ROSEWOOD / Anticipazioni del 5 agosto 2016: scintille fra Rosie e Villa! Durerà?

- La Redazione

Rosewood, anticipazioni di venerdì 5 agosto 2016, in prima Tv su Fox Crime. Rosie combattuto fra la Kincaid e Donna: salute in pericolo? Tara riceve la visita del padre…

rosewood_facebook
Rosewood, in prima Tv assoluta su Fox Crime

Nella prima serata di oggi, venerdì 5 agosto 2016, Fox Crime trasmetterà due nuovi episodi di Rosewood, in prima Tv assoluta. Le puntate saranno la quindicesima e la sedicesima, dal titolo “Mosse vincenti” e “Tormenti e paure“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Villa (Jaina Lee Ortiz) riceve un caso importante da Hornstock (Domenick Lombardozzi): incastrare Russ Hame (Scott Porter), un detective del suo vecchio distretto, per l’omicidio del suo partner. I due poliziotti iniziano anche ad indagare sull’assassinio di Gus Willing (Marco Sanchez), un dentista che è stato freddato mentre si trovava con un paziente e che assumeva alcune sostanze del suo studio come droga. Rosie (Morris Chestnut) è molto preoccupato per la vicinanza fra Villa e Russ perché crede che l’agente stia fingendo di essere cordiale. Villa però è costretta ad allontanarlo diverse volte dal caso, su ordine di Hornstock. Questo però non ferma Rosie dal volersi trovare nelle immediate vicinanze perché teme per la vita di Villa. Su indizio di Joo Joo (Kamal Angelo Bolden), i poliziotti vengono informati di un certo Nova (Michael Filipowich), un nuovo spacciatore che inteneva farsi strada nel giro di Willing. Intanto, Hornstock ha diversi problemi con la comunità per via del caso, da cui riesce ad uscirne grazie a Donna (Lorraine Toussaint). Più tardi, Russell si mette d’accordo con Vega per uccidere Villa, ma l’agente lo incastra rivelandogli che si tratta di poliziotti della Narcotici, mentre Rosie scopre che Willing è stato ucciso dal vicino perché aveva una relazione con la moglie. Rosie decide di festeggiare i 9 mesi e mezzo di partnership con Villa, andando ad una festa di Joo Joo. L’agente però si ubriaca e si risveglia in piena notte abbracciata a Rosie. Al mattino, Joo Joo scopre che Holly (Mirela Burke), un’attrice presente al party, si trova morta sul suo letto. Joo Joo diventa il primo sospettato, soprattutto perché afferma di non ricordare nulla della notte precedente. Rosie è convinto della sua innocenza e visto che le analisi non rivelano droghe di alcun tipo, fa sottoporre l’informatore ad una risonanza che rivela la presenza di liquido nel cervello. Intanto, Tara (Anna Konkle) riceve una visita della madre, ma scopre che vuole pagarla perché si allontani dal Paese e da Pippy (Gabrielle Dennis). Mentre Rosie e Villa vengono interrotti in un probabile bacio, un fotografo rivela di essere stato picchiato da Joo Joo alla festa e l’informatore torna ad essere un sospettato. Villa però scopre che Joo Joo lo ha colpito per difendere Holly e che è stata la madre del fidanzato ad ucciderla.

Rosie partecipa ad una convention di patologi forensi fuori città e rivela involontariamente ai presenti di star indagando su un possibile omicidio perfetto. Il medico entra nel tormento e dato che ha un solo sospetto, ingaggia Villa per risolvere il crimine. Mentre indagano sotto copertura, fra i due scoppiano finalmente le tanto attese scintille. A loro si aggiungono poi Hornstock e Floyd come aiuti supplementari. Intanto, Pippy e Tara rimangono in laboratorio tutta la notte per aiutare con le indagini. Tara riceve poi anche una visita inaspettata del padre.

Rosie indaga sulla morte sospetta di un uomo che soffriva di problemi cardiaci molto simili ai propri. Il caso lo costringe a fare delle modifiche nella sua visione personale della vita ed a confrontarsi con la propria mortalità imminente. Si ritrova inoltre incastrato nella discussione fra Donna ed il nuovo cardiologo, la Kincaid, con cui nel frattempo ha avviato una relazione. Le due donne sembrano sapere molto bene ciò che è meglio per il medico. Intanto, Hornstock chiede l’aiuto di Villa per ristabilire il contatto con un importante testimone legato all’indagine: la figlia adolescente Sophie, allontanata tempo prima.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori