Yael Deckelbaum/ La cantante israeliana felice di essere in Puglia (La notte della taranta)

- Susanna Sala

Yael Deckelbaum sarà ospite a la notte della taranta questa sera su Rai5, l’artista israeliana ha scritto Prayer of the mothers, ormai inno della Women Wage Peace

yael_deckelbaum_fb
Yael Deckelbaum a la notte della taranta

FELICE DI ESSERE IN PUGLIA

Di origine israeliana ma canadese di adozione, Yael Deckelbaum sarà uno degli ospiti internazionali che affiancheranno Raphael Gualazzi sul palco del “concertone” de La Notte della Taranta. Non solo musicista ma anche attivista, la Deckelbaum è diventata famosa a livello planetario non tanto per la militanza nel trio folk isrealiano HaBanot Nechama, quanto soprattutto per la canzone Prayer of the Mothers che, pubblicata nel 2016, ha già raggiunto quasi 4 milioni di visualizzazioni su YouTube e diventata il vero e proprio inno della Women Wage Peace, la marcia che nell’ottobre di quell’anno vide partecipare donne musulmane, cristiane ed ebree. Negli ultimi giorni, tramite il suo profilo Facebook, l’artista ha confermato la sua presenza a Melpignano, scrivendo in un breve post di essere “felice di partecipare al 20esimo anniversario de La Notte della Taranta”, dicendosi onorata di suonare a nomi del calibro di Suzanne Vega e Gregory Porter nell’anno in cui l’evento salentino avrà come tema proprio quello della pace nel mondo. (Agg. di Raffaele Flore)

LA WOMEN WAGE PEACE

Come accaduto lo scorso anno, anche quest’estate l’ultima tappa de La notte della taranta sarà trasmessa in diretta su Rai 5. L’appuntamento è per oggi sabato 26 agosto. L’edizione 2017 è caratterizzata dalla presenza di tantissimi ospiti nazionali ed internazionali. L’ultima tappa di Melpignano non sarà da meno. Tra i tanti, salirà sul palco anche Yael Deckelbaum. L’artista israelo canadese è stata ospite alcuni mesi fa della Women Wage Peace, un movimento composto da donne e uomini di qualsiasi etnia, uniti con lo scopo comune di costruire una società priva di barriere e pregiudizi. La cantante, che da diversi anni è attivista per la pace, per l’occasione ha composto la famosa Preghiera delle madri, diventato ben presto il vero e proprio inno della Woman Wage Peace. La marcia, tenutasi nel bel mezzo del deserto israeliano, ha raccolto più di 11 mila persone. Come ha raccontato la stessa Yael Deckelbaum ai microfoni di agoravox.it, il movimento ha le potenzialità per crescere e diffondersi lentamente in tutto il mondo. Lo scorso giugno ha poi partecipato alla Women’s March Berlin. La manifestazione è stata preceduta dal concerto live della cantante israelo canadese che si è esibita assieme a Miriam Toukan, altra artista israeliana.

YAEL DECKELBAUM, LA CARRIERA

Yael Deckelbaum è recentemente impegnata in un tour europeo che le ha permesso di esibirsi nelle principali piazze d’Europa. Le prossime tappe del tour porteranno la cantautrice istraelo canadese a Zurigo, il 22 settembre ed a Minneapolis, il 3 novembre. Durante la tappa di Zurigo, la cantante si esibirà accanto a Peia, artista di musica sacra tra le più note al mondo nel suo genere. Yael Deckelbaum è una giovane cantautrice ed attivista per la pace. Ha fondato il gruppo noto con il nome di Habanot Nechama, che in Israele ha pubblicato un brano di enorme successo, So far. Il singolo ha venduto oltre 50 mila copie. Nel corso della sua carriera ha diviso il palco con tantissimi grandi artisti di fama internazionale, come Suzanne Vega, Tom Chaplin e Geore Martin. Tre suoi brani sono stati inseriti nella colonna sonora della nota serie tv The L World.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori