DARIO ARGENTO SCRIVERÀ DYLAN DOG/ Il maestro dell’horror dentro l’incubo per il fumetto

Dario Argento ha scritto una storia per Dylan Dog: il maestro dell’horror dentro l’incubo per il fumetto, l’annuncio di Roberto Recchioni, direttore della collana nata dalla mente di Sclavi

02.06.2017 - Silvana Palazzo
dario_argento_roberto_recchioni_facebook
Dario argento e Roberto Recchioni (da Facebook)

Un maestro dell’horror per Dylan Dog: Dario Argento scriverà un racconto sull’indagatore dell’incubo, ambientandolo in mondi paralleli e infestati di creature malvagie. La notizia sta facendo entusiasmare gli amanti del genere, non solo del cinema. A lanciarla Roberto Recchioni, il direttore della collana nata dalla mente di Tiziano Sclavi e creata graficamente da Claudio Villa nel 1986. «Vi presento un nuovo autore di Dylan Dog. Nessuno scherzo: ha scritto una storia», ha scritto sui social, pubblicando uno scatto con Dario Argento (clicca qui per vederlo).

La casa editrice Sergio Bonelli Editore, leader del fumetto popolare italiano, segna così una importante svolta. La grande notizia è arrivata ufficialmente durante l’Etna Comics 2017, il festival internazionale del fumetto e della cultura pop, poi è stata diffusa su Facebook da Roberto Recchioni. Alla fiera non era presente solo lui, ma anche il regista, arrivato tra l’altro in Sicilia per la proiezione della versione restaurata di Suspiria, uno dei film più spaventosi che ha realizzato. Quest’anno celebra il quarantesimo anniversario, ma in preparazione c’è un remake molto criticato.

Non si tratta comunque dei primi passi di Dario Argento nel mondo del fumetto: negli anni Novanta scrisse la serie Profondo rosso, un’antologia con cadenza mensile – pubblicata dalla casa Edizioni Scorpio – che raccoglieva brevi storie horror. Questo “flirt” non è rimasto impresso nella memoria collettiva, ma ora sarà diverso, del resto l’immaginario di Dario Argento ha rappresentato una delle tanti fonti d’ispirazione di Tiziano Sclavi nella creazione di Dylan Dog, oltre ad essere comparso nel quinto albo della serie Gli uccisori.

I commenti dei lettori