ANTONIA KLUGMANN/ Carota e bastone, lo chef sa bene come fare il giudice! (Masterchef Italia 7)

- Fabiola Iuliano

Dopo aver raccolto l’eredità di Carlo Cracco, Antonia Klugmann si prepara ad affrontare la sua seconda serata come giudice di Masterchef Italia 7. Riuscirà a conquistare i suoi haters?

antonia_klugmann_masterchef_cs_2017
Antonia Klugmann

Antonia Klugmann alla sua seconda puntata di Masterchef Italia 7 ha dimostrato di aver capito tutto della televisione. Nonostante la mancanza d’esperienza la donna ha dimostrato di capire i tempi e i ritmi che ci devono essere in una trasmissione, senza mai essere superflua e riuscendo a mettere all’interno della trasmissione anche la sua grandissima professionalità. Antonia Klugmann inoltre ha dimostrato quando usare il bastone e quando la carota come si dice in un vecchio detto. La donna sa pungere, ma anche accarezzare e si rivela un personaggio importante di questa edizione della trasmissione di Sky Uno. A sorpresa il carisma incredibile di Carlo Cracco sembra essere rinchiuso nella storia del programma, non di certo dimenticato ma di cui non si sente poi nemmeno così troppo l’assenza. Staremo a vedere se questo enorme percorso di crescita continuerà a stupire tutti anche nelle prossime puntate. (agg. di Matteo Fantozzi)

NON SOLO HATERS, MA ANCHE TANTI COLPI DI FULMINE

Antonia Klugmann è stata presa di mira dagli haters dopo la prima puntata di Masterchef Italia 7 dove ha fatto il suo esordio prendendo il posto di Carlo Cracco. Non tutti però l’hanno attaccata, perché in molti hanno avuto un vero e proprio colpo di fulmine per lei. Simpatica, intelligente e spiritosa ha conquistato in molti con il suo modo di fare a tratti anche spigoloso. La donna infatti non si è assolutamente fatta intimorire dalle telecamere di fronte alle quali debuttava, ma è riuscita a dimostrare a tutti di essere pronta per un placoscenico così importante. Staremo a vedere stasera Antonia Klugmann come si comporterà durante la serata di oggi quando andrà in onda la seconda puntata di Masterchef Italia 7. Non solo perché in molti aspettano di vedere anche il dopo e quello che accadrà sui social network dove sono attesi i soliti haters, ma anche tanti ammiratori. (agg. di Matteo Fantozzi)

TORNA IN TV DOPO GLI ATTACCHI DEGLI HATERS

Raccogliere l’eredità di Carlo Cracco non è impresa da poco; lo sa bene Antonia Klugmann, che dopo aver vestito i panni del giudice di MasterChef Italia 7 per la prima puntata di giovedì scorso è stata “travolta” dalle critiche degli haters. “Un linciaggio che in un paese civile non dovrebbe avvenire. E che invece avviene, soprattutto se sei donna. Anzi, proprio in quanto donna. Mi sono sentita violentata”, ha ammesso lo chef in una recente intervista rilasciata al Corriere della sera. A scagliarsi contro di lei i leoni da tastiera che non hanno gradito la sua severità nel giudicare i piatti dei diversi concorrenti, ma anche chi, prendendo di mira il suo aspetto fisico, non le ha perdonato qualche centimetro di troppo. “È uno show tv. Chi vuole lo guardi, chi non vuole spenga. Ma gli insulti no!”, ha aggiunto un’Antonia Klugmann del tutto amareggiata. Riuscirà il nuovo giudice di MasterChef Italia 7, con la puntata di stasera, a conquistare i suoi detrattori?

LA STELLA MICHELIN

Al centro della gogna mediatica per la sua severità, Antonia Klugmann si prepara ad affrontare la nuova puntata di Masterchef Italia 7 con la consapevolezza che il pubblico sui social può essere il suo nemico numero uno. Classe 1979 ed ex studentessa di giurisprudenza, lo chef questa sera affronterà nuovamente i piatti degli aspiranti cuochi, giudicando, con Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Antonino Canavacciuolo, tutti quelli che aspirano a un posto nella prestigiosa cucina del cooking show per diventare il nuovo chef amatoriale più talentuoso d’Italia. La sua attività ha avuto inizio qualche anno fa, quando un incidente l’ha costretta a un lungo periodo di riposto. In questa occasione è nata la sua passione per la cucina, culminata con l’apertura de “L’argine a Vencò”, una piccola locanda 15 coperti che gestisce a Dolegna del Collio (Gorizia) e con il quale ha conquistato la prima stella Michelina pochi mesi dall’apertura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori