Viggianello/ Basilicata, nel cuore del Parco Nazionale del Pollino: l’evoluzione demografica (Borgo dei Borghi 2016, oggi 27 marzo)

- La Redazione

Viggianello, Basilicata: Borgo dei Borghi 2016. Il comune sorge in Provincia di Potenza nel cuore del Parco Nazionale del Pollino su uno sporone roccio tra Basilicata e Calabria. (27 marzo)

Vigianello
Viggianello

Il Comune di Viggianello si trova in Provincia di Potenza in Basilicata. Quest’anno partecipa al Borgo dei Borghi. Viggianello si trova a cinquecento metri sul livello del mare e si estende per oltre centoventi chilometri quadrati. Conta circa tremila abitanti con una densità di circa venticinque abitanti per chilometro quadrato. L’evoluzione demografica è abbastanza preoccupante. Il comune nella metà del milleottocento contava circa cinquemilaquattrocento abitanti con un calo all’inizio del novenceto che aveva toccato il punto più basso negli anni dieci quando si scese di milleduecento unità. Da quel momento in poi però si erano registrate delle crescite importanti fino agli anni cinquanta quando si torno sui cinquemilacinquecento. Da allora a oggi però si è registrata una continua dimunizione con l’arrivo agli attuali tremila.

I telespettatori sono tutti in attesa di scoprire il verdetto finale del Borgo dei Borghi 2016, l’evento annuale di Rai 3 che vedrà la sfida per aggiudicarsi il titolo di Borgo più bello d’Italia. Sono 20 le località in gara, tra queste c’è anche Viggianello, un comune di 3.100 abitanti in provincia di Potenza. Si trova nel cuore del Parco Nazionale del Pollino e sorge su uno sporone roccioso, al il confine tra la Basilicata e la Calabria. Il borgo sovrasta la valle del Mercure. Viggianello ha origine dai monaci basiliani, che nel IX secolo, risalirono il fiume Mercure e costruirono un monastero dove ora sorge l’attuale castello. Il centro storico è caratterizzato da ripide scalinate e vicoli, ricco di monumenti artistici di grande pregio. Il castello è stato edificato dai normanni, ed ha visto il passaggio di molte casate come quelle dei San Severini e dei Montefeltro. A Viggianello si trova la Chiesa di Santa Caterina D’ Alessandria, del 1600, con stile romanico; la trabeazione è sostenuta da due colonne doriche che ricordano un tempio greco; l’interno è a croce latina a tre navate; nella volta centrale è raffigurato il martirio di Santa Caterina. Viggianello è una meta ambita soprattutto per chi ama lo sport e la montagna. L’attività più svolta a Viggianello è l’acqua trekking, praticata in sicurezza, accompagnati dalle guide, osservando la flora e la fauna fluviale. Vi sono percorsi adatti alle famiglie e percorsi più complessi per i più esperti. I cervi si trovano nell’area faunistica protetta dove solo nei periodi di magra vengono aiutati con l’alimentazione. Da secoli si allevano pecore e capre, con pascoli ricchi di erbe spontanee e con formaggi molto particolari, come il paddaccio fatto con le rimanenze della cagliata e per questo chiamato formaggio dei poveri. Piatto tipico di Viggianello è la braciola di trippa, fatta con olio, sedano, pomodorini, sale, prezzemolo, basilico, cipolla, aglio, peperoncino.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori