Pedrito Martinez/ Energia cubana a Melpignano (La notte della taranta)

- Susanna Sala

Pedrito Martinez sarà ospite a la notte della taranta questa sera a Melpignano per l’ultima serata dell’edizione 2017. Il percussionista cubano è considerato uno dei migliori al mondo

pedrito_martinez_ph_danielle_moir
Pedrito Martinez a la notte della taranta (foto di Danielle Moir)

ENERGIA CUBANA A MELPIGNANO

Pedrito Martinez oggi è considerato uno dei più influenti percussionisti della scena jazz mondiale e, per questo motivo, la presenza del 44enne originario de L’Avana contribuirà a dare al “concertone” de La Notte della Taranta (di cui Raphael Gualazzi sarà il nuovo Maestro Concertatore) un sound dalle sfumature afro-cubane e virate anche sul funk. Assieme a quello che è oramai il suo storico ensemble, The Pedrito Martinez Group, il musicista elogiato nientemeno che da mostri sacri del calibro di Wynton Marsalis e Quincy Jones è stato protagonista di recente allo Spoleto USA Festival, kermesse che fa parte della rassegna internazionale del Festival dei Due Mondi e, attraverso la sua seguitissima pagina Facebook (@pedritomartinezmusic), ha anche postato qualche giorno fa un breve video-messaggio: nella clip, destinata a tutti coloro che saranno in piazza a Melpignano per vederlo dal vivo, Pedrito Martinez ha dato appuntamento al prossimo 26 agosto, quando porterà in Salento quella che definisce la sua “energia cubana”. (Agg. di Raffaele Flore)

LA COLLABORAZIONE CON ERIC CLAPTON

Tra gli artisti attesi sul palco de La Notte della taranta ci sarà anche Pedrito Martinez, famosissimo cantante e percussionista cubano, molto attivo nei maggiori locali di Manhattan, in cui si esibisce in compagnia della sua band. Nella sua lunga permanenza a New York l’artista cubano ha avuto modo di sperimentare il suo estro in diversi generi musicali, spaziando dal rock al jazz. Negli ultimi anni Pedrito Martinez a ricevuto una nomination ai Grammy Awards come miglior percussionista dell’anno. Ha inoltre vinto il Thelonious Monk Award. La scorsa estate ha poi partecipato alla straordinaria manifestazione dell’Umbria Jazz. A settembre, il tour Habana Dreams porterà Pedrito Martinez nelle principali piazze e teatri degli Stati Uniti. L’artista latino si esibirà al Moab music festival, al West End Cultural Center e presso la Lawrence University. Queste sono solo alcune delle tappe che vedranno il cantante e percussionista esibirsi fino a maggio 2018. Il nome del tour riprende il titolo dell’ultimo album di Martinez. Il suo ultimo lavoro discografico rappresenta un modo per onorare la sua città natale. La sua straordinaria vocazione artistica è riuscita, nel corso del tempo, a catturare l’attenzione di tantissimi grandi artisti internazionali, come Eric Clapton e Paul Simon.

PEDRITO MARTINEZ, LA CARRIERA

Pedrito Martinez nasce ad Avana nel settembre del 1973. Nel 1998 lascia la sua terra natale per trasferirsi in Canada e due anni dopo di trasferisce a New York. Qui entra a far parte del gruppo Yerba Buena con i quali pubblica due album. Assieme alla band si è esibito presso l’Umbria Jazz Festival ed al Montreux Jazz Festival. Ha collaborato a più di 100 album in studio, lavorando con grandi artisti del calibro di Paquito Rivera e Eddie Palmieri. Nel 2000 Pedrito Martinez riceve il premio Thelonius Monk Award e compare nel documentario, Calle 54.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori