Marilyn Manson / “C’è differenza tra persona e personaggio: io sono l’una sul palco, l’altra fuori” (Music)

- Dario D'Angelo

Marilyn Manson: il cantante sarà ospite di Paolo Bonolis a Music. Il conduttore smorza i toni annunciando un duetto con Luca Laurenti, ma il mondo cattolico insorge.

marilyn_manson_cs
Marilyn Manson

Arriva finalmente l’attesissimo momento nello studio di Canale 5 che ospita la prima puntata di Music con Paolo Bonolis. Grande ospite di questo primo appuntamento è Marilyn Manson che in una lunga chiacchierata con il conduttore, racconta molto di se e della sua musica, a partire dal suo astio per la festività di San Valentino. “Non sono certo, probabilmente quando ero molto piccolo vedevo queste carte di san valentino, ma non sono perchè sia nato questo sentimento. Credo che il mio giorno preferito sia il 15 febbraio perchè il 15 è il mio numero preferito”. Paolo Bonolis ricorda come lui stesso si sia definito “l’uragano” e come però sia sempre disponibile ai selfie con i fan; coma mai questa duplice anima? Manson risponde: “Mi fa sempre molto piacere incontrare delle persone, è difficile soprattutto quando ci si ferma per poco te ma io sono una persona e un personaggio, c’è differenza quando sono sul palco e fuori dal palco”. (Anna Montesano)

SCOPPIA LA POLEMICA

Il clamore che nelle ultime ore si è scatenato a causa della presenza di Marilyn Manson a Music ha spinto l’AIE (Associazione Internazionale Esorcisti) a esprimere tutto il suo dissenso diramando un comunicato ufficiale. L’Aie, si legge in particolare nella nota pubblicata poche ore fa, ha cercato di “mettere in guardia da ogni genere di programmi che fanno conoscere e pubblicizzano persone che sono testimonial del Male e che insegnano forme di autolesionismo, aggressività, esoterismo, occultismo, adorazione al Maligno”, individui che “insegnano a vivere pensando solo in un modo egocentrico e incentrato sul disprezzo di Dio, creatore della vita, e sul disprezzo di sé e degli altri in nome di libertà lesive della persona e dignità umana”. Nel comunicato si legge inoltre un invito specifico a “proteggere soprattutto i piccoli da tali soggetti e dai loro esempi, onde evitare l’emulazione nel male invece che nel bene” e a non “lasciarsi ingannare sulla bontà di tali soggetti solo perché presentati da persone conosciute nel mondo dello spettacolo”. A questo link è possibile leggere il comunicato originale. (Agg. di Fabiola Iuliano)

LA PAROLA AI FANS

La presenza di Marilyn Manson alla prima puntata di Music ha scatenato accese polemiche. Dopo le parole della comunità cattolica che si è scagliata contro la scelta di Paolo Bonolis, anche il popolo dei social sta esprimendo il proprio pensiero in merito. Il profilo Instagram di Gianni Morandi che ha pubblicato un selfie con Manson e Paolo Bonolis è stato preso d’assalto dagli utenti. Nei confronti di Manson sono tanti i commenti negativi ma c’è anche chi riesce ad andare oltre vedendo, al di là dell’artista, una persona come tante. “Se non conoscete una persona al di fuori della sua vita artistica, non parlate, offendete solo e siete incoerenti. Musicalmente parlando Manson è un ottimo cantante, ma prima di essere ciò è una semplice persona e, come tutti, possiede dei sentimenti. Vorrei vedere voi, se qualcuno vi offendesse come state facendo con lui”, ha scritto un follower di Morandi. Questa sera, dunque, Manson tirerà fuori la sua parte più umana? Cliccate qui per vedere il post (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

GRANDE ATTESA PER LA SUA ESIBIZIONE

Grande attesa per l’esibizione di Marilyn Manson, uno degli ospiti più attesi per la prima serata di Music. L’artista che ha scatenato una serie di polemiche e la dura reazione del popolo dei cattolici è molto atteso. Il pubblico di Music, infatti, si chiede che tipo di esibizione regalerà. Marilyn Manson, oltre a duettare con Luca Laurenti, dovrebbe essere il protagonista di una performance personale. Difficile, però, che Marilyn Manson dia vita ad un’esibizione come quelle cui sono soliti assistere ai suoi concerti i suoi fans più fedeli. Artista eclettico, trasgressivo e capace di creare critiche e polemiche come nessuno, Marilyn Manson, come ha scritto Gianni Morandi sui social postando un selfie con lui, è anche una persona serena e tranquillo. Dietro il personaggio, dunque, si nasconde una persona come tante (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

L’ARTISTA DIVIDE IL PUBBLICO

Marilyn Manson è sicuramente l’ospite più atteso della prima serata di Music. Paolo Bonolis, per la seconda edizione del suo programma, ha deciso d’invitare un nome forte che, da sempre, scatena critiche e polemiche. La presenza di Marilyn Manson nello show di canale 5 ha già scatenato la dura reazione del mondo cattolico (leggete in basso). Dall’altra parte, però, c’è chi non vede l’ora di assistere all’esibizione di Manson e all’intervista che concederà a Paolo Bonolis. Da una parte, dunque, c’è chi non sopporta l’idea di vedere Marilyn Manson su canale 5 e dall’altra c’è chi ha accolto con entusiasmo la scelta di Paolo Bonolis che, nonostante tutte le critiche e le polemiche, non ha assolutamente cambiato idea. Marilyn Manson, infatti, rappresenta una parte della musica internazionale che, da anni, appassiona milioni di persone. Bonolis, dunque, ha deciso di concedere un regalo anche a chi segue quella musica che, solitamente, in tv, non c’è mai (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

LE POLEMICHE SUL WEB

Ha deciso di invitare Marilyn Manson a Music e neanche le polemiche scaturite un attimo dopo l’annuncio della partecipazione del metallaro americano hanno fatto desistere Paolo Bonolis, il conduttore che porterà nella prima serata di Canale 5 uno dei personaggi in assoluto più controversi della storia della musica. Per quanti non lo conoscessero basta analizzare il nome d’arte di quello che all’anagrafe altri non è che Brian Hugh Warner, per comprendere come il personaggio sia di quelli complessi: Marilyn, in onore alla diva delle dive Marilyn Monroe; ma soprattutto Manson, come Charles Manson, il serial killer morto pochi giorni fa, a voler sottolineare la  dicotomia della società americana, proponendone allo stesso tempo un elogio e una critica della sua cultura. Nel corso degli anni, anche per il fatto di aver ricevuto una tessera della chiesa di Satana da parte del suo fondatore, Marilyn Manson è stato accusato di essere un simbolo del satanismo. Capite bene che le polemiche sono dietro l’angolo, anzi, stanno già infuriando. 

MARILyN MANSON, IL DUETTO CON LAURENTI

Un uomo di spettacolo dell’esperienza e dell’intelligenza di Paolo Bonolis non ha di certo sottovalutato le conseguenze dell’invito nella prima serata di Canale 5 a Marilyn Manson. Un modo per attrarre una fetta di pubblico che altrimenti difficilmente avrebbe seguito Music? Può darsi, ma in un’intervista rilasciata a Sorrisi, Bonolis ha giustificato l’invito al cantautore dell’Ohio motivando che “ha firmato pagine molto importanti di musica di qualità“. In ogni caso, visto il clima che si è creato intorno alla partecipazione di Manson, Bonolis sembra aver studiato un piano perfetto per stemperare la tensione: proporre un duetto tra il rocker e il maestro Luca Laurenti. “Sarà ospite Marilyn Manson e mi aspetto già le polemiche, perché viviamo in un Paese cattolico. Non so cosa potrà succedere con Laurenti. Certo sono una bella coppia“, ha detto Bonolis, toccherà a Laurenti gestire questa patata incandescente?

LE PROTESTE DEI CATTOLICI

A dare voce al malcontento di un’ampia fetta del mondo cattolico rispetto alla partecipazione di Marilyn Manson a Music è stato l’esorcista Antonio Mattatelli, intervenuto ai microfoni della trasmissione radiofonica ECG di Radio Cusano Campus. Queste le sue parole:”“Non possiamo sempre stare in silenzio noi uomini di Chiesa. A forza di voltarsi dall’altra parte il mondo è marcito. Su questa cosa di Canale 5 è intervenuta l’associazione internazionale degli esorcisti. La presenza del satanismo in modo plateale in tv in una fascia oraria in cui anche ragazzi e bambini sono collegati alla televisione è un qualcosa di inaudito. Marilyn Manson è l’icona mediatica più conosciuta del satanismo, esalta la trasgressione come comandamento principale, che ha dedicato non pochi brani e interventi all’esaltazione di Satana, non è giusto darlo in pasto in prima serata. Per vedere e ascoltare alcune cose servirebbe uno spirito critico che in alcune fasce della popolazione manca. Noi siamo in prima linea contro il satanismo, contro chi inneggia al suicidio e all’autolesinismo e sappiamo quanto male certe persone fanno. Come è possibile che Paolo Bonolis non faccia obiezione di coscienza davanti a una cosa del genere? Io invito tutti a spegnere il televisore quando andrà in onda Marilyn Manson su Canale 5. La sua presenza è pericolosa. Soprattutto per gli spettatori più deboli. Per loro potrebbe nascere uno stimolo all’emulazione. Penso soprattutto ai ragazzini e ai giovani. Questo potrebbe portare a forme di satanismo online o a forme di satanismo vero e proprio. Marilyn Manson è un pericolo, per quello che rappresenta“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori