GINA LOLLOBRIGIDA/ “Andrea Piazzolla? Quando mi serve, lui è sempre vicino” (Domenica in)

- Morgan K. Barraco

Gina Lollobrigida è pronta per tornare sul piccolo schermo, in seguito al piccolo malore vissuto meno di un mese fa. Oggi sarà ospite di Mara Venier a Domenica in

gina_lollobrigida_domenica_live
Gina Lollobrigida (Foto da Domenica Live)

Gina Lollobrigida ha parlato del rapporto con suo figlio, che definisce  “un ragazzo intelligente, meraviglioso”, al quale ha “voluto sempre bene”; per questo motivo, continua la diva del cinema, “ho tentato di farlo lavorare con me per fargli avere una vita più facile, ma ha sempre rifiutato, non voleva la mia alleanza”. Secondo la Logllobrigida, i motivi di questo astio sono da ricercarsi soprattutto nella gelosia: “Sono sempre stata circondata da tanto affetto da parte del pubblico, ma dentro casa no”. Per quanto riguarda le nozze cancellate con Javier Rigau rivela: “ho degli amici a New York molto cari, ho capito che era una sciocchezza perché non ero innamorata di questo ragazzo e ho cancellato tutto. (…) Mi sono allontanata”. E sul matrimonio contratto a sua insaputa conferma: “Era una truffa vera e propria, nel 2010 non lo frequentavo più, avevo rotto con lui. Lui si era sposato con una sua complice, dicendo che ero io. Oggi non risulta valido”. Oggi, però, può contare sull’affetto del suo assistente Andrea Piazzolla, di cui rivela: “mi sta vicino praticamente dal 2009. Quando mi serve lui è sempre vicino”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

LA VIOLENZA SUBITA IN GIOVENTÙ: “MI HA DROGATA, NON MI SONO RESA CONTO”

È una delle dive del cinema più amate in Italia e nel mondo, ma Gina Lollobrigida conferma che il percorso è stato lungo e complicato. “È stato sempre tutto molto difficile, le cose bisognava conquistarle”. Nelle sue parole, anche il ricordo doloroso di una violenza, subita da un uomo che ha amato e che si è approfittato di lei nella maniera più crudele: “è stata una cosa che mi ha molto ferito. Perché praticamente mi ha drogato. Io non mi sono resa conto”. L’uomo in questione, ricorda Gina Lollobrigida, era un giocatore di calcio con cui ha avuto una breve storia d’amore, ma quando ha scoperto che lui era già impegnato con un’altra donna, ha deciso di farsi da parte: “ho saputo che aveva una fidanzata che avrebbe dovuto sposare, quindi sono stata io a lasciarlo. Per due anni sono stata innamorata di lui, dopo l’ho dimenticato. Ma uscendo dall’accademia l’ho incontrato di nuovo. Ero contenta perché non ero più legata a lui. Mi ha invitato e ho accettato”. Proprio quella sera, conferma la Lollobrigida, si è consumato lo stupro: “mi ha drogato e non ho capito più niente. Mi sono ritrovata a letto completamente nuda. (…) Non ricordavo esattamente ma è stata una cosa che ho tentato di rimuovere per tutta la vita. Un anno dopo c’è stata un’altra festa, l’ho incontrato, ha capito che non ricordavo niente e con una grande cattiveria mi ha spiegato cosa era successo”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

DOPO IL MALORE E LE LITI CON IL FIGLIO È PRONTA A RACCONTARSI

Gina Lollobrigida è pronta per tornare sul piccolo schermo, in seguito al piccolo malore vissuto meno di un mese fa. A un passo dall’ospitata a Domenica in, la grande artista è stata infatti ricoverata in tutta fretta ed ora è pronta per incontrare Mara Venier. La vedremo infatti fra gli ospiti di oggi, 7 ottobre 2018, per una lunga carrellata che accenderà le luci sulla sua brillante carriera. La Lollo, icona del grande schermo italiano, è una diva mai tramontata e considerata negli anni d’oro anche una sex symbol. Lo conferma il recente premio che verrà ritirato a presso il teatro Ariston in occasione della cerimonia di Acqui Storia, una kermesse giunta alla sua 51esima edizione. L’appuntamento è per il prossimo 20 ottobre, ricorda La Stampa, per vedere la Lollo diventare in uno dei Testimonial del Tempo di quest’anno. La Bersagliera, come viene ricordata per uno dei suoi ruoli più di successo, ha ricevuto inoltre negli anni anche sette David di Donatello, un Golden Globe e due Nastro d’Argento. Senza considerare le onorificenze, fra cui Cavaliere della Legion d’Onore della Repubblica Francese per i suoi meriti professionali, ricevuto nel ’92, e quello più datato di Ufficiale dell’Ordine delle Arti e della Letteratura ritirato a Parigi nell’85.

GINA LOLLOBRIGIDA E LE DISCUSSIONI CON IL FIGLIO MILKO

Continua la bufera fra Gina Lollobrigida e il figlio 61enne Milko Skofic, fra un botta e risposta in tribunale in cui è coinvolto anche il nipote Dimitri. Non è chiaro come sia iniziato questo dissapore, dato che le prime avvisaglie sono emerse già negli anni Novanta, quando Milko decide di convolare a nozze con Maria Grazia Fantasia. Il loro rapporto è migliorato solo per un breve periodo quando il rampollo della Lollo ha scelto di avviare la separazione dalla consorte, come ricorda il Corriere della Sera. L’ultima denuncia risale invece all’anno scorso, per via della presenza dell’assistente Andrea Piazzolla al fianco della grande attrice. Secondo Milko e il figlio infatti il 30enne starebbe in realtà raggirando la Lollobrigida, approfittando di una sua presunta incapacità di essere del tutto lucida. Un’affermazione a cui la diretta interessata ha già avuto modo di replicare piccata.

LA CARRIERA

Al di là delle diatribe familiari, l’attrice continua a rappresentare lo spettacolo italiano degli anni d’oro. Il primo successo ottenuto a quattro anni di distanza dal suo debutto, grazie a Campane a martello diretto da Luigi Campa nel ’49 e Pane, amore e fantasia di Luigi Comencini nel ’53, pellicola che la consacra nel ruolo di Bersagliera. Senza dimenticare i tanti ruoli all’estero, che l’affiancano ad attori del calibro di Rock Hudson, Sean Connery e Anthony Quinn. Avrebbe dovuto incontrare persino Tyron Power, il padre di Romina Power, nel film Salomone e la regina di Saba del ’59, ma la collaborazione non è mai avvenuta a causa della morte prematura dell’attore, avvenuta durante le riprese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori