LUCIA GIORGI/ Lo scivolone all’ultimo Invention Test (MasterChef Italia 2016, Ed.5 ottava puntata 4 febbraio)

- La Redazione

Lucia Giorgi ha fatto un brutto scivolone nell’ultimo Invention Test, finendo poi al Pressure: il suo atteggiamento la penalizzerà? (MasterChef Italia 2016, Ed.5 ottava puntata 4 febbraio)

masterchefitalia5
I giudici di MasterChef Italia 5

La strategia di Lucia Giorgi ha rischiato di ritorcersi contro alla cuoca-sindacalista, nella settima puntata di MasterChef Italia 2016. L’approccio alla puntata della cinquantenne aspirante chef è stato come di consueto molto aggressivo. Nel corso della prova della Mistery Box, infatti, è stata lei a lanciare l’assalto ad Alida e ai suoi ingredienti. Nella prima prova di questa settimana infatti ogni concorrente poteva rubare ad un altro un ingrediente della Mistery Box. Lucia ha subito portato via l’aragosta ad Alida, seguita da Rubina che ha tolto alla ragazza piemontese i funghi e da Mattia che le porta via la trippa. Errore quest’ultimo strategico secondo Lucia, perché ha finito per far passare come vittima Alida, che infatti si è poi ritrovata fra i tre migliori della prova. Anche Lucia ha subito un duro attacco, con Erica che le ha portato via l’aragosta e Giovanni la trippa. La ricetta vegetariana preparata da Lucia non le ha permesso di piazzarsi tra le prime tre. La prova è stata vinta da Maradona che ha formato le coppie per l’Invention Test, per la preparazione di un complesso pasticcio di luccio in salsa allo zenzero scelto dallo chef Cracco. Lucia è stata messa in coppia con Laura: la preparazione del pasticcio è stata troppo lenta, la sfoglia è rimasta chiusa e l’umidità, per l’errata posizione del ‘caminetto’, non è fuoriuscita. Lucia e Laura si sono dovute giocare la permanenza a Masterchef nel duello: preparazione di una crepe flambé non esaltante per entrambe, ma alla fine è stata Lucia a cavarsela e a superare anche lo scoglio del Pressure Test.

Lucia assieme a Laura non ha dunque partecipato ad una prova in esterna abbastanza movimentata, in cui i concorrenti sono stati chiamati a preparare un pranzo (due portate sia per la Brigata Blu sia per la Brigata Rossa) per venticinque produttori della Valle del Po, su una barca proprio sul principale fiume italiano. Ad inizio puntata Lucia ha cercato palesemente lo scontro con Alida, ma alla fine si è trovata a preparare la ricetta della Mistery Box senza gli ingredienti principali proprio come la sua rivale. La coppia Erica-Giovanni infatti le ha riservato lo stesso trattamento, e Lucia ha dovuto digerire lo smacco di vedere Alida tra i primi tre della prova, nonostante gli ingredienti decimati, mentre la sua ricetta non è stato considerata tra le migliori. Smacco che ha forse innervosito la sindacalista, che ha commesso errori abbastanza banali nella preparazione del pasticcio di luccio con Laura. Su tutti, l’errato calcolo dei tempi, con il pasticcio che è stato infornato troppo tardi, rendendo addirittura ‘immangiabile’, secondo il parere dello chef Cannavacciuolo, la sfoglia. Nervosismo che è emerso anche nel duello con Lucia. I quattro giudici avevano chiesto una certa eleganza nella preparazione della crepe flambé, Lucia è caduta in fallo addirittura leccandosi il dito durante la preparazione, e approntando un piatto non certo bello da vedere. Alla fine gli errori di Laura, che ha scelto di preparare una crepe ben poco convenzionale con frutta cruda, hanno concesso una nuova chance a Lucia, che nel Pressure Test ha fatto uscire quel sangue freddo che a volte le è mancato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori