NCIS – New Orleans 2 / Anticipazioni puntata 4 marzo 2017: l’FBI è interessata alle indagini di Brody. Perchè?

- La Redazione

NCIS – New Orleans 2, anticipazioni del 4 marzo 2017, in prima Tv su Rai 2. Brody mette in allerta l’FBI, ma viene rilasciata da un misterioso agente. Omicidi e cucina per la squara di Pride

New-Orleans-Facebook
NCIS - New Orleans 2, in prima Tv assoluta su Rai 2

Nella seconda serata di oggi, sabato 4 marzo 2017, Rai 2 trasmetterà un nuovo episodio di NCIS – New Orleans 2, in prima Tv assoluta. Sarà il 22°, dal titolo “La paura è servita“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Pride (Scott Bakula) viene chiamato dal suo vecchio amico Samuel Nilsen (Nicholas Lea) per via della morte di un marinaio donna, a cui era particolarmente affezionato. Dopo una prima analisi, Loretta (CCH Pounder) nota tuttavia che Rebecca è stata avvelenata. A questo si aggiunge il malore di un Generale che si trovava con lei quel giorno, a cui diagnostica un avvelenamento in atto. Loretta nota inoltre che Pride è perplesso riguardo al caso, per via della possibilità che Sam gli abbia mentito su qualche particolare. Intanto, LaSalle (Lucas Black) raggiunge il padre di Rebecca per capire quali indizi potrebbero essere utili al caso e scopre che la donna stava frequentando qualcuno. Anche se non ha mai avuto le prove effettive, ha notato infatti che in più di un’occasione è partita in modo misterioso. La squadra scopre così che Rebecca aveva una relazione segreta con il Generale Owen Matthews (John Getz), che avrebbe potuto mettere nei guai entrambi, date le limitazioni delle norme militari. LaSalle ricorda improvvisamente di aver letto in precedenza un biglietto scritto da Rebecca, in cui è presente una minaccia firmata con le stesse iniziali di Matthews. Diventa così il principale sospettato ed in base a questo, il presunto avvelenamento viene visto come un tentativo di depistare le indagini. Pride non vuole agire senza avere prove certe, al contrario del parere di LaSalle che vorrebbe invece arrestare immediatamente il Generale. Vengono interrotti da una rivelazione di Brody (Zoe McLellan), che è appena stata informata della permanenza di Rebecca nel suo ufficio poche ore prima del decesso. Pride è convinto che il veleno le sia stato somministrato in quel frangente, ma all’arrivo di LaSalle e Meredith, scoprono che è già stato ripulito tutto. LaSalle confessa in confidenza alla partner che ha già affrontato un caso così spinoso in precedenza e di temere che Matthews possa in realtà colpire ancora. Nel frattempo, Pride affronta Sam, che continua a confermare l’innocenza del Generale, ma decide di interrogarlo comunque. Realizza tuttavia che Sam ha torto e lo spinge a confessare chi lo ha aiutato a mettere in atto l’omicidio. WaltJeffries (Clark Freeman) cerca di fuggire e dopo un lungo inseguimento viene arrestato. Matthews viene sottoposto ad un’inchiesta d’urgenza, proprio per via del suo alto grado. Tutto fa supporre quindi che riuscirà a salvarsi dall’accusa e che otterrà anche un importante incarico per la Difesa. Poco dopo, Loretta informa tuttavia Pride che Jeffries è morto avvelenato e che in base alle prime analisi, esclude possa trattarsi di un suicidio. Anche Sam raggiunge il locale in quel momento, furioso perché la stampa è stata informata dello scandalo e sottolinea che Matthews ritiene lui responsabile. Lascia così intendere di essersi attirato addosso un problema piuttosto grosso.

In seguito ad un’esplosione in un ristorante, la squadra inizia ad indagare sull’evento, per via del coinvolgimento di un ufficiale della Marina, specializzato in ristorazione. Si trovava infatti in congedo ed il ristorante in cui stava lavorando risulta essere della madre. Durante le indagini, scoprono dal padre adottivo che un concorrente aveva fatto in precedenza un’offerta per rilevare il locale, a cui avevano risposto con un rifiuto. Dopo aver parlato con il sospettato, la squadra conclude chè è estraneo ai fatti. In seguito, Sebastian stringe il cerchio attorno allo specialista ed in base alle sue scoperte, la squadra conclude che la vittima fosse il reale bersaglio. Intanto, Brody continua ad indagare su chi ha violato il sistema dell’NCIS ed ha provocato la fine della carriera del Generale Matthews. La sua indagine però cattura l’attenzione dell’FBI.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori