Suspect – Presunto colpevole/ Diretta streaming e trailer del film con Cher in onda su Rete 4

- Cinzia Costa

Suspect – Presunto colpevole, il film in onda su Rete 4 oggi, venerdì 14 aprile 2017. Nel cast: Cher, Liam Neeson e Dennis Quaid, alla regia Peter Yates. Il dettaglio della trama.

suspect_presunto_sospetto
Suspect - Presunto colpevole, film prima serata

Suspect – Presunto Colpevole va in onda in prima serata su Italia 1. E’ sicuramente un film interessante che si presenta con diverse situazioni interessanti da seguire dall’inizio alla fine. Come si può capire già dal trailer, clicca qui per guardarlo, ci troviamo di fronte a una pellicola di spessore che ha tanti messaggi da lanciare e un pubblico molto vasto da poter accontentare. Tra questi ovviamente ci sono i tantissimi fan della cantante Cher che nella pellicola interpreta il ruolo di una durissima avvocatessa. Sarà possibile seguire il film direttamente in televisione su Rete 4, ma anche in diretta streaming sui vostri dispositivi mobili cliccando qui. (agg. di Matteo Fantozzi)

Suspect – Presunto Colpevole va in onda stasera in prima serata su Rete 4. Il film vede protagonista Cher nel ruolo del perspicace avvocato Kathleen Riley. Questa pellicola del 1987 è diretta da Peter Yates regista inglese di Aldershot che è scomparso sei anni fa. Il suo debutto alla regia arriva nel 1963 con Summer Holiday – Vacanze d’estate. Il suo grande successo arriva nel 1968 con Bullitt che vede tra i protagonisti anche l’immenso Steven McQueen. Il regista in questione in carriera è arrivato due volte a un passo dall’Oscar come miglior regista prima nel 1980 con All American Boys e poi successivamente ancora nel 1984 con Il servo di scena. L’ultimo film diretto dal regista è Amori e ripicche del 1998. Dopo di che si è dedicato alla televisione dove ha chiuso nel 2004 la sua carriera con A separate peace. (agg. di Matteo Fantozzi)

Suspect – Presunto colpevole è il film che andrà in onda su Rete 4 oggi, venerdì 14 aprile 2017, in prima serata. Una pellicola thriller, che è stata affidata alla regia di Peter Yates, la sceneggiatura è stata curata da Eric Roth e la produzione è stata firmata da Daniel A. Sherkow e Jennofer Ogden. La fotografia è stata sviluppata da Billy Williams ed il montaggio è stato realizzato da Ray Lovejoy: le musiche della colonna sonora sono state composte da Michael Kamen. Cher nel 1987 uscì sul grande schermo con ben tre film, oltre a Suspect infatti aveva recitato anche in Stregata dalla luna (1987) e Le streghe di Eastwick (1987). Con Stregata dalla Luna vinse il premio Oscar come miglior attrice. L’ambientazione del film a Washington D.C. per molti versi appare fondamentale per la buona riuscita del film. In effetti è la città stessa ad apparire come uno dei protagonisti principali dell’azione scenica. Liam Neeson avrebbe recitato una parte simile a quella di Anderson nel film Innocenza colposa (1991). Il film non ebbe una buona accoglienza da parte della critica, in particolar modo non piacque il finale, in cui l’assassino viene scoperto con un colpo di scena che apparve poco in linea con tutto il resto del film. 

, il film in onda su Rete 4 oggi, venerdì 14 aprile 2017 alle ore 21.15. Una pellicola thriller che è stata girata nel 1987 dal regista Peter Yates mentre del cast fanno parte la cantante e attrice Cher, che interpreta il ruolo dell’avvocato Kathleen Riley, Liam Neeson che veste i panni di Carl Wayne Anderson, Dennis Quaid è Eddie Sanger e Joe Mantegna interpreta il procuratore Charlie Stella. Le riprese furono effettuate tra il Canada e Washington, negli USA. Liam Neeson, che veste i panni del senzatetto accusato di omicidio, volle immedesimarsi il più possibile in questo ruolo, per questo motivo visse per due giorni per strada a Washington D.C., frequentando i centri di accoglienza per i senza tetto. Anche Cher, che veste i panni dell’avvocato protagonista del film, volle fare del suo meglio per interpretare questo personaggio visto che era completamente digiuna di legge. Così trascorse del tempo negli uffici del procuratore distrettuale di Washington D.C., e disse di essere rimasta stupita di quanto le reali procedure fossero differenti da quanto spesso si vede in televisione o sul grande schermo. Nelle prime locandine che furono prodotte per pubblicizzare il film la T di Suspect aveva la forma del martelletto che il giudice usa in aula per dirimere le cause. Il produttore esecutivo di Suspect, John Veitch, disse che era stato un privilegio poter girare le scene del film nei veri luoghi della giustizia a Washington, e che la produzione aveva avuto il pieno appoggio delle forze governative.

Un senzatetto, reduce del Vietnam che è rimasto privo dell’uso della parola, Carl Wayne Anderson, viene accusato dell’omicidio di Elizabeth Quinn, il cui cadavere viene rinvenuto in un fiume. La donna svolgeva il ruolo di segretaria presso il Dipartimento di Giustizia. Al senzatetto viene assegnato un avvocato d’ufficio, Kathleen Riley. Per l’avvocato è difficile comunicare con Anderson, ma inizia a sospettare che l’uomo sia stato incastrato per un delitto in cui in realtà non c’entra nulla, avendo avuto solo la sfortuna di trovarsi al posto sbagliato al momento sbagliato e di aver costituito per qualcuno il perfetto capro espiatorio. Per cercare di scoprire qualcosa di più sulla morte della Quinn e su chi potrebbe aver avuto un vero motivo per ucciderla, l’avvocato chiede l’aiuto di Eddie Sanger che fa parte della giuria che deve giudicare Anderson.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori