Renato Balestra/ “Sono rimasto solo a sfilare, non mi fa piacere. A Roma sono andati tutti via!”

- Anna Montesano

Renato Balestra, il grande stilista svela il suo disagio e attacca lo stato attuale della città di Roma: “Sono rimasto solo a sfilare e non mi fa piacere. A Roma sono andati tutti via!”

Renato_Balestra
Renato Balestra

Renato Balestra si sfoga a La Repubblica: “Sono rimasto solo a sfilare e non mi fa piacere. A Roma sono andati tutti via!”

Lo stilista Renato Balestra, 93 anni, non è contento della situazione che la moda italiana sta vivendo. A La Repubblica il famosissimo stilista si lascia andare ad un lungo sfogo a riguardo: “Sono rimasto solo a sfilare. E non mi fa piacere. A me piace la competizione, il confronto. Avere il parterre che si alza in piedi come è accaduto qualche settimana fa a Dubai. Invece, a Roma sono andati via tutti. Eppure c’era un tempo in cui la moda brillava. Tutto brillava”. Lo sfogo di Balestra continua e arriva a toccare la situazione che vive la città di Roma: “Abbandonata all’incuria, alla pigrizia. E c’è una volontà, in questo, dei dirigenti: non capiscono l’importanza dell’arte. Perché i ricchi a Roma non vengono più? Si annoiano. E trovano la città sporca, con le buche. Non c’ è neanche più quella luce calda dei lampioni. Ora c’ è l’ azzurro dei led, capisce…”.

Tanta nostalgia trapela dalle sue parole in una città che non riconosce più. Renato Balestra parla anche della sua splendida vecchiaia: “Faccio ginnastica, mangio sano e non penso mai al tempo che se ne va. Anzi, chi mi costringe a farlo e chiede quanti anni ho… lo caccio”. Svelato quindi l’elisir di lunga vita dello stilista che dimostra di avere ancora entusiasmo da vendere. Molti infatti i sogni ancora da realizzare, come quello di vestire la nuova first lady americana, Melania Trump. Interessante inoltre è la sua idea sulla bellezza e di quanto questa conti nella vita : “È il primo biglietto da vista. Ma non c’è se mancano armonia ed eleganza”. Armonia ed eleganza, due aggettivi a lui molto cari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori