CLAUDIO BAGLIONI ROMPE LA BACCHETTA DI VESSICCHIO/ La gag con lo storico maestro (Sanremo 2018)

- Francesca Pasquale

Claudio Baglioni nelle sue vesti di ‘dittatore artistico’ di Sanremo ha spezzato la bacchetta al maestro Beppe Vessicchio. Gag divertente in scena prima dell’esibizione di Mario Biondi.

vessicchio_peppe
Beppe Vessicchio

Si è conclusa la quarta e penultima serata del Festival della Canzone Italia, ed è stato un nuovo successo. Tutto merito della spumeggiante simpatia di Michelle Hunziker e di Pierfrancesco Favino, nonché del padrone di casa e direttore artistico Claudio Baglioni. O per meglio dire dittatore artistico come lui stesso spesso è stato solito definirsi. Un Claudio Baglioni dalle vesti sicuramente insolite che si è saputo calare in questi panni di officiante del Festival di Sanremo proponendo al pubblico dell’Ariston e a quello a casa alcune gag molto divertenti. Sicuramente è merito anche dei suoi ospiti che hanno giocato con lui e si sono divertiti anche a farsi prendere in giro e a prenderlo in giro. Ieri sera è andata in scena infatti anche una gag molto divertente che ha visto come protagonisti proprio Claudio Baglioni e l’amato e osannato maestro Beppe Vessicchio. Tutto si è svolto qualche attimo prima dell’esibizione di uno dei big in gara, Mario Biondi che per l’occasione della serata dedicata ai duetti, ha scelto di duettare con la cantautrice e compositrice brasiliana Ana Carolina e con il pianista e compositore brasiliano Daniel Jobim.

CLAUDIO BAGLIONI DA DELL’EVERSIVO A BEPPE VESSICCHIO

Così proprio prima che Michelle Hunziker potesse dare il via alla presentazione del brano di Mario Biondi, Rivederti, il direttore artistico Claudio Baglioni si è recato nei pressi del direttore d’orchestra che nel caso di Mario Biondi si trattava per l’appunto del maestro Beppe Vessicchio. Dopo aver dato un occhio allo spartito, Claudio Baglioni ha cominciato a criticare le scelte operate da Vessicchio per l’arrangiamento scelto per l’esibizione del cantante. Da qui sono partite parole al veleno, con il direttore artistico che da dell’eversivo al maestro Vessicchio, e il maestro risponde che risponde con : “E lei è un dittatore”. Nello scambio di battute, non manca per Claudio Baglioni l’occasione di inserire anche la parola ‘gnigni’, una parola senza un reale valore che era stata lanciata a i The Jackal e che già Pierfrancesco Favino aveva avuto modo di pronunciare sul palco dell’Ariston. Il tutto impreziosito anche da Michelle Hunziker che, nel presentare l’esibizione ha anche sbagliato la pronuncia del nome del compositore brasiliano. Una gag molto ben riuscita, con Vessicchio che è saputo stare al gioco e che è ritornato subito serio per dare il via all’esibizione di Mario Biondi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori