NINA 2/ Anticipazioni puntata 31 gennaio 2017: l’infermiera denunciata dalla famiglia di un giovane paziente (finale di stagione)

- La Redazione

Nina 2 anticipazioni puntata 31 gennaio 2017, in prima Tv assoluta su Fox Life. L’infermiera viene controllata a vista, mentre il personale è in attesa di scoprire le sorti dell’ospedale. 

fox_life_facebook
Nina 2, in prima Tv assoluta su Fox Life

Nella prima serata di oggi, martedì 31 gennaio 2017, Fox Life trasmetterà due nuovi episodi di Nina 2, in prima Tv assoluta. Saranno il nono ed il decimo, dal titolo “Sul ring” e “Arrivederci“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati: Gabrielle (Muriel Combeau) inizia il suo primo giorno di lavoro come capo sala in sostituzione di Nadine (Marie Vincent), ma non incontra le simpatie di Nina (Annelise Hesme) e del resto del personale. L’infermiera e Proust (Grégoire Bonnet) si occupano in seguito della giovane Marion (Marie Petiot), che rivela di soffrire spesso di tonsillite e di dolori articolari. Il medico intuisce che possa trattarsi di una patologia rara alle articolazioni. Nina è però insospettita e scopre dal fratello della paziente che la madre li ha abbandonati due mesi prima. Intanto, Costa (Thomas Jouannet) si occupa di un’accanita fumatrice che presenta una strana tosse e scopre che è dovuta ad una massa nei polmoni. Leo (Nina Melo) affronta poi l’ex marito e gli promette che farà in modo di toglierle del tutto la custodia. Nina entra invece in contrasto con Proust perché non vuole chiamare gli assistenti sociali, mentre il medico conclude che Marion è affetta da leucemia. Le cose precipitano anche per Costa quando è sul punto di dimettere la sua paziente e la donna viene colpita da un ictus. Proust non nasconde al collega il suo pensiero riguardo alla sua responsabilità. Anche se il fratello di Marion si rivela compatibile per un trapianto di midollo, l’ospedale ha bisogno dell’autorizzazione di un genitore. Più tardi, mentre Nina si trova nella stanza di Nadine, il battito della donna inizia a rallentare fino a cessare di battere. L’ospedale è in lutto per la morte di Nadine, ma Nina non intende assentarsi dal lavoro. Anzi, vi si butta a capofitto e prende in carico il caso di Dumas, un uomo che entra in stato catatonico in modo improvviso. Intanto, il padre di Dorothee viene ricoverato in ospedale, ma l’infermiera fa di tutto per evitarlo, fino a negargli di poterle parlare. Costa sospetta che Dumas possa essere affetto da tubercolosi miliare, ma Nina lo conosce perché padre di un paziente morto in precedenza nel suo reparto. Anche se Gabrielle le sconsiglia di farlo, Nina decide comunque di parlare con il paziente, informandolo che era presente nel team che si è occupato del figlio. Quando gli esami dimostrano che non è affetto da tubercolosi, Dumas subisce una crisi epilettica, andando contro l’opinione di Proust che pensava ad una malattia immaginaria. Più tardi, Proust entra in contrasto con il medico più giovane per via del caso del padre di Dorothee, che attribuisce ad un’anomalia genetica.

Nina si trova sotto indagine per via dei genitori del piccolo Jonas ed inizia a concetrarsi sul caso di Manuel, un 60enne che crolla mentre lascia l’ospedale, nonostante il dissenso dell’infermiera e di Proust. Tutto il personale entra in agitazione quando Betty inizia a mostrare gli stessi sintomi del padre e così anche il figlio Luis. Intanto, il dottor Antonakis prendee in carico il caso della giovane Jessica, la commessa di un supermercato vittima di violenti attacchi d’asma. 

La squadra di Costa si trova in attesa di conoscere la decisione finale riguardo alla chiusura dell’ospedale. Nina intanto deve supportare la sedicenne Flora, entrata in coma in seguito ad una notte trascorsa a bere alcool. I suoi sintomi tuttavia non corrispondono ad un eccesso della sostanza. Nel frattempo, Nina scopre che la figlia soffre di disturbi alimentari, mentre Leo è alle prese con Vic, un 50 particolarmente attento alla coetanea Rita. Proust prende in carico il caso pensando che ci siano cause fisiche al suo problema di priapismoo, fra cui anche un tumore al cervello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori