia, Aline (Delphine Rich) è molto fragile e date le sue turbe psichiche viene convinta tramite le pressioni legali a far cadere le accuse. Il Comandante però è sicuro che sia colpevole ed inizia a cercare altri indizi per dimostrarlo. Candice viene anche informata che un nuovo caso di stupro, identico al precedente, è appena avvenuto. Recatasi sul posto, scopre tuttavia che alcuni particolari non combaciano e che si potrebbe trattare quindi di un imitatore. Ma chi potrebbe essere? Inizialmente Candice cerca di far combaciare le prove con l’imputato, convinta che abbia cercato solo di depistarla. Scopre però, grazie all’autopsia, che in realtà le violenze sessuali non sono avvenute con la stessa modalità. Non si tratta infatti di un uomo ad aver commesso lo stupro, ma di una donna che ha sfruttato un giocattolo erotico. Arriva così al nome della moglie dell’imputato che infine arresta proprio durante il processo del marito. Nel frattempo, i ragazzi iniziano ad essere incuriosidi da David e continuano a sorvegliarlo con il binocolo. Candice deve quindi agire con discrezione e soprattutto fare in modo che dalla finestra non riescano a vederla, mentre bacia il suo David.

Durante una pacifica domenica in famiglia, Candice diventa testimone, lungo la strada, di una vivace colluttazione fra un uomo anziano ed una donna estremamente arrabbiata. Arrivati alla stazione di Polizia, scopre ciò che le due persone coinvolte già sanno. Luc Normand è infatti il Presidente di un’associazione anti-abortista e continua a molestare Naomi, la stagista di un ospedale in cui si pratica l’aborto. Una volta trovato morto Normand, il sospetto si concentra maggiormente sulla cerchia delle sue amicizie, dato che non ha esitato ad ingannarli pur di sostenere la prorpia causa.

Per Candice è arrivato il momento di mettersi in discussione. Per apparire meno femminile e puntare invece su un aspetto più rispettabile, decide di tingersi i capelli di castano. Tutti i casi pensali vengono inoltre affidati a Montpellier e Candice, assieme alla propria squadra, iniziano a studiare un caso di furto che riguarda un drone altamente tecnologico. Il giovane boss della società produttrice è appena stato assassinato nel suo ufficio. Le politiche di guerra fra Candice e Sylvie riemergono di nuovo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori