Flavio Insinna/ In tv con un reality sociale dopo la bufera di Striscia su Affari tuoi: “Ho chiesto scusa”

- Emanuela Longo

Flavio Insinna, il conduttore torna in tv alla guida del reality sociale La strada senza tasse dopo la bufera esplosa con Striscia la Notizia: ecco il suo lato inedito.

insinna-fb
La strada senza tasse

Dopo la polemica scatenata da Striscia la Notizia, Flavio Insinna non lo avevamo visto più alla guida di un suo programma, sebbene non fosse del tutto sparito dalle scene. Oltre a restare in contatto con i suoi utenti via social, infatti, lo avevamo ritrovato nella trasmissione di Bianca Berlinguer, Carta Bianca. Quell’episodio, però, lo ha toccato e non poco, ma oggi Flavio è pronto a tornare in pista con uno spirito del tutto nuovo, mostrando il suo lato sociale, nonostante questo faccia parte già da tempo della vita del popolare conduttore. In una intervista al Corriere della Sera, Insinna ha voluto anticipare il suo ritorno in tv proprio con un reality sociale. Inevitabile però, partire proprio da Affari tuoi, il programma dei “pacchi”, croce e delizia, foriero di successo ma anche complice del suo attacco mediatico. “Al di là dei miei errori, mi sono speso umanamente per tanti. Chi non sbaglia, alzi la mano”, ha commento il volto televisivo, dopo aver ammesso di aver già chiesto scusa per i suoi errori. La Berlinguer gli aveva dato la possibilità di spiegarsi pubblicamente ed in seguito lo aveva ritenuto meritevole di una seconda possibilità. La seconda chance di Insinna è proprio rappresentata da “La strada senza tasse”, una sorta di esperimento sociale in onda da oggi, 18 dicembre, alle 20:10 su RaiTre.

FLAVIO INSINNA RIPARTE CON UN REALITY SOCIALE SU RAITRE

E’ stato definito una sorta di esperimento sociologico il nuovo programma affidato alla guida di Flavio Insinna, che per le prossime due settimane ci terrà compagnia alla guida del format della Bbc approdato ora sul nostro piccolo schermo. Come reagiscono i cittadini di fronte alla possibilità di non pagare le tasse, cavandosela da soli di fronte ai problemi di tutti i giorni? Parte da questa domanda il senso del nuovo programma Rai nel quale per le prossime due settimane i cittadini di una strada nel cuore di Eboli saranno alle prese con una grande autodeterminazione. Flavio Insinna ha ammesso di aver imparato molto da questo programma. “Credo che alla fine dell’esperimento, potremmo diventare cittadini più attenti e anche più comprensivi quando vediamo alcune cose che non funzionano”, ha commentato. Il finale, fissato al 29 dicembre, sarà una sorpresa: solo nell’ultima puntata infatti scopriremo se i cittadini di Eboli avranno deciso di continuare o meno a pagare le tasse. “La strada senza tasse” ha rappresentato anche un bell’insegnamento per il conduttore che ha ammesso di aver compreso come “nei momenti complicati bisogna pensare al bene del gruppo”. Un aspetto del suo carattere che emerge con forza solo ora ma che, come dicevamo, ha sempre fatto parte della vita del conduttore che da tempo collabora con realtà come Sant’Egidio, Emergency, Sava the children. “Sono un battitore libero, vado dove serve e mi rimbocco le maniche”, ha confidato. In chiusura di intervista ha detto la sua sullo scandalo molestie che ha travolto il regista Fausto Brizzi, per il quale ha preso parte al film Ex: “Non posso giudicare ma spero che sia in atto una rivoluzione vera dove alla fine di questo corso la donna sia più protetta. Dove c’è un uomo di potere, noi dobbiamo vigilare”, ha chiosato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori