The nice guys / Da oggi al cinema il film con Russell Crowe e Ryan Gosling: il trailer, video (1 giugno 2016)

- La Redazione

The nice guys, è il film che esce oggi, mercoledì 1 giugno 2016, nelle sale cinematografiche italiane. Diretto dal regista Shane Black, tra gli attori Russell Crowe, Ryan Gosling

Cinema_SalaR439
Il film al cinema (Infophoto)

1 giugno 2016 Esce oggi, 1 giugno 2016, al cinema il film diretto da Shane Black The nice guys. Nel cast troviamo due attori davvero di grande spessore come Russel Crowe e Ryan Gosling. Negli Los Angeles degli anni settanta i due lavorano insieme per risolvere due spinosi casi. Da una parte c’è una ragazza scomparsa e dall’altro un’attrice di film per adulti morta in strane circostanze. Riuscirà questa ”strana coppia” a trovare un epilogo a queste vicende seppur con un modo strampalato di agire? Staremo a vedere. Oltre a una sana dose di thriller il film ci offre anche qualche risata e un tono da classica commedia made in Usa. Clicca qui per il video del trailer del film.

1 giugno 2016È ormai prossimo all’uscita nelle sale cinematografiche italiane The nice guys, film diretto da Shane Black, regista già noto per aver diretto Iron Man 3, nel 2013 e per aver scritto la sceneggiatura di una lunga serie di action movie degli anni ’80 e del decennio successivo, in particolare Arma letale e Last action hero. La vicenda descritta nel film, della durata di quasi due ore, è ambientata a Los Angeles, durante il Natale del 1977. I protagonisti sono Jackson Healy (Russell Crowe) e Holland March (Ryan Gosling): il primo è un investigatore propenso all’uso della forza nel corso delle sue indagini, mentre il secondo è un detective privato abbastanza stravagante nella sua tecnica d’indagine. I due si trovano costretti a collaborare nonostante le evidenti differenze quando diventa chiaro come due casi all’apparenza distinti, quelli riguardanti il decesso di una star del cinema porno e la scomparsa di una ragazza, Amelia Kuttner (Margareth Qualley), sono invece strettamente connessi. A rivelare i legami inizialmente passati sotto traccia sono proprio le rispettive indagini, condotte in una Los Angeles in cui la corruzione è all’ordine del giorno e nella quale le organizzazioni criminali sono in grado di indirizzare il potere politico per tutelare i propri interessi. Come faranno anche in questa occasione per cercare di mandare fuori strada la strana coppia di investigatori, riuscendoci almeno parzialmente. 

In una intervista rilasciata pochi giorni fa, Shane Black ha voluto espressamente dichiarare il tributo del suo film a Chinatown, ricordando al contempo di aver cercato però di mixare al meglio le caratteristiche della commedia con quelle che distinguono invece il filone dark. Per i suoi due detective, strutturati come veri e propri antieroi, il regista ha invece preso come punto di riferimento il Clin Eastwood di Per un pugno di dollari, facendone dei tipi assolutamente fuori contesto e in perenne lotta con un ambiente circostante dal quale sono del tutto avulsi. Inoltre ha voluto sottolineare come la vera e propria ossessione per le feste natalizie che permea gran parte dei suoi film, anche quelli che lo hanno visto in veste di sceneggiatore, è dovuto proprio alla voglia di creare un forte contrasto tra i toni di festa che si respirano all’interno delle case e l’esclusione dei suoi protagonisti da quell’atmosfera calda e allegra. Infine ha affrontato il tema relativo alla possibile accoglienza del pubblico nei confronti di una storia che sembra scritta appositamente per non creare alcun tipo di empatia per i personaggi che si affrontano durante la narrazione. In tal senso ha affermato come essendo anche lui uno spettatore, confidi sul fatto che i suoi gusti possano infine combaciare con quelli di una platea vasta come quella che affolla le sale cinematografiche. Naturalmente il cast richiama molto da vicino L.A. Confidential, considerata anche l’apparizione di Kim Basinger nei panni di Judith Kutner e l’ambientazione a Los Angeles. La pellicola viene espressamente citata in una scena in cui Russell Crowe manda la testa di un avversario a sbattere su un tavolino, mentre Gosling afferma come sarebbe molto meglio non costringere il suo provvisorio partner a passare alle maniere rudi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori