Michele Zarrillo / Con “Mani nelle mani” in finale? Video, messaggio ai fan prima della prova (Festival Sanremo 2017, quarta serata 10 febbraio)

- La Redazione

Michele Zarrillo, con “Mani nelle mani” è in gara al Festival di Sanremo. Questa sera si gioca l’accesso alla finale. Ce la farà? (Festival Sanremo 2017, quarta serata 10 febbraio)

Michele_Zarrillo_LaPresse_r439
Michele Zarrillo

È pronto a scendere sul palcoscenico per cantare ‘‘Mani nelle mani” al Festival di Sanremo 2017. Vedremo se riuscirà ad accedere alla fase finale che si vivrà domani quando scopriremo anche il vincitore di questa edizione della kermesse della musica italiana. Nel video Michele Zarrillo ha qualche problema con la connessione, ma riesce comunque a comunicare ai suoi fan il suo stato d’animo prima di scendere sul palcoscenico per cantare. Di sicuro è uno dei cantanti con più esperienza, ma se la deve vedere con moltissimi volti giovani che magari hanno più appeal ovviamente sulle nuove generazioni. Nessuno però non può fare a meno di riconoscere una delle migliori voci della musica italiana, pronto a dimostrare ancora una volta di essere un grandissimo anche stavolta. Clicca qui per il video e per i commenti dei follower.

Torna al Festival di Sanremo 2017 con il brano ‘Mani nelle mani’ dopo nove anni di assenza dal palco dell’Ariston. Ieri per la cover ha cantato ‘Se tu non torni’ di Miguel Bosè e sogna di approdare alla serata finale di domani per vivere fino alla fine l’atmosfera di Sanremo. ” Spero di cantare la mia canzone fino all’ultima serata, è la prima volta che combatto con le eliminazioni in corsa. E con le emozioni per il mio cuore sarà una nuova fatica. Ma prenderò le pillole e andrò avanti” le parole di Michele Zarrillo ai microfoni de ‘La Rapubblica’. Il cantante nel 2013 è stato colpito da un infarto che lo ha costretto a ridurre di molto le sue attività artistiche ma dal 2014 è tornato sulle scene prima con un bellissimo concerto all’Auditorium Parco della Musica di Roma, poi con frequenti live. Adesso è il momento giusto per rilanciarsi, i problemi fisici sembrano solo un brutto ricordo.

Michele Zarrillo è ritornato sul palco dell’Ariston a nove anni di distanza dall’ultima volta (Sanremo 2008 con L’ultimo film insieme) e lo ha fatto in grande stile con il pezzo “Mani nelle mani” che gli ha permesso di superare agevolmente il primo scoglio evitando di ritrovarsi a rischio eliminazione. Infatti, nella classifica provvisoria della seconda serata delle kermesse musicale presentata quest’anno da Carlo Conti e Maria De Filippi, Zarrillo è riuscito ad ottenere un ottimo quinto posto alle spalle di Chiara, Paola Turci, Francesco Gabbani e Michele Bravi. Merito di una performance nella quale il cantautore e chitarrista romano ha saputo regalare la consueta eleganza e potenza vocale impressionando sia i componenti della sala stampa e sia il pubblico a casa. Difficile dire se possa ambire o meno ad un posto sul podio ma di certo sembra essere alla propria portata l’accesso alla finale di domani alla quale, ricordiamo, prenderanno parte soltanto sedici dei ventidue artisti presenti ai nastri di partenza della manifestazione canora organizzata dalla Rai.

Michele Zarrillo ha esordito nella seconda serata del Festival di Sanremo 2017 riuscendo, con il suo pezzo “Mani nella mani” ad evitare il rischio eliminazione ottenendo maggiore considerazione di ‘artisti’ con maggiore visibilità in questo momento come Nesli, Bianca Atzei, Giulia Luzzi e Alice Paba. Una canzone che evidentemente è molto piaciuta al pubblico, in chiaro stile sanremese e che soprattutto ha ottenuto commenti positivi sul tanto temuto mondo dei social. Infatti sono diversi gli attestati di stima nei confronti della canzone dell’artista romano sui principali social network: “Contento per Paola Turci e Michele Zarrillo!! A mio avviso sono stati i migliori della serata e con le canzoni più belle!”, “Io quest’anno solo una volta ho sentito un po’ di emozione sentendo una canzone al primo ascolto.. ossia quando ha cantato Michele Zarrillo” e “Zarrillo top.. canzone stupenda ed un testo intenso e bellissimo”. Insomma sembra proprio che il cantautore romano abbia colto nel segno e chissà che non possa ottenere la sua miglior perfomance di sempre nella categoria Campioni del Festival che al momento risale al 2001 quando con il brano L’acrobata chiuse la kermesse ai piedi del podio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori