SI VIS PACEM PARA BELLUM / Da oggi al cinema il film di Stefano Calvagna (18 maggio 2016)

- La Redazione

Si Vis Pacem Para Bellum, è il film che esce oggi, mercoledì 18 maggio 2016, nelle sale cinematografiche. Diretto da Stefano Calvagna, tra gli attori Francesca Fiume, Lucia Batassa

Cinema_SalaR439
Il film al cinema (Infophoto)

È prevista oggi, mercoledì 18 maggio l’uscita di Si Vis Pacem Para Bellum, film di Stefano Calvagna distribuito da Poker Entertainment. La pellicola si pone a metà strada tra il noir e il genere thriller e vede Calvagna impegnato nel ruolo di regista, attore e sceneggiatore. Nel cast ci sono anche: Francesca Fiume, Lucia Batassa, Emanuele Cerman e Massimo Bonetti. Il film è stato realizzato con un budget molto basso e in meno di due settimane, il titolo si riferisce alla celebre locuzione latina Si Vis Pacem Para Bellum, che letteralmente significa “Se vuoi la pace, prepara la guerra“. 

Protagonista della storia è Stefano un quarantenne romano, che vive ai margini della società. L’uomo si occupa di sicurezza nei locali notturni della capitale ma per arrotondare il magro stipendio non si fa scrupoli a uccidere persone per un boss della zona, Rico interpretato da Massimo Bonetti. L’uomo vive una doppia vita, quella del buttafuori e del killer, secondo però precise regole e una propria morale. Stefano non è un cane sciolto ma un uomo con principi e molte passioni, è legato alla madre malata di Alzheimer ed anche un grande appassionato di cucina cinese. L’incontro con Lee Ang, giovane cameriera del ristorante cinese dove spesso va a cena, metterà l’uomo di fronte alle sue scelte e gli farà scoprire nuove emozioni. Stefano sogna di andare a vivere con Lee in Cina ma deve fare i conti con la realtà. Tra sacrifici e prese di coscienza la storia arriverà ad un inaspettato epilogo. 

Calvagna è un regista eclettico e indipendente e questo film è l’ennesima prova del suo estro creativo. Il regista ha avuto a disposizione un budget bassissimo per realizzare il lungometraggio, circa diciassettemila euro per un totale di dieci giorni di lavorazione. Per la sua opera ha preso ispirazione da diversi generi cinematografici come il thriller e il noir ma ha cercato di incanalare il tutto nel dialetto romanesco e nella criminalità di quartiere, senza però dimenticare un certo carattere cosmopolita con i continui richiami alla Cina. Stefano Calvagna è anche un regista molto prolifico, Si Vis Pacem Para Bellum è il suo secondo film in uscita nel 2016. A marzo di quest’anno è uscito Un Giorno Nuovo con Sveva Cardinale e Danilo Brugia, pellicola che racconta del difficile percorso di rinascita un giovane transgender. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori