Egna / Trentino Alto Adige, la cittadella-mercato del Medioevo può vincere? L’evoluzione demografica (Borgo dei Borghi 2016)

- La Redazione

Egna, Trentino Alto Adige: Borgo dei Borghi. Il Comune in provincia di Bolzano era un fervente porto mercantile durante il Medioevo. Ora conta cinquemila abitanti. (27 marzo 2016)

egna
Egna

Il Comune di Egna si posiziona nella Pronvincia di Bolzano in Trentino Alto Adige, quest’anno partecipa al Borgo dei Borghi. Il Sindaco del Comune è Horst Pichler che è al suo secondo mandato. La superificie si estende per 23,58 chilometri quadrati con circa 5176 abitanti. La densità è abbastanza alta con 219 abitanti per chilometro quadrato. Il dato che spiazza arriva dall’evoluzione demografica che negli ultimi anni ha fatto segnalare dei record importanti. Pensate che nel 1921 gli abitanti erano 2518 e quindi in meno di cento anni la popolazione è raddoppiata. Probabilmente in molti avranno capito quanto si vive bene in un posto dove l’aria è sicuramente più pulita che in città e dove si possono cogliere anche molti altri lati positivi.

Il Borgo dei Borghi 2016 si sposta in Trentino, dove sorge il piccolo comune di Egna, storico crocevia di scambi e mercati. Egna è un comune di 5.000 abitanti, in provincia di Bolzano. Egna risale a un’età romana, e si trova nella Val D’Agine, tra il massiccio Roen e il Parco Nazionale del Corno Bianco, circondato da vigneti e meleti. L’attrazione principale di Egna sono i portici che ad un tempo avevano funzione mercantile; Palazzo Zenobio, la Chiesa Parrocchiale di San Niccolò. Durante il Medioevo, Egna divenne un grande borgo commerciale e rimase il più importante porto fluviale fino alle fine del XVI secolo. La famiglia Zenobio teneva il tribunale in Egna e per sottolineare la loro importanza, costruirono questo palazzo in stile barocco veneziano molto più imponente rispetto a tutto il centro storico, che è in stile gotico. La Chiesa Parrocchiale di San Niccolò, potrettore dalle alluvioni e patrono di Egna, è in stile gotico e barocco. Egna è famosa anche per i suoi prodotti locali, soprattutto per la produzione delle mele, grazie agli sbalzi termici che favoriscono una giusta colorazione delle mele. Anche la produzione di vino è famosa; infatti ci sono molte varietà come lo chardonnay, pinot bianco, pinot grigio, e pinot nero. Il tipico piatto di Egna è il canidolo in brodo, preparato con pane raffermo, latte, uovo, prezzemolo, speck, formaggio grattuggiato, farina.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori