BLINDSPOT 2 / Anticipazioni dell’1 febbraio 2017: scoperto un puzzle del passato di Jane

- La Redazione

Blindspot 2, anticipazioni dell’1 febbraio 2017, su Premium Crime in prima Tv assoluta. La squadra è sulle tracce di Roman e trova un collegamento con il leader di una banda di motociclisti.

blindspot_facebook
Blindspot 2, in prima Tv assoluta su Premium Crime

Nella prima serata di oggi, mercoledì 1 febbraio 2017, Premium Crime trasmetterà due nuovi episodi della serie fenomeno Blindspot 2, in prima Tv assoluta. Saranno  l’11° ed il 12°, dal titolo “Droll Autumn, Unmutual Lord” e “Devil Never Even Lived“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: il proiettile sparato da Borden (Ukweli Roach) è finito nell’addome di Patterson (Ashley Johnson), che viene prelevata e portata alla base di SandStorm. Intanto, Roman (Luke Mitchell) si risveglia dopo essere stato tramortito da Jane (Jaimie Alexander), l’attacca ed infine fugge. L’FBI crede che potrebbe essere ritornato da Shepherd (Michelle Hurd), ma Jane crede che non abbia alcun motivo per confessare di aver fallito la missione, dato che rischierebbe la sua stessa vita. Più tardi, Roman trova il modo di mettersi in contatto con Jane ed a fissare un appuntamento in una tavola calda, ma viene raggiunto dagli uomini di SandStorm ed è costretto ad ucciderli, prima dell’arrivo della task force. Nel frattempo, Shepherd continua a sottoporre Patterson a numerose torture per capire cosa sappia l’FBI riguardo alla fase due del piano. Jane decide di parlare apertamente con Roman, che tuttavia non ha alcun ricordo riguardo al suo passato. Nonostante abbia un timpano perforato e Borden la preghi di fermarsi, Shepherd prosegue con le torture, specialmente quando l’analista afferma che l’FBI conosce tutto su di lei. Roman invece riconosce Borden dalle foto che gli vengono mostrate, ma Nas (Archie Panjabi) crede che stia solo mentendo, dati i risultati della risonanza. Proprio quando Nas sta per mobilitare la squadra, Pellington (Dylan Baker) le annuncia di volerla fuori dalla task force per via del suo fallimento e la destituisce con effetto immediato. Il comando viene quindi lasciato a Weller (Sullivan Stapleton). Nel frattempo, Patterson afferma ancora una volta di non voler collaborare con Shepherd, che a quel punto decide di ucciderla. Borden si propone per farlo, con la scusa di usare un metodo più umano, mentre Zapata (Audrey Esparza) riesce a rintracciare il furgone usato dal terapeuta per lasciare la base. Weller e Zapata corrono sul posto, mentre Patterson riesce a rallentare la scelta di Borden di adempiere il suo dovere. Dopo essere stati disarcionati a causa di una bomba, Weller si lancia nell’inseguimento di Borden lungo i bosch, mentre Zapata e Jane liberano Patterson appena in tempo. Anche se il terapeuta riesce a togliere l’arma all’agente, quest’ultimo sa che Shepherd, misteriosamente, non vuole ucciderlo. Nello stesso momento, Pellington sfrutta i metodi della CIA per interrogare Roman, insinuando che stia mentendo riguardo alla sua amnesia. Prima che venga trasportato altrove, Weller impone a Pellington di rilasciarlo, convinto che il suo rapporto con Jane potrebbe portarli a scoprire le informazioni in possesso a Roman. Mentre si trova ricoverata in ospedale, Patterson continua ad indagare su Borden, risalendo alla sua vera identità. Shepherd informa invece lo scienziato che il piano dovrà cambiare e che Weller rimane la loro mossa decisiva. Weller consegna in seguito a Patterson il telefono del contatto di Nas perché possa scoprire i dati che ci sono all’interno. Trova così le prove fatte sul corpo di Jane per fare i tatuaggi e nota un disegno che è stato rimosso.

Quando il leader di un gruppo terrorista, Anton Stepulov, entra negli Stati Uniti, la squadra di Weller inizia ad indagare e scoprono che ha avuto il supporto del Vice Direttore Keaton. Il suo intento era di ottenere delle informazioni sull’attacco in cambio di un trapianto di cuore per il figlio. Quest’ultimo tuttavia muore durante l’operazione e l’FBI è costretta a fermare l’attacco senza l’aiuto di Stepulov. Una volta dedotto che l’obbiettivo è un campo da gioco di basket del Liceo, dove si trova anche Erin, la figlia di Keaton. Gli uomini di Stepulov rapiscono in seguito la ragazzina per tenerla in ostaggio, ma Weller e Jane riescono a sventare sia l’attacco che a liberare Erin. Allie dice in seguito a Weller di star valutano la possibilità di trasferirsi in Colorado con il figlio, mentre Nas fa in modo che Roman venga valutato da uno psichiatra. Una volta risolto il mistero del tatuaggio mancante, Patterson conduce Jane fino a Jarrett, il membro di una banda di motociclisti che ha un legame sconosciuto con Roman. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori