Bring the Noise / Ultima puntata: Annalisa e Pardo vincono, Antonella e Asia Mosetti “le forze del male”

- La Redazione

La squadra di Annalisa, per cui Alvin ha mostrato un debole, ha vinto l’ultima puntata di Bring the Noise. Ecco i top e i flop della serata. Jake la Furia, Annalisa e Gordon i migliori

bring_the_noise_R439
Bring the Noise

L’ultima puntata di “Bring the Noise” ha schierato le due solite squadre di vip nelle piccole gare musicali e i quiz tra canzoni italiane e hit internazionali. Tra i playback, l’ironia e l’abilità nel gioco si sono distinti Jake la Furia, mai scontato nell’umorismo, persona e personaggio, (in)credibile nei panni di Gigi D’Alessio e stupefacente (molto più dell’apparentemente atletica Annalisa) addirittura sul tapis roulant. Eppure la delicata cantante rossa di capelli ha conquistato decisamente il pubblico, soprattutto i social che hanno lodato la sua classe, cultura e abilità canora. La sua esibizione in playback sulle note di “Occhi di gatto” ha mandato in fibrillazione Twitter, anche per il look coloratissimo della cantante. Ottima prova anche per Katia Follesa, con un’ironia costante (forse stancante dopo tot puntate) ma alla fine divertente. Bene anche Alvin, che conduce con eleganza e professionalità.

L’ultima puntata di “Bring the Noise”, in onda il 2 novembre, ha visto brillare alcuni personaggi come Jake la Furia, dall’ironia svelta e graffiante, e Annalisa, dolce e sofisticata. Al contrario c’è anche chi non si è distinto, come Naike Rivelli, decisamente sottotono rispetto alle sue performace abituali “sopra le righe”. Naike non ha risposto a quasi nessuna domanda e le poche volte che ci ha provato ha tentato di farsi suggerire. Anche Paola Caruso forse dovrebbe capire che il momento di squittire potrebbe finire. Di scarso aiuto alle due squadre che mimavano disperatamente alcuni successi (che la Bonas non indovinava), la sua apparizione è stata veloce e inutile. Idem le Mosetti, introdotte con l’ironia infelice “Stiamo per far entrare nella cabina le forze del male” (che ha causato una smorfia seccata di Asia) e fatte agitarsi e dimenarsi all’interno della cabina insonorizzata. Che altro dire di Bring the Noise? C’è da augurarsi una nuova edizione per l’anno prossimo? Non ne siamo così sicuri.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori