HUMAN/ Da domani al cinema il film con intervistati di tutte le parti del mondo (28 febbraio 2016)

Human, da domani (29 febbraio 2016) al cinema un film che narra delle problematiche di non viene ascoltato, oltre duemila interviste in giro per il mondo, in ben sessanta Paesi.

28.02.2016 - La Redazione
alcinema
Cinema

‘Human’ in uscita da domani nei cinema d’Italia, è un film diretto da Yann Arthus Bertrand . Domani, Lunedì 29 febbraio 2016, è in uscita in tutte le principali sale cinematografiche italiane il film di genere documentario Human, prodotto e realizzato nel corso del 2015 in Francia per la regia di Yann Arthus Bertrand su un soggetto ed una sceneggiatura realizzate dallo stesso artista francese con la collaborazione di Francois Bernard e Anne Marie Sangfa. Una pellicola molto attesa prodotta dalla casa cinematografica della Humankind Production, la distribuzione è stata curata dalla Academy Two, nella propria versione originale ha una durata di ben tre e otto minuti con le musiche che compongono la colonna sonora che sono state realizzate dal maestro Armand Amar.

Una pellicola nella quale il regista e fotografo francese Yann Arthus Bertrand con a seguito la propria troupe composta da diversi cameraman, tecnici del suono e fotografi, si è recato in ben sessanta Paesi del mondo per realizzare oltre duemila interviste, dando così voce a persone che solitamente non ne hanno mettendo all’attenzione dell’opinione pubblica le loro problematiche spesso non prese in considerazione dal resto del mondo. Un racconto appassionante e travolgente delle varie sfaccettature dell’umanità alterando alcune incredibili riprese aeree che mostrano come natura ed umanità in alcuni casi riescono a fondersi in maniera suggestiva e molto impressionante. Un racconto che cerca di mettere insieme tutti i punti di vista giovandosi di tantissimi contenuti raccolti nel corso di un lavoro certosine di grande fattura,per dare una indicazione d’insieme dell’umanità, rispondendo ad una serie di domande in relazione al rapporto con la religione, con la morte e quant’altro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori