A.D. ANNO DOMINI – LA BIBBIA CONTINUA/ Anticipazioni seconda puntata 28 febbraio e diretta prima: Inizia la persecuzione (oggi, 21 Febbraio 2016)

- La Redazione

Questa sera su Canale 5 va in onda AD Anno Domini - La Bibbia continua. Vediamo le anticipazioni relative alla prima puntata di questa serie kolossal ispirata al Vangelo

AD-la-bibbia-continua_R439 A.D. La Bibbia Continua

Tra una settimana tornerà l’appuntamento con A.D. Anno Domini – La Bibbia continua. Ci troveremo di fronte ad altri tre episodi che nella serie originale sono intitolati: ‘The wrath”, ”The first martyr”, ”The persecution”. Nel primo Pilato scatena la sua ira con la crocifissione di massa. Caifa non riuscirà però a condannare Pietro e Giovanni. Nel secondo invece Pilato vuole portare di nuovo a processo i discepoli di GEsù. Nel terzo infine Dopo aver fallito e senza essere riuscito a mettere a tacere gli Apostoli Caifa viene sfidato dal sommo sacerdote. Inizierà quella che sarà una vera e propria persecuzione contro i seguaci di Gesù Cristo.

È arrivato quasi alla conclusione della puntata. Dopo che Gesù Cristo si è palesato in seguito alla Resurrezione stanno per arrivare i problemi. Gli Apostoli vengono svegliati all’improvviso per pregare in nome di Dio, ma quello che accade a causa di Ponzio Pilato è dietro l’angolo. Solo la forza e la fede aiuteranno i dodici uomini lasciati sulla terra da Dio per continuare a diffondere il suo Verbo. Marco Druso intanto viene ucciso in uno scontro con una lama. Ponzio Pilato ordina di uccidere tutti.

A.D. Anno Domini – La Bibbia continua viviamo il momento in cui Pietro si consegna totalmente a Gesù Cristo che lo invita a seguirlo in tutto e per tutto. Gesù invita gli Apostoli di tornare a Gerusalemme per diffondere il Verbo, siamo alle basi di quello che sarà il Vangelo degli Apostoli. Ponzio Pilato uccide alcuni pentiti senza nessun tipo di pietà e di fronte agli occhi increduli dei suoi uomini. La moglie di Ponzio Pilato nota subito che c’è qualcosa di strano, non le è piaciuto che questi abbia fatto uccidere le guardie del Nazareno. Pilato ammette poi di trovarsi in una situazione di disagio anche se non svela il motivo vero.Intanto arriva il Re Erode.

A.D. Anno Domini – La Bibbia continua è il momento in cui Gesù si è palesato a tre giorni dalla crocifissione infatti è risorto e si è mostrato ai suoi Apostoli. Tommaso non c’era al momento dell’apparizione ed è scettico, quando gli si presenta di fronte il Signore si inginocchia e inizia a piangere. Ponzio Pilato non crede alla Resurrezione di Gesù Cristo e cerca una spiegazione alla mancanza del corpo, cercando di capire chi possa averlo trafugato. Cerca di ragionare con la logica, ma con totale assenza di fede. Assistiamo anche al miracolo della moltiplicazione dei pesci con Gesù che aiuta gli Apostoli a trovare quello che in una giornata di pesca non erano riusciti a raccogliere.

A.D. Anno Domini – La Bibbia continua siamo arrivati al momento della Resurrezione di Gesù. Le guardie romane davanti alla lapide sono fuggite all’arrivo di una persona che non sembrava umana. Nessuno crede sia possibile che la pietra a sigillo della porta potesse essere spostata. Gli Apostoli si recano sul luogo della sepoltura e non trovano niente, Gesù pare davvero essere risorto. Giovanni dice: “Non abbiamo trovato niente o forse tutto”. Fino a quando arriva il momento che Gesù si palesa dopo essere risorto e chiede di mandare messaggio a Maria. Gesù poi si porta anche davanti agli Apostoli per mostrare loro la via.

A.D. Anno Domini – La Bibbia continua stiamo vivendo i momenti appena dopo il seppellimento di Gesù Cristo. A Ponzio Pilato arriva la notizia che il Nazzareno aveva predetto che sarebbe risorto dopo tre giorni. Questi viene avvisato che probabilmente la tomba verrà svuotata per poi dare la parvenza della resurrezione. Rimane una minaccia per il Sinedrio e per Roma. E’ così che il corpo viene spostato perchè non si possa far finta che Gesù sia risorto. Gli Apostoli nel frattempo continuano ad aspettare la profezia che il Signore aveva fatto prima di essere crocefisso. Si spera che possa arrivare questo splendido segnale per tutti, anche se il racconto della sua tortura porta grandissimo dolore. Il suo corpo intanto sparisce, in maniera del tutto inaspettata. E’ già risorto?

A.D. Anno Domini – La Bibbia continua è iniziato da poco in prima tv su Canale 5. Abbiamo assistito all’atto di Ponzio Pilato di lavarsene le mani di fronte alla crocefissione di Gesù Cristo. Dopo questo tragico evento ci troviamo nella festività della Pasqua. E’ molto emozionante il momento in cui Gesù sulla croce invoca il nome di suo padre. Veniamo poi messi di fronte anche alla sepoltura di Gesù Cristo e al pentimento di Giuda che decide di impiccarsi per aver tradito il Signore per trenta denari. I fatti vengono raccontati molto rapidamente, ma le emozioni sono grandi e sicuramente c’è grande trasporto soprattutto per il pubblico credente. In molti vedevano nel Nazzareno una minaccia per il potere, anche se non era affatto così.

È appena iniziato A.D. Anno Domini – La Bibbia continua. C’è grande aspettativa di fronte ai primi episodi di questa miniserie che racconta gli eventi della Bibbia ispirandosi alle lettere di Paolo e agli Atti degli Apostoli. Subito in apertura possiamo assistere alla condanna e alla crocifissione di Gesù Cristo, senza che ci siano molte immagini a spiegare cosa è successo. La crocefissione è l’immagine forte con la quale si apre la serie che sembra davvero molto fedele alla Bibbia.

Va in onda questa sera il primo appuntamento con la serie tv A.D. Anno Domini – La Bibbia continua. Nel primo degli episodi che verranno trasmessi stasera, intitolato “La tomba è aperta”, vedremo Gesù venire mandato a morte da Ponzio Pilato con l’appoggio del sommo sacerdote Caifa. Per Pietro e gli altri discepoli sarà l’ora più dura. A seguire vedremo “Il corpo è scomparso” e “La discesa dello spirito”. Vi ricordiamo che oltre a poter vedere A.D. Anno Domini – La Bibbia continua su Canale 5, potrete seguire la fiction in diretta streaming sul sito di Mediaset, effettuando il log in qui.

La serie tv A.D. Anno Domini – La Bibbia continua, ispirata agli Atti degli Apostoli e alle Lettere di San Paolo vede l’attore, regista e modello argentino Juan Pablo Di Pace nei panni di Gesù. Juan Pablo è nato a Buenos Aires nel 1979, ma si è trasferito a Londra all’età di 17 anni. La sua carriera si compone di impegno sia sul piccolo che sul grande schermo, oltre che a teatro con numerosi spettacoli. In particolare, Juan Pablo Di Pace appare anche nel film Mamma mia! del 2008, L’Isola dei sopravvissuti (2005) e Tutti intorno a Linda, pellicola del 2009. Per la televisione, invece, ha recitato per esempio nelle serie tv Fisica o chimica e Dallas (2013). Stasera il pubblico dell’ammiraglia Mediaset avrà occasione di vederlo in A.D. Anno Domini – La Bibbia continua. – Questa sera su Canale 5 va in onda la prima puntata di A.D. Anno Domini La Bibbia continua, miniserie dedicata al Nuovo Testamento. Nelle intenzioni degli autori, si tratta di raccontare una parte a volte trascurata delle Scritture: quella che racconta gli eventi successivi alla Resurrezione di Gesù. Si tratta di un vero kolossal della tv, dato che sono stati spesi 22 milioni di dollari per la sua realizzazione. Gli esterni sono stati girati a Ouarzazate, in Marocco, e le riprese hanno coinvolto 400 tra tecnici e attori provenienti da tre continenti: Europa, Africa e America. Alla serie ha collaborato un team di 47 esperti, fra sceneggiatori, teologi, consiglieri e studiosi biblici e sono state compiute scrupolose ricerche iconografiche e storiche. Vedremo se avrà un buon riscontro di pubblico.

Il piccolo schermo di Canale 5, da oggi domenica 21 febbraio 2016 fino alla domenica delle Palme, farà una proposta davvero interessante al pubblico fedelissimo alla prima serata: si tratta di A.D. Anno Domini – La Bibbia continua, una serie tv di origini americane che rappresenta una sorta di seguito di “La Bibbia”, prodotto da History Channel, e che si ispira alle Lettere di San Paolo e anche agli Atti degli Apostoli. Sul sito di Mediaset è disponibile il video promo con qualche immagine di anticipazione rispetto a quello che vedremo stasera: il primo episodio mostrerà la condanna a morte di Gesù e la sua crocifissione. “La sua morte non è la sua fine” sottolinea una voce di sottofondo: a seguire, infatti, Gesù ritornerà con la resurrezione e la vita degli Apostoli continuerà nella fede. Clicca qui per vedere la clip direttamene dal sito Mediaset.

Questa sera, domenica 21 febbraio alle 21.10 su Canale 5 va in onda la prima puntata della miniserie “A.D. La Bibbia Continua”, ispirata agli Atti degli Apostoli e alle lettere di Paolo, che prosegue le vicende della serie di History Channel “La Bibbia”. Entrambe le serie sono state create e prodotte da Downey e Mark Burnett, ma non condividono lo stesso cast. In “A.D. La Bibbia Continua” Gesù è interpretato da Juan Pablo Di Pace (mentre ne La Bibbia aveva il volto di Diogo Morgado); Vincent Regan è Ponzio Pilato, mentre il sommo sacerdote Caifa è interpretato da Richard Coyle. Maria è interpretata dall’attrice di origini italiane Greta Scacchi, mentre Maria Maddalena ha il volto dell’attrice Chip Chung. La serie narra i principali eventi avvenuti subito dopo la crocifissione e risurrezione di Gesù, concentrandosi su sua madre Maria, sui leader politici dell’epoca e sui suoi discepoli.Stasera andranno in onda i primi tre episodi, vediamo le anticipazioni.

– Nel primo episodio “La tomba è aperta” il sommo sacerdote Caifa e il governatore Pilato decidono di condannare a morte Gesù per ristabilire l’ordine a Gerusalemme. In “Il corpo è scomparso” tre giorni dopo la sua morte, il sepolcro di Gesù viene trovato vuoto. Pilato e Caifa credono che siano stati i discepoli a nascondere il corpo e lo cercano invano. Intanto discepoli fuggono in Galilea, dove Gesù gli assegna la loro missione. Nel terzo episodio dal titolo “La discesa dello Spirito” i rivoluzionari zeloti cercano di assassinare Pilato durante la festa della Pentecoste. Sostenuti dallo Spirito Santo, i discepoli iniziano a predicare il Vangelo. Caifa arresta Pietro e Giovanni.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie

Ultime notizie