CHE VUOI CHE SIA/ Da oggi al cinema il film diretto da Edoardo Leo (9 novembre 2016)

- La Redazione

Che vuoi che sia, è il film che esce nella giornata di oggi, mercoledì 9 novembre 2016, nelle sale cinematografiche italiane. Diretto dal regista Edoardo Leo, la trama

E tu cosa saresti disposto a fare per 250mila euro? È la domanda intorno alla quale ruota Che vuoi che sia, il nuovo film di Edoardo Leo in uscita al cinema oggi, 9 novembre: una giovane coppia di precari si ritroverà a dover scegliere tra i soldi e la propria privacy. Il destino fa finire in rete una foto hot della donna, il popolo del web chiederà un suo porno in cambio di un quarto di milione di euro. Tra dilemmi esistenziali, gag esilaranti e interrogativi sulla vita moderna schiava della tecnologia, i due dovranno scegliere se girare il video a luci rosse diventando ricchi o rinunciare ai soldi per amore della propria intimità. Che vuoi che sia è una commedia all’italiana. È il quarto film da regista per Edoardo Leo dopo le prove in Ne parliamo a cena, Diciotto anni dopo, Buongiorno papà e Noi e la Giulia. Girato in Italia ed è ambientato interamente a Milano, la città più tecnologica che offriva panoramici freddi internettiani al regista romano. Leo ne firma la regia e la sceneggiatura ed è anche attore protagonista insieme a Anna Foglietta, Rocco Papaleo, Marina Massironi, Bebo Storti e a Massimo Wertmuller. 

Claudio (Edoardo Leo) e la sua compagna Anna (Anna Foglietta) sono una giovane coppia precaria che, per crisi economica e situazione di lavoro non soddisfacente, rimanda l’impegno del matrimonio e di un figlio. I due sperano di sbarcare il lunario grazie a un’app creata dall’amico Claudio (Rocco Papaleo) ma proprio questa invenzione hi-tech condannerà i due fidanzati ad una scelta senza precedenti: visto che su internet funziona solo il porno, Claudio provoca il popolo del web chiedendo quanto sarebbero disposti a pagare per un video hot amatoriale con la sua donna. La risposta è sensazionale: le offerte arrivano ai 250mila euro, il tempo stringe e Claudio e Anna devono decidere. Gli amici si offrono volontari. La domanda di sottofondo è Tu che cosa saresti disposto a fare per 250mila euro? Il finale, decisamente a sorpresa, trascende la pura e semplice commedia e offre spunti di riflessione interessanti e seri allo spettatore, costretto a domandarsi se ci siano limiti alla reputazione virtuale oltre i quali spingersi in nome del vil denaro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori