PAOLA SALAZAR/ La casalinga messicana conquista con il suo accento e i suoi dolci (Bake Off Italia 4, terza puntata 16 settembre 2016)

- La Redazione

Paola Salazar, La casalinga messicana conquista con il suo accento ispanico e i suoi dolci impeccabili (Bake Off Italia 4, terza puntata 16 settembre 2016).

BakeOffItalia4_cast
Bake Off Italia 4

Tutti gli amanti dei talent show, e soprattutto di quelli culinari, possono dirsi soddisfatti di come è iniziata la quarta stagione di Bake Off Italia. Infatti, la nuova competizione per eleggere il pasticcere amatoriale numero uno del Bel Paese è iniziata con il botto. Moltissimi sono i concorrenti davvero dotati, che riescono a realizzare dolci di livello alto, pur non essendo la pasticceria la loro professione. Una di questi è Paola Salazar, di origini messicane. La bella trentaduenne risiede a Iseo, l’amena località turistica in provincia di Brescia e fa la casalinga. In passato ha studiato legge all’università ed è entrata nel corpo di polizia locale. Molto divertente l’incontro con suo marito, un italiano multato per sosta vietata. Ma la disavventura ha avuto un lieto fine, dal momento che i due si sono innamorati e sposati, tanto da trasferirsi in Italia, dove risiedono ormai dal 2011. Divertente e capace, Paola si fa notare per il suo accento ispanico e per la sua aria solare. I suoi assi nella manica sono la torta allo yogurt e la deliziosa crema al mascarpone con frutti di bosco, che speriamo di vedere entrambi preparati durante la gara.

Paola è stata una delle migliori durante la seconda puntata, durante la quale i concorrenti dovevano realizzare una naked cake e una torta Paris-Brest, in onore dell’omonima gara. Quest’ultima è stata realizzata con molta attenzione e sia la pasta choux che la crema sono state lodate dai giudici: cotte a puntino. La dolcezza della “torta nuda” di Paola, invece, non ha ricevuto alcuna critica, in confronto a quelle degli altri concorrenti. Il dolce di Paola, infatti, è stato uno dei pochissimi a essere rimasto integro dopo la cottura e, cosa molto importante, a mantenere un aspetto invitante. Grazie a dettagli importanti come la guarnizione (Paola ha utilizzato il frutto della passione e le delicate violette), la naked cake ha stupito giudici e pubblico. Una creazione bellissima e stabile, che non ha purtroppo raggiunto i 50 cm di altezza voluti, ma che comunque ci è andata davvero molto vicina. Paola è pronta a rimboccarsi le maniche per agguantare il tanto agognato grembiule blu e per portarsi a casa il titolo tanto ambito di miglior pasticcere amatoriale d’Italia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori