Andrzej Zulawski / News, Morto il regista polacco che aveva come musa ispiratrice Sophie Marceau. Guillermo Del Toro: Stavo per lavorare con lui

- La Redazione

Andrzej Zulawski, Morto il regista: si è spento stanotte il grandissimo artista polacco autore di film come ”Possession” e ”La Femme Publique”. Sophie Marceu era la sua musa ispiratrice.

andre
Andrzej Zulawski

Il mondo del cinema piange la perdita di un grandissimo maestro, il regista polacco Andrjez Zulawski che si è arreso dopo una feroce lotta al cancro. È arrivato poco fa un tweet di un collega, Guillermo Del Toro. Il messicano racconta come avrebbe dovuto a breve collaborare proprio con Zulawski. Questo il suo messaggio di grande dispiacere: “Zulawski mi si era avvicinato per la progettazione di un mostro per il master nel suo prossimo film. Volevo lavorare così tanto con lui…”. Di sicuro sarebbe stato per chiunque un onore così grande lavorare con un uomo così colto e che nella sua carriera aveva davvero dato tantissimo alla settima arte. Clicca qui per il tweet di Guillermo Del Toro.

Il cinema perde un altro grandissimo protagonista, si è infatti spento nella notte il regista polacco Andrzej Zulawski. Questi era malato da tempo di cancro e aveva 75 anni, l’anno passato fu ospite anche in Italia per la presentazione del suo ultimo film ”Cosmos”. Era un’artista completo, di grande personalità e rivoluzionario. Nel 1981 aveva stupito tutti con l’opera Possession, film che era diventato di ispirazione per tantissimi altri artisti come Gaspar Noè che nel suo Irreversible ha voluto dedicargli una lunga citazione. Tra le sue muse ispiratrici c’era anche la bellissima Sophie Marceau con la quale aveva girato il grottesco ”Amor Braque – Amore Balordo”. Oltre a tredici pellicole tutte di buona fattura Andrzej Zulawski ci ha lasciato tanto, dimostrando come cultura e cinema possano coincidere e andare avanti a braccetto insieme anche se spesso non tutti riescono a capirlo. I suoi film infatti sono opere intellettuali, quasi come quelle di un pittore che con il suo pennello anima una tela. Zulawski faceva lo stesso solo che imprimeva immagini, emozioni, sulla celluloide. Non lo dimenticheremo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori