Lo scudo dei Falworth/ Su Rete 4 il film con Tony Curtis, la pellicola tratta dal libro di Howard Pyle

- La Redazione

Lo scudo dei falworth, in onda oggi 4 maggio 2016 su Rete 4, a partire dalle ore 16.45. Andiamo a scoprire la trama di questo film, il cast e tutti i dati salienti della pellicola.

Foto-Mediaset
Mediaset

Andiamo a scoprire un paio di notizie sul film in onda oggi su Rete 4 alle ore 16.45, Lo scudo dei Falworth. All’epoca del film i due protagonisti (Tony Curtis e Janet Leigh) erano marito e moglie nella vita reale. Il primo film cui i due attori hanno partecipato assieme è stato ‘Il mago Houdini’ nel 1953. Lo scudo dei Falworth è tratto da un romanzo di Howard Pyle, scritto nel 1891 ed intitolato “Men of Iron”: tra libro e film sussistono diverse e sostanziali differenze. Per esempio tanto il padre quanto la madre di Myles sono vivi e vegeti. In compenso nel libro il ragazzo non ha alcuna sorella.

La pellicola in onda oggi su Rete 4 alle 16.45 è un film del 1954, diretto da Rudolph Maté: Lo scudo dei Falworth. I protagonisti di questa produzione sono interpretati da Tony Curtis e Janet Leigh, all’epoca marito e moglie. Altri attori da menzionare sono David Farrar, Barbara Rush, Torin Thatcher, Herbert Marshall e Patrick O’Neal. La vicenda si svolge nell’Inghilterra degli inizi del ‘400. 

Myles Falworth (Tony Curtis) è il figlio di un arciere che vive nel villaggio di campagna di Crosbey-Dale assieme a Meg (Barbara Rush), sua sorella. Il Conte di Alban ed il suo amico Sir Robert partecipano ad una battuta di caccia assieme a re Enrico IV d’Inghilterra: le loro peregrinazioni li portano a raggiungere proprio il villaggio in cui vive il giovane uomo. Myles si nasconde per non dover essere arruolato nelle truppe del Conte di Alban: il nobile è un piccolo tiranno che non ha alcun rispetto per il popolo inglese. Quando, però, Sir Robert insidia sua sorella Meg, Myles esce allo scoperto e fa di tutto per difendere la virtù e l’incolumità della fanciulla. Verrà braccato dagli sgherri del conte che vogliono fargli la pelle: un popolano non può in nessun caso scontrarsi con un aristocratico. Fortunatamente il giovane riesce a trovare asilo nella chiesa di Fratello Edward: qui, in seguito, verrà raggiunto dalla sorella. I due giovani scoprono di non essere affatto figli dell’arciere: la loro nascita, invece, ha nobili origini. Appartengono alla casata dei Mackworth: quando la loro famiglia è stata sterminata a causa di intrighi di corte, il padre li ha affidati alle cure del frate e del loro genitore adottivo. A riprova di quanto sta dicendo, il frate esibisce ai due giovani un anello con lo stemma di famiglia (lo scudo dei Falworth). Myles pretende di riavere l’oggetto anche se sa bene che è molto pericoloso farsi trovare con indosso questo emblema. Il giorno successivo, il ragazzo decide di andare al castello di Mackworth assieme alla sorella ed al padre: lungo il cammino presterà soccorso ad una fanciulla. La giovane è inseguita da un cavaliere: Myles si scontrerà con il farabutto. Scoprirà solo più tardi che la ragazza non era affatto in pericolo: i due stavano solo giocando. La bella dama è Lady Anne (Janet Leigh), figlia prediletta del Conte di Mackworth; il cavaliere, invece, è Walter Blunt (Patrick O’Neal), ufficiale del castello. I due ragazzi verranno riconosciuti per essere due nobili caduti in disgrazia: il Conte di Mackworth (Herbert Marshall) deciderà di proteggerli in memoria del loro padre defunto, un tempo suo amico. Secondo l’anziano nobiluomo, Myles è dotato di ottime qualità morali, di forza e di grande coraggio: solo lui può salvare l’Inghilterra dalle macchinazioni del Conte di Alban contro la monarchia britannica. Myles è davvero l’uomo giusto: in un torneo ucciderà regolarmente il perfido aristocratico: potrà così sposare la bella Lady Anne.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori