Miriana Trevisan rinviata a giudizio per diffamazione/ Accusò Massimiliano Caroletti di molestie sul set

- Silvana Palazzo

Miriana Trevisan rinviata a giudizio per diffamazione: accusò Massimiliano Caroletti di molestie sul set. Le ultime notizie: la showgirl minacciò di querele Eva Henger

mirana_trevisan_vita_diretta
Miriana Trevisan a La Vita in Diretta

Miriana Trevisan è stata rinviata a giudizio con l’accusa di aver diffamato il produttore Massimiliano Caroletti. Lo ha deciso il gip di Roma. La vicenda è legata ad un’intervista che la showgirl rilasciò ad un settimanale, nella quale – parlando delle molestie nel mondo dello spettacolo sull’onda del #MeToo – raccontò di avere respinto le avance del produttore esecutivo nelle fasi di preparazione del film “Bastardi” del 2006. L’attrice sostenne che in risposta a quei rifiuti fu ridimensionato il suo ruolo nel film con il taglio di molte scene. Alla luce di queste affermazioni, Massimiliano Caroletti presentò una denuncia contro Miriana Trevisan alla Procura. Il gip ha accolto le richieste del pm Roberto Felici fissando la data del processo al prossimo 12 marzo. Miriana Trevisan dopo il caso Weinstein è diventata una delle voci italiane del movimento #MeToo, condividendo la battaglia che ha visto in prima linea Asia Argento.

MIRIANA TREVISAN ACCUSÒ CAROLETTI DI MOLESTIE SUL SET

L’ex volto noto di Non è la Rai ed ex velina di Striscia la Notizia un anno fa punto il dito contro il produttore Massimiliano Caroletti, marito di Eva Henger, e contro Giuseppe Tornatore, accusando entrambi di molestie sessuali. Il produttore l’ha querelata e quindi è stata rinviata a giudizio, finendo a processo per diffamazione. Quando Miriana Trevisan raccontò gli incresciosi episodi scatenò un putiferio. Dalle accuse scaturì un accesso botta e risposta al vetriolo, poi seguirono le smentite e quindi le querele, che ora sono sfociate in un rinvio a giudizio per la showgirl napoletana. Quest’ultima fu protagonista anche di un acceso scontro con Eva Henger, che difese il marito a Pomeriggio 5, il programma condotto da Barbara d’Urso. «In quel film mio marito non era produttore, ma attore e non aveva il potere di tagliare scene. Il produttore era Nicolino Matera», raccontò Eva Henger, rivelando che Miriana Trevisan si era rivolta poi al marito per farle fare delle serate visto che stava divorziando. Poco dopo la puntata arrivò la replica della Trevisan su Twitter: «Caro Pomeriggio 5 e Barbara d’Urso, sarà un piacere querelare Eva Henger. Così ne parliamo in dibattimento pubblico». Ma la querela è arrivata a lei…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori