Giacomo Ferrara è Spadino/ Il sinti con il vizietto dei ricatti (Suburra)

- La Redazione

Giacomo Ferrara vestirà i panni di Spadino nel film Suburra in onda su Rai2 con la regia di Stefano Sollima. Ecco alcuni dettagli sul suo personaggio e l’attore che gli presta il volto

Giacomo_Ferrara_Suburra_facebook
Giacomo Ferrara, Suburra

Spadino è uno dei personaggi più amati di Suburra sia nel film che nella serie. Stefano Sollima ha fatto un bel lavoro con lui e, soprattutto, con Giacomo Ferrara, vera rivelazione della pellicola che questa sera andrà in onda su Rai2. Proprio il film ha donato lustro al giovane attore italiano che adesso possiamo vedere al cinema in tv, nella serie prequel della pellicola che ha regalato i natali al nostro Spadino. Le prime scene del film ci mostrano subito il giovane sinti che cerca di occuparsi degli affari di famiglia e che finisce ad essere contattato da una prostituta, Sabrina, che lo cerca per far sparire il corpo di una giovane prostituta che l’ha accompagnata ad un festino di un politico. A quel punto toccherà proprio al fratello minore di Manfredi, capo del clan malavitosio zingaro degli Anacleti, far sparire il corpo non senza trovare le prove che possano aiutarlo a cambiare vita.

I RICATTI DI SPADINO

A quanto pare Spadino ricatterà Malgradi pretendendo un guadagno in potere e denaro per il suo silenzio ma quello che otterrà sarà un vero e proprio scontro con Numero 8, il boss interpretato da Alessandro Borghi. Cosa succederà a quel punto? A prestare il volto al personaggio sarà Giacomo Ferrara, il giovane attore classe 1990, che proprio in queste settimane possiamo trovare al cinema con la sua ultima fatica, Guarda in alto. Anche nella serie Netflix, Giacomo Ferrara è tornato a vestire i panni di Spadino ma, questa volta, in un prequel che ci ha permesso di conoscere meglio le sue caratteristiche e il suo atteggiamento in confronto alla sua famiglia e al suo futuro già scritto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori