MAJOR CRIMES 4 / Anticipazioni puntata 7 marzo 2016: Sykes in difficoltà con una giovane testimone… dirà la verità a Sharon?

- La Redazione

Major Crimes 4, anticipazioni puntata di oggi, lunedì 7 marzo 2016, su Premium Crime in prima Tv. La squadra investiga su un triplo omicidio, ma Sykes sceglie di nascondere la testimone…

major-crimes-cast_R439
Major Crimes 4 su Premium Crime

Questa sera, lunedì 7 marzo 2016, Premium Crime trasmetterà dalle 21.15 un nuovo episodio di Major Crimes 4, in prima visione TV. La puntata che andrà in onda è la quinta, dal titolo “La spiata“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Buzz (Phillip P. Keene) si presenta in Centrale con la divisa, pronto per il suo primo giro in pattuglia. Flynn (Tony Denison) sarà il suo partner per il giro di prova, ma Provenza (G.W. Bailey) si intromette e decide di unirsi a loro. I nuovi sistemi tecnologici non fanno per il Tenente che da guidatore passa a copilota per poi finire sul sedile posteriore, evitando così che crei dei danni. I tre agenti rispondono ad una chiamata per schiamazzi segnalata in una camera d’hotel, dove Provenza e Flynn cercano di insegnare al nuovo agente i loro metodi. Una coppia di marito e moglie, Stu Sloan (Joe Regalbuto) e Janet (Lee Garlington), litigano furiosamente e Buzz cerca di calmarli applicando il protocollo. Credendolo in difficoltà, Provenza e Flynn intervengono con i loro metodi da vecchia scuola ed insultano la coppia per evitare che continuino ad urlare. Lasciata la stanza, Buzz sottolinea che non hanno chiesto il motivo del litigio, ma subito dopo nota che una cameriera è appena svenuta lungo i corridoi. La donna riferisce di aver trovato un cadavere nella vasca da bagno, un delitto dovuto all’alcool secondo Flynn e Provenza, ma non per Buzz che contatta il Comandante. L’agente ha infatti trovato un biglietto nella stanza che riporta lo stesso cognome della coppia di poco prima e crede che qualcuno lo abbia ucciso. Provenza lo riprende duramente perché la sua segnalazione comporterà la chiamata della Crimini Maggiori. Sharon (Mary McDonnell) si presenta con tutta la squadra e Provenza e Flynn continuano con la loro teoria secondo cui Danny Egan (Mat Devine) si sarebbe suicidato. Poco dopo, Tao (Michael Chan) trova delle tracce di magnesio e scopre da alcuni dettagli che in realtà si tratta di omicidio. Più tardi, Rusty (Graham Martin) trova in alcune foto del campus un volantino in cui è presente il numero di telefono di Alice, ma la segreteria è bloccata da un codice. Sharon gli ricorda che si potrebbe sbloccare con l’impronta della ragazza e questo le suggerisce un modo per sbloccare il telefono di Evan. La vittima era nell’hotel per partecipare al matrimonio di Lisa Sloan (Galadriel Stineman), la figlia della coppia e sul suo cellulare vengono trovati diversi messaggi ambigui. Dana, la sorella della sposa, riferisce alla Polizia che Danny provava ancora dei sentimenti per Lisa e che le aveva detto tutto proprio il giorno delle prove del matrimonio. I sospetti si spostano sulla ragazza, ma gli agenti scoprono che è scomparsa. Subito dopo, Dana accusa una cameriera di aver rubato tutti i suoi ansiolitici, ma gli agenti cercano di capire se potrebbe averli presi invece Lisa. Mentre stanno parlando, il trucco dello sposo cede e compare un occhio nero. Nel frattempo, Rusty chiede aiuto a Tao e Julio (Raymond Cruz) per trovare la password che sblocchi il telefono di Alice e i detective gli suggeriscono di cercare una parola ricorrente per la ragazza. Brad Pearson (Blake Griffin) riferisce che è stata Lisa a colpirlo e grazie alle carte di credito la ragazza viene individuata. Sharon capisce che Lisa è innocente, ma al padre riferisce una versione diversa, in modo che l’uomo confessi l’omicidio. Stu riferisce di aver ucciso Danny perché rischiava di far saltare il matrimonio della figlia e di conseguenza anche la possibilità che la sua società si fondesse con quella del padre di Brad. Riesce anche a convincere Sharon a farlo andare al matrimonio della figlia vista la fortuna che ha dovuto pagare. Una volta chiuso il caso, Rusty riesce a scoprire il codice per sbloccare il cellulare di Alice. Buzz chiede invece a Provenza che voto intende dargli per il suo giro di pattuglia ed il Tenente opta solo per un 93, specificando che è uno dei più alti della sua classe. Buzz gli ricorda che hanno risolto un omicidio, ma Provenza non è ancora disposto ad ammettere che il giovane agente lo abbia battuto in astuzia.

Rusty confida al suo terapeuta di aver trovato un messaggio nella segreteria di Alice significativo per dimostrare l’innocenza di Slider. Sceglie appositamente di non dire nulla a Sharon perché crede che sia una sua responsabilità identificare la vittima con il suo vero nome. Intanto, la squadra indaga su un doppio omicidio che nel giro di qualche minuto diventa triplo, a causa della morte di una terza vittima avvenuta in ospedale. L’arma del delitto non viene trovata sul posto e Sykes inizia a cercarla nei vicoli vicini. Poco dopo, una voce le indica il punto esatto in cui trovare la pistola ed il testimone misterioso le chiede di raggiungerla in casa. Sykes si trova di fronte ad una ragazzina di 12 anni e per timore che le succeda qualcosa, decide di non rivelare a nessuno la sua esistenza, chiedendole anche di non parlare di ciò che ha visto per nessun motivo. Più tardi, Julio risale ad altri due omicidi compiuti con la stessa arma in cui le vittime sono altri due membri dei Monsters. Data la ferocia con cui è conosciuta la gang, la preoccupazione di Sykes che la ragazzina venga scoperta aumenta con il trascorrere dei minuti. Tutta la squadra capisce che sta nascondendo un testimone e Provenza la avvisa in privato che prima o poi dovrà fornire quel nome. Sykes invece è convinta che il leader della banda possa arrivare a confessare e le risparmi quindi di dover dire la verità su come ha trovato la pistola.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori