SERENA GRANDI/ L’attrice ospite di Silvia Toffanin (Verissimo, puntata 27 febbraio 2016)

- La Redazione

Tra gli ospiti della puntata di Verissimo in onda oggi pomeriggio su Canale 5 troveremo Serena Grandi, nome d’arte di Serena Faggioli, notissima attrice del cinema italiano

Toffanin_VerissimoR439
Silvia Toffanin (Infophoto2)

Tra gli ospiti della puntata di Verissimo in onda oggi pomeriggio su Canale 5 troveremo Serena Grandi. Serena Faggioli (questo il suo vero nome) è nata a Bologna il 23 marzo del 1958. Sin da giovanissima ambisce a entrare nel mondo del cinema e si trasferisce a Roma per cercare di essere notata per il suo fisico avvenente. Ottiene le prime piccole parti in ‘Tranquille donne di campagna’, ‘Teste di quoio’, ‘Pierino colpisce ancora’ nei primi anni ’80. Il primo film che offre alla giovane Serena Grandi una certa notorietà è ‘Tu mi turbi’ (1983) di Roberto Benigni. La svolta della carriera dell’attrice è l’incontro con il regista del cinema erotico per eccellenza: Tinto Brass. Con il cineasta milanese Serena Grandi ha la possibilità di girare il suo primo film come protagonista assoluta in ‘Miranda’ del 1985 al fianco di Andrea Occhipinti. Il successo di cassetta del film crea improvvisamente il personaggio di Serena Grandi, la maggiorata del cinema, desiderio proibito degli anni ’80. L’attrice gira tantissimi film in pochi anni, da ‘Desiderando Giulia’ (1986), ‘La signora della notte’ (1986), ‘Teresa’ (1987), ‘Rimini, Rimini’ (1987), ‘L’iniziazione’ (1987), ‘Le foto di Gioia’ (1987) e le commedie ‘Abbronzatissima’ (1987), ‘L’insegnante di violoncello’ (1989) e ‘In nome del popolo sovrano’ del 1990.

Negli anni ’90 la Grandi tentò di diversificare la carriera scegliendo ruoli non solo erotici come in ‘Monella’ (1998) sempre di Tinto Brass. Girò anche film drammatici come ‘La strana storia di Olga O’ (1995) e ‘Radiofreccia’ (1998), primo film come regista del rocker Ligabue. Negli anni 2000 con l’avanzamento dell’età Serena Grandi ridusse molto la sua attività cinematografica. Negli ultimi quindici anni ha girato solamente ‘Il papà di Giovanna’ (2008) di Pupi Avati, ‘Zoe’ (2008) di Giuseppe Varlotta, ‘Una sconfinata giovinezza’ (2010) sempre di Pupi Avati e una piccola apparizione nel film premio Oscar ‘La grande bellezza’ di Paolo Sorrentino.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori