LORENZO LICITRA/ “Io il nuovo Bocelli? Mi sembra un pò troppo…” (E poi c’è Cattelan)

Lorenzo Licitra, vincitore dell’ultima edizione di X Factor ribattezzato da molti come l’erede di Andrea Bocelli, il 21 febbraio presenta una versione inedita del suo singolo.

19.02.2018 - Francesca Pasquale
lorenzo_licitra_xfactor_over_2017_cs
Lorenzo Licitra a X Factor 2017, in finale

Il giovane e promettente cantante italiano Lorenzo Licitra, vincitore dell’ultima edizione del talent musicale X Factor, questa sera è uno degli ospiti del consueto appuntamento con il programma E poi c’è Cattelan, in onda su Sky Uno. Una splendida occasione per conoscere meglio un artista destinato ad un futuro luminoso che proprio tra pochi giorni, per la precisione il 21 febbraio, pubblicherà la sua prima clip nell’ambito del programma RTL 102,5 Live Session. Una clip nella quale Licitra proporrà al proprio pubblico una versione assolutamente inedita del brano In the name of love, l’inedito che gli ha permesso di guadagnarsi la partecipazione all’ultima edizione di X Factor. La versione sarà voce e piano e si aggiungerà ad una versione speciale della canzone Don’t You Worry Child, portata al successo in passato dal gruppo dei Swedish House Mafia, che invece verrà proposto il prossimo mercoledì 28 febbraio.

LORENZO LICITRA, IL NUOVO BOCELLI?

Lorenzo Licitra contro ogni pronostico ha vinto l’ultima edizione di X-Factor riuscendo ad avere la meglio sui super favoriti Maneskin. Un’affermazione che fa da presagio per una carriera importante e già c’è chi lo ha paragonato ad una sorta di nuovo Bocelli. Un paragone scomodo che lui stesso ha sconfessato in una delle tante interviste rilasciate in queste settimane. Licitra ha anche dimostrato grande maturità enfatizzando la consapevolezza di essere soltanto all’inizio del proprio percorso: “Adesso si inizia a lavorare. Non vedo l’ora di porter presentare un disco. Canterò sia in inglese che in italiano. Ho una mia idea di musica e non voglio seguire idee di qualcun altro: da domani inizieremo a lavorare per tirarla fuori e presentarla in una maniera inedita”. Infine sul paragone con Bocelli ha rimarcato: “Bocelli è un’istituzione, confrontarmi con un artista così grande mi sembra un po’ troppo. Lavoreremo e troveremo anche per me una strada autentica, che non si rifaccia necessariamente a qualcuno”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori