PICCOLA LADY/ Su Rai 1 il film con Christiane Hörbiger e Veronica Ferres, alla regia Gernot Roll (oggi, 6 gennaio 2017)

- La Redazione

Piccola Lady, il film in onda su Rai 1 oggi, venerdì 6 gennaio 2017. Nel cast: Christiane Hörbiger e Veronica Ferres, alla regia Gernot Roll. La trama del film nel dettaglio.

logo_raiuno_ice__facebook_28062016
Storie Vere

, il film in onda su Rai 1 oggi, venerdì 6 gennaio 2017 alle ore 16.50. Una pellicola realizzata nel 2012 direttamente per un suo passaggio televisivo. Per quanto riguarda la regia del film, dietro alla macchina da presa possiamo trovare Gernot Roll, direttore della fotografia tedesco nato a Dresda nell’aprile del 1939. Ad oggi “Piccola Lady” è il suo principale esperimento nella regia di un film. Venendo a parlare, invece, del cast che ha preso parte a questa produzione, la protagonista del film ha il volto della grande attrice viennese Christiane Hörbiger, molto popolare nel cinema di lingua tedesca. Al suo fianco troviamo, invece, Veronica Ferres, ottima interprete germanica che è riuscita a farsi spazio anche sulla scena internazionale grazie a film come “Klimt”, “Il violinista del diavolo” ed “Hector and the Search for Happiness”. Nel film possiamo citare anche la presenza di Stefania Rocca, attrice molto celebre nel panorama cinematografico italiano che ha lavorato per registi di spessore come, ad esempio, Giacomo Battiato, Gabriele Salvatores, Anthony Minghella, Kenneth Branagh, Mike Figgis, Dario Argento, Abel Ferrara, Cristina Comencini e Carlo Verdone. Ma scopriamo adesso la trama del film nel dettaglio.

Il film ha inizio nella New York dell’Ottocento, la protagonista è una deliziosa piccina di nome Emily (Philippa Schöne) che vive una umile e serena esistenza assieme a sua madre. La piccola è dotata di un carattere amabile e docile che la rende la pupilla di tutti gli abitanti della zona. La sua esistenza, però, è avvolta in un insondabile mistero, non ha mai conosciuto suo padre, morto prima della sua nascita, e sua madre tende ad essere molto riservata riguardo alla famiglia di origine dell’uomo. Un giorno, però, la nostra protagonista viene a sapere tutto ciò che c’è da sapere sui suoi antenati, un ricco avvocato europeo si reca nella Grande Mela per incontrarla. Comunica ufficialmente ad Emily che è l’unica erede della contessa Erbin Gräfin von Liebenfels (Christiane Hörbiger), la nonna che non ha mai conosciuto. La donna vive in Germania e possiede una tenuta dal valore inestimabile. Suo padre era il figlio prediletto dell’aristocratica fino a quando non è stato diseredato per essersi innamorato di una donna dall’estrazione sociale nettamente inferiore, si tratta proprio della madre della nostra Emily. Ora, secondo la contessa, è arrivato il momento per la sua erede di ricevere l’educazione adatta ad una nobildonna tedesca prima che la ragazzina sia costretta ad assumere il ruolo che le spetta nell’alta società senza aver acquisito gli strumenti necessari. La madre della bimba si trova di fronte ad una scelta davvero difficile, ovviamente, l’invito della contessa è esteso alla sola Emily. La nobildonna non ha nessuna intenzione di conoscere la donna che, nella sua mente, ha sedotto e corrotto il suo amato figlio portandolo lontano da lei. La popolana, però, si rende conto che per la sua bambina si tratta di un’occasione davvero importante che sarebbe assurdo non cogliere. Decide di sacrificare la propria persona e di restare a New York col cuore spezzato, permettendo alla piccola di raggiungere la famiglia di suo padre in Europa. L’accoglienza che verrà riservata ad Emily non sarà davvero amichevole, la nostra protagonista è, infatti, abituata ad affetto e calore, qualità che non albergano sovrane nel cuore della madre di suo padre. La donna, infatti, ha dei modi gelidi e scostanti che fanno soffrire oltremodo la nostra piccola protagonista, disciplina, rigore e self-control sono per l’anziana aristocratica le fondamentali qualità di ogni persona di nobili origini. Riuscirà la nostra piccola Lady ad abituarsi a questa nuova condizione?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori