CINZIA TH TORRINI/ La regista Tv choc: “il mio ragazzo mi picchiava, era geloso e io ne ero dipendente”

- Niccolò Magnani

Cinzia Th Torrini, la regista tv di “Sorelle” rivela di essere stata picchiata dal suo ragazzo quando era ancora minorenne. “Ne ero dipendente e lui era gelosissimo, ho sofferto molto”

cinzia_th_torrini_regista_tv_sorelle_lapresse_2017
Cinzia Th Torrini (LaPresse)

Una regista tra le più famose della tv italiano, Cinzia Th Torrini, firma illustra di moltissime fiction di successo, da Elisa di Rivombrosa a Un’altra vita, da Don Gnocchi fino Piccolo Mondo Antico e all’ultimo successo con Sorelle (con Anna Valle, in prima serata su Raiuno). Un personaggio spesso molto restio nel confessarsi e raccontarsi, pur se è da una vita nel mondo della televisione italiana: ecco, l’ultima intervista rilasciata al settimanale La Vita in Diretta, sembra invece aver rivestito qualcosa di particolare per la regista toscana visto che si è lasciata andare a 360 gradi raccontando anche un passato choc che fino ad ora non era mai stato rivelato. «Da ragazza ho vissuto una vicenda che mi ha condizionato e di cui, anche a distanza di anni, ho un po’ di difficoltà a parlarne», spiega la Torrini ai colleghi de La Vita in Diretta, iniziando una breve “confessione” di un trauma da cui è evidente sia stato impossibile dimenticarlo anche dopo tantissimi anni. «Da giovanissima mi sono innamorata di un ragazzo di due anni più grande di me, che mi dominava. Una storia durata, tra alti e bassi, dai 14 ai 19 anni. Ero diventata dipendente».

Cinzia Th Torrini racconta di essere stata anche picchiata, e molte volte, nonostante l’età giovanissima: «Sì, è successo varie volte. Era molto geloso, di una gelosia fuori controllo», una storia incredibile anche solo a sentirsi raccontare, figuriamoci a viverla in giovanissima età come per la regista nata a Firenze. Nell’intervista in uscita domani la Torrini conclude come sia stata la prima volta che raccontava una cosa del genere, « solo perché penso che trovare il coraggio di aprirsi e condividere la propria esperienza possa aiutare anche altre donne a non tenersi tutto dentro e a reagire». Regista sempre molto schiva non ha ad esempio mai voluto spiegare quel nome d’arte così particolare, «TH» che l’accompagna da inizio carriera.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori