SIMONE RUGIATI/ Lo chef diventa conduttore dello show di Canale 5 (Tu si que vales, prima puntata 24 settembre 2016)

- La Redazione

Simone Rugiati, lo chef diventa conduttore dello show di Canale 5, in onda questa sera, al fianco di Belen Rodriguez (Tu si que vales, prima puntata 24 settembre 2016)

simone_rugiati_tu_si_que_vales
Simone Rugiati

La nuova edizione di Tu Si Que Vales presenta una serie di novità di rilievo, a partire proprio dal conduttore chiamato ad affiancare Belen Rodriguez. La scelta è caduta infatti su Simone Rugiati, uno degli chef più famosi della penisola, al quale è stato affidato il compito di sostituire Francesco Sole. Nato a Santa Croce sull’Arno, nel maggio del 1981, Simone Rugiati ha studiato a Montecatini presso il locale Istituto Alberghiero, ove si è poi diplomato. Subito dopo ha intrapreso una serie di corsi e stage, recandosi anche all’estero, che ne hanno rifinito la preparazione. Ha iniziato a lavorare in Toscana in qualità di commis, allargando sempre di più la sua fama, prima di sbarcare in televisione, ove ha preso parte alla Prova del cuoco, al fianco di Antonella Clerici. La sua popolarità è stata ulteriormente implementata dalla partecipazione all’Isola dei famosi, nell’edizione del 2010, ove peraltro è stato subito eliminato. Non è stata quella la sua unica esperienza in un reality show, in quanto due anni dopo ha preso parte anche a Pechino Express, ove ha fatto coppia con la sua ex fidanzata Malvina Seferi, stavolta venendo eliminato nel corso della semifinale. Nel 2010 ha inoltre assunto la conduzione di Cuochi e fiamme, rilevando Alessandro Borghese, impegno cui ha affiancato quattro anni dopo quello all’interno di Food Maniac, entrambe in onda su La7d. Proprio le frequentazioni televisive gli hanno consentito di diventare uno dei più famosi cuochi italiani, anche per effetto di una notevole avvenenza. 

È molto attivo sui social network, oltre a gestire personalmente, Foodloft, un portale di cucina che gli consente un rapporto diretto con un folto stuolo di ammiratori, in cui naturalmente predomina il genere femminile. Un impegno abbastanza pressante, visto che il cuoco toscano si impegna a pubblicare ogni giorno almeno una nuova ricetta, che però ha deciso di portare avanti ugualmente proprio per ripagare il pubblico che lo segue. La sua cucina si distingue per la semplicità, perseguita con l’impiego di pochi ingredienti, ma sempre di assoluta qualità. Tra i suoi punti di riferimento non esita a indicare Heston Blumenthal, cuoco britannico che vanta tre Stelle Michelin, di cui ammira in particolare la grande voglia di sperimentazione. Per quanto riguarda i ristoranti, ha invece indicato nello Zuma di Miami una struttura di assoluto livello. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori