Massimo Boldi/ “Prendo il Viagra, esco con tante ragazze e mi voglio divertire… finirò come Charlie Chaplin!”

Massimo Boldi senza freni confessa di usare il viagra, frequentare ragazze giovani e volersi ancora divertire nonostante i 73 anni suonati.

21.12.2018 - Valentina Gambino
Massimo Boldi e Christian De Sica

Massimo Boldi raggiunto da Radio24, si è raccontato senza freni durante il programma La Zanzara. Tornato al cinema in coppia con Christian De Sica con il cinepanettone “Amici come prima”, svela di avere ancora voglia di divertirsi, nonostante l’età avanzata. Dopo la fine della relazione con Loredana De Nardis, pare non volersi dare per vinto. “Esco con tante ragazze e mi voglio ancora divertire. Farò la fine di Charlie Chaplin, finirò la carriera e la vita con una donna giovane” racconta il cipollino. Proprio di recente è stato fotografato in dolce compagnia di molteplici giovani e prosperose showgirl in cerca di gloria e popolarità. Qualche mese addietro per esempio, è stato avvistato al fianco di Veronica Rega, ex protagonista del Grande Fratello. Sono invece in qualche settimana fa, gli scatti che lo vedono con Elena Coniglio. La ballerina, secondo gli ultimi rumors, potrebbe addirittura essere il suo ultimo flirt. Successivamente ha svelato di avere un “segreto” per riuscire a stare dietro a tutti questi impegni amorosi.

Massimo Boldi: “Uso il Viagra!”

Massimo Boldi in diretta su Radio24, ha confidato di doversi districare tra varie pretendenti: “Un nutrito gruppo, una squadra di calcio. Il Viagra? Certo che lo uso”, afferma ancora. “Sono ancora un po’ triste. Ci contavo e invece mi ha fregato” racconta l’attore parlando dell’ex compagna Loredana De Nardis. La donna era diventata la sua compagna ufficiale dopo la morte della moglie Marisa Selo. La loro relazione però, non si è poi conclusa nel migliore dei modi anche perché pare che lei lo abbia tradito con un amico di lui, anche più giovane. Nonostante le delusioni, Boldi a 73 anni suonati, non ha nessuna intenzione di fermarsi o prendersi una pausa. Il cinepanettone al cinema, pare non convincere, per via di numerosi luoghi comuni, scene di pessima ironia e battute vecchie. “Inizialmente con Fausto Brizzi avevamo scritto un soggetto in cui si parlava di un uomo che si travestiva da donna, ma era una storia drammatica. I produttori ci hanno suggerito di pensare piuttosto a una commedia”, aveva anche confidato a quotidiano.net De Sica.



© RIPRODUZIONE RISERVATA