PRONTI A MORIRE/ Su La7 il film con Sharon Stone e Gene Hackman

- La Redazione

Pronti a morire, il film in onda su La7 oggi, domenica 10 luglio 2016. Nel cast: Sharon Stone e Gene Hackman, alla regia Sam Raimi. La trama del film nel dettaglio.

la7_logo_R439
film prima serata

È il film in onda su La7 oggi, domenica 10 luglio alle ore 11.30. Una pellicola del 1995 che è stata scritta da Simon Moore e ha visto la regia di Sam Raimi per essere presentata in America con il titolo originale di The Quick and the Dead, Pronti a morire, vede la partecipazione di un cast di attori illustri, primi fra tutti Sharon Stone, Gene Hackman, Russell Crowe e la partecipazione di Leonardo DiCaprio e Gary Sinise. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

Ambientato nel vecchio West, nelle intenzioni della produzione il film doveva essere un mix fra il vero western ed una sua parodia del genere spaghetti. Siamo nel 1878, la giovane Ellen arriva nella cittadina di Redemption in cerca del governatore John Herod che anni prima l’aveva spinta ad assassinare suo padre, allora sceriffo. La giovane Ellen, giunta sul posto con l’apposita intenzione di eliminare il governatore, viene a conoscenza che questi allestisce ogni anno un torneo per eleggere il pistolero più veloce dello Stato. Vedendo in questa situazione l’occasione per vendicare suo padre, Ellen inizia ad insediarsi nella cittadina e a conoscere alcuni uomini per riuscire a farsi conoscere e ad iscriversi al torneo. Durante i suoi primi giorni conosce Cort, ex braccio destro del governatore che si è fatto prete a causa del comportamento dispotico di John e che è intenzionato ad aiutare la donna arrivata sul posto. Inizia il torneo, ed Ellen si trova fra i partecipanti, dopo aver eliminato i primi deboli avversari, la competizione giunge alla fase finale, dove si ritrovano proprio Ellen, Cort ed il governatore insieme ad un giovane pistolero di nome Kid, figlio illegittimo di Herod. Alla fine della gara una serie di esplosioni sconvolgono il torneo ed Ellen decide di sfidare Herod a duello, pur sapendo di confrontarsi con un avversario ostico. La fine è quella che tutti noi possiamo immaginare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori