ELENA SANTARELLI, MIO FIGLIO È MALATO/ Che cos’ha? “Riflettori accesi sul mondo della pediatria oncologica”

- Anna Montesano

Il figlio di Elena Santarelli è malato! Arriva l’annuncio shock della showgirl che svela il dramma vissuto da lei e il compagno Bernardo Corradi per il figlio Giacomo

elena_santarelli_bernardo_corradi
Elena Santarelli, il figlio Giacomo è malato

Pur non entrando nel dettaglio, Elena Santarelli ha parlato in un lungo post social del dramma che sta vivendo la sua intera famiglia in seguito ad una diagnosi angosciosa che ha riguardato il figlio Giacomo. Cos’ha? Qualche indizio è emerso grazie a piccoli riferimenti lasciati dalla conduttrice proprio nel suo post su Instagram: dal ringraziamento esplicito al dottor Marras, responsabile del reparto di Neurochirurgia al Bambino Gesù di Roma al link relativo ad una Onlus, Heal, impegnata nella ricerca in campo neuro oncologico pediatrico. E così, come evidenzia anche il portale Vita, dopo il suo post si sono accesi i riflettori sul mondo della pediatria oncologica. Una situazione, quella che coinvolge oggi la Santarelli, che la accomuna a tante famiglie che purtroppo si trovano a vivere e a combattere lo stesso dramma, nel quale proprio i medici si trovano a giocare un ruolo decisivo di mediazione nonostante l’inevitabile coinvolgimento emotivo. Intanto, in oltre 72mila utenti del web si sono uniti attorno a Elena Santarelli ed alla sua famiglia, manifestando la propria vicinanza con un “like” che però ha contribuito a dare forza alla conduttrice ed al marito Corradi in vista di un percorso molto delicato che li vedrà in prima linea, pronti a combattere ma soprattutto desiderosi di vincere. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

“NON DITE CHE È GRAVE, CHIEDIAMO PIÙ RISPETTO”

Questa mattina, dopo che praticamente ogni singolo giornale online e cartaceo riportava la notizia della malattia del piccolo figlio Giacomo di Elena Santarelli e Bernardo Corradi, arriva una replica a quel post che ha commosso in tanti e ha gettato un’aurea di inquietudine per la salute del piccolo bimbo. È sempre mamma Elena che scrive e chiede sostanzialmente più rispetto per la sua famiglia e una correttezza nel dare la notizia che in alcuni casi in queste ore non è stata rispettata. «A tutti i siti che riprendono il mio post aggiungendo frasi “il figlio della Santarelli gravemente ammalato“ voglio dirvi che non ho le parole per descrivervi,io non sono entrata nel particolare del nostro problema.come altre migliaia di famiglie abbiamo un problema da risolvere e lo risolveremo,mio figlio e’ bello forte e solare come sempre e noi genitori siamo i primi a guardarlo come un bimbo normale». Per la bella showgirl e per il marito ex calciatore, in questi giorni dopo la notizia della “diagnosi” (che resta misteriosa, ndr) non è cambiato il sentimento con cui guardano quel piccolo Giacomo, anzi: «non lo guardiamo con gli occhi del “malato”, quindi se potete cercate di portare rispetto a 360 gradi ed utilizzate parole appropriate,grazie!», conclude il secondo post in poche ore della Santarelli. (agg. di Niccolò Magnani)

A tutti i siti che riprendono il mio post aggiungendo frasi “ il figlio della Santarelli gravemente ammalato “ voglio dirvi che non ho le parole per descrivervi,io non sono entrata nel particolare del nostro problema.come altre migliaia di famiglie abbiamo un problema da risolvere e lo risolveremo,mio figlio e’ bello forte e solare come sempre e noi genitori siamo i primi a guardarlo come un bimbo normale ,non lo guardiamo con gli occhi del “malato “,quindi se potete cercate di portare rispetto a 360 gradi ed utilizzate parole appropriate,grazie !

Un post condiviso da Elenasantarelli (@elenasantarelli) in data: Dic 20, 2017 at 10:17 PST

LA VICINANZA DEI FAN

“Mio figlio è malato”, le parole della showgirl e modella Elena Santarelli hanno fatto il giro del web e sono centinaia i messaggi di vicinanza a lei e al marito Bernardo Corradi per il delicato periodo che stanno attraversando. Sui social network infatti si moltiplicano con il passare delle ore i post dedicati alla coppia e al piccolo figlio malato: “Ho appena saputo del figlio della Santarelli e provo una fitta al cuore pensando al suo dolore. Vorrei abbracciarla come si fa con le persone a cui vuoi bene”, “Leggo della malattia del figlio di Elena Santarelli e Bernardo Corradi, da genitore è un attimo immedesimarsi, terribile”, “I soldi non fanno la felicità! Spero che il bambino della Santarelli possa guarire”. Bernardo Corradi, ex calciatore, sta trovando inoltre la vicinanza dei suoi ex tifosi, ecco per esempio un messaggio di un tifoso della Lazio: “Daje Bernardo! Daje Jack! I laziali non mollano mai! #Corradi #Santarelli #malattia #forzaecoraggio #nonmollaremai #ForzaGiacomo”. (Agg. Massimo Balsamo)

IL DRAMMA

L’annuncio di Elena Santarelli è di quelli che scuotono: suo figlio è malato. La moglie dell’ex calciatore Bernardo Corradi non è entrata nei particolari, preferendo non spiegare quale malattia abbia colpito il figlio. Ha messo però nero su bianco il suo dolore, quello di una mamma dopo una brutta diagnosi. Non c’è solo spazio alla rabbia però nel suo post, ma anche alla gratitudine per tutti coloro che in questo momento stanno vicino a lei e alla sua famiglia. A partire dai medici, come la dottoressa Angela Mastronuzzi, del dipartimento di Oncoematologia del Bambin Gesù. Al termine del suo post ha poi inserito tre link dedicati ad alcuni progetto: quello Heal, nato da famiglie di bambini colpiti da tumori cerebrali e da medici impegnati nella ricerca nel settore della neuro-oncologia pediatrica, poi “Il Mondo di Matteo”, un bambino colpito a 11 anni dalla malattia, e l’associazione “I Ragazzi della Luce” che sostiene il reparto di oncoematologia dell’ospedale Bambin Gesù. «Se volete farvi un regalo», ha scritto a proposito di questi progetti, invitando implicitamente a sostenerli. (agg. di Silvana Palazzo)

ELENA SANTARELLI: “MIO FIGLIO È MALATO”

Elena Santarelli, conduttrice e attrice, ha raccontato in un post su Instagram quello che è accaduto alla sua famiglia in maniera inaspettata che ha visto coinvolto suo figlio Giacomo, di 8 anni avuto dal compagno Bernardo Corradi, che ha una “malattia grave”, come la Santarelli ha voluto specificare. Il bambino sta già ricevendo le prime cure per risolvere il problema come specificato dalla Santarelli nel post in cui ringrazia l’equipe medica: “Non voglio entrare nei particolari ma voglio solo dire grazie a tante persone, incominciando dal dottor Marras e a tutta la sua equipe, alla dottoressa Angela Mastronuzzi (per noi diventata solo “Angela “)a tutto il gruppo di infermieri del bambin Gesù che amorevolmente ci hanno seguito ,al nostro pediatra e amico il Prof.luigi Giannini, al dott. Savastano che intuì insieme al mio istinto materno che bisognava andare a fondo, a tutta la mia famiglia e a quella di mio marito ,ai nostri amici che ci hanno sempre regalato parole di conforto e amore” scrive la showgirl.

“UNA BATTAGLIA CHE VINCEREMO!”

Il lungo messaggio di Elena Santarelli continua coni ringraziamenti: “a tutte le mamme che ho conosciuto in quel reparto,  solo voi forse avete capito realmente come mi sentivo e come mi sento perché come me ci state passando..grazie anche a Greta (l’altra figlia della coppia, ndr) che inconsapevolmente tutti i giorni ci ha strappato dei sorrisi che per qualche istante ci hanno fatto volare via con la mente..se ho dimenticato qualcuno di importante sappiate che siete tutti nei nostri cuori,che questa battaglia la faremo tutti assieme e sicuro la vinceremo!” La Santarelli ha concluso il tutto con un messaggio ricco di positività con la convinzione che il bambino riuscirà a vincere la battaglia con la forza e l’affetto di tutti. La Santarelli non ha specificato la malattia del figlio ma dal post possiamo intuire che si tratta di qualcosa di grave. Sperando che la storia abbia un lieto fine.

Il 30 novembre e’ come se io e mio marito avessimo ricevuto un pugno nello stomaco senza preavviso ,un pugno così forte che ti toglie il respiro e ti gela il corpo all’istante . Ho sempre pensato che quando diventi mamma o papà sei automaticamente impotente,nel senso che non puoi mai proteggere i tuoi figli da tutto e tutti che prima o poi la mamma e il papà si sentono disarmati ,e così quella sera si è materializzato questo pensiero ,una diagnosi che un genitore non vorrebbe mai sentirsi pronunciare dai medici ma con cui abbiamo dovuto cominciare a farci l’abitudine,non voglio entrare nei particolari ma voglio solo dire grazie a tante persone,incominciando dal dottor Marras e a tutta la sua equipe,alla dottoressa Angela Mastronuzzi (per noi diventata solo “Angela “)a tutto il gruppo di infermieri del bambin Gesù che amorevolmente ci hanno seguito ,al nostro pediatra e amico il Prof.luigi Giannini ,al dott. Savastano che intuì insieme al mio istinto materno che bisognava andare a fondo ,a tutta la mia famiglia e a quella di mio marito ,ai nostri amici che ci hanno sempre regalato parole di conforto e amore anche quando non avevo voglia di sentire nessuno e sfogavo tutta la mia rabbia contro tutto e tutti ,a tutte le mamme che ho conosciuto in quel reparto ,ecco solo voi forse avete capito realmente come mi sentivo e come mi sento perché come me ci state passando..grazie anche a Greta che inconsapevolmente tutti i giorni ci ha strappato dei sorrisi che per qualche istante ci hanno fatto volare via con la mente..se ho dimenticato qualcuno di importante sappiate che siete tutti nei nostri cuori,che questa battaglia la faremo tutti assieme e sicuro la vinceremo!Energia positiva genera energia positiva e a te Angela voglio prometterti che insieme realizzeremo la ludoteca in reparto.Come disse Benigni “ la vita è’ bella -life is beautiful” e in quanto tale deve essere vissuta tornando piano piano alla normalità senza paura ,più facile a dirsi che a farsi ma deve essere così anche se la paura prende il sopravvento. http://www.progettoheal.com/ http://www.ilmondodimatteo.com/ https://www.iragazzidellaluce.org/ se volete farvi un regalo ?? #grazie

Un post condiviso da Elenasantarelli (@elenasantarelli) in data: Dic 20, 2017 at 5:40 PST



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori